Lightbox Effect

lunedì 25 giugno 2018

Pasta tiepida con pomodorini confit e briciole croccanti ai capperi



L’estate è cominciata e i pomodori la fanno da padrone, almeno a casa mia perché io vivrei di pomodori. Toglietemi tutto ma una vita senza pomodori non riuscirei a concepirla J penso di mangiarne forse anche troppi, ma non voglio sapere, finchè non starò male, va bene così. Non è molto saggio vero? Lo so ma io non sono mai stata saggia J Piuttosto direi contradditoria, cerco di mangiare bene e il più possibile sano, ma poi ogni tanto me ne infischio, eccheccavolo, non si può essere sempre perfetti. Come la mettiamo quando abbiamo i periodi neri? Voi riuscite sempre ad essere bravi e diligenti? Io no di certo, così in qualche giorno vanifico tutto il lavoro J La perfezione proprio non regna a casa mia, piuttosto una certa confusione generalizzata. L’unica cosa perfetta è il gatto, e su questo non ci sono dubbi J 
Detto ciò, come li mangio questi pomodori? A parte che li adoro in insalata, e fin qua tutto bene, è facile, quando ho un po’ più di tempo provo qualche ricetta appena più elaborata. Da quelli ripieni, come questi o questi, all’insalata di cereali; da insalate appena un po’ più particolari, come questa Fattoush , all’ italianissima  pasta.
Ora la pasta al pomodoro non ha certo bisogno di essere spiegata anche perché ognuno la prepara a modo suo. Ma oggi ho preparato una pasta un po’ diversa, da servire a temperatura ambiente o appena tiepida, con pomodori sia crudi che cotti, arricchita da olive e briciole croccati ai capperi. Il procedimento non è complicato, richiede solo di preparare i pomodorini confit così che concentrino tutto il loro sapore. Per il resto è facile e davvero buona, un concentrato di mediterraneità.
La ricetta la trovate anche sul sito Amatigotà

Calamarata estiva con pomodori confit e briciole croccanti ai capperi
Ingredienti
Per 2 persone
Calamarata di grano duro: 170 g
Pomodori San Marzano: 4 medi
Pomodori ciliegini: 200 g (piccoli)
Capperi sotto sale: 15 g (circa 1 cucchiaio colmo)
Pane grattugiato integrale: 2 cucchiai
Olive taggiasche snocciolate: 1 cucchiaio
Pinoli: 1 cucchiaio
Aglio: 1 spicchio
Basilico: 8 foglie circa
Origano secco: qb
Olio evo: qb
Sale integrale: qb
Pepe: qb


Procedimento
1)     Lavate i capperi sotto sale e lasciateli a bagno per un’ora. Poi scolateli ed asciugateli.
2)     Spellate due pomodori san Marzano dopo averi sbollentati per 30 secondi in acqua. Apriteli, eliminate acqua e semi e tagliateli a cubetti. Salateli leggermente e poneteli in un colino a perdere l’acqua per mezz’ora poi conditeli con sale, olio evo e basilico spezzettato abbondante.
3)     Tagliate a metà i pomodorini lavati ed asciugati tenendone interi una decina. Conditeli con olio, poco sale, origano e poneteli in una teglia sopra della carta forno. Aggiungete qualche fettina di aglio e ponete in forno a 160° per 30 minuti.
4)     Tritate i capperi e mescolateli al pane grattugiato, poi ponete in un mixer ed azionate per rendere omogeneo il composto. Scaldate in una piccola padella antiaderente due cucchiai d’olio evo , aggiungete le briciole ai capperi e  fatele dorare finché risulteranno croccanti. In un’altra padella calda tostate leggermente i pinoli. 
5)     Cuocete la pasta, scolatela e intiepiditela sotto l’acqua. Conditela con la dadolata di pomodoro crudo, poi aggiungete i pomodori confit (tranne quelli interi) con il loro liquido, le olive e mescolate bene. Impiattate, cospargete abbondantemente di briciole croccanti, unite i pinoli e i pomodorini interi, servite tiepida o a temperatura ambiente con un filo d’olio evo.
Io me ne vado qualche giorno al caldo. Sto via poco eh, giusto il tempo di ricaricare le batterie. Vado dove i pomodori sono proprio buoni! Prima cosa che mangerò: le friselle J Avete capito dove vado vero? J
Vi auguro una splendida settimana. Un bacio a tutti e a prossimo post