Lightbox Effect

martedì 18 maggio 2010

I biscotti della Brigitta

Anche con questa ricetta partecipo alla raccolta di Fragole a Merenda
Le ricette di Nonna Papera:40 anni dopo



Sull'onda dell'entusiasmo per la raccolta di ricette di Sabrine, passo in rassegna i post e le storie che li accompagnano. E leggendo e leggendo, scopro di Ciccio e di un trattore che sbuffa!
Ciccio?
Ma chi è?
Comincio a pensare....penso e ripenso ma niente...nessun ricordo...
Continuo a leggere: si dice che questo Ciccio sia l'autore dei furti al davanzale di Nonna Papera....
No, non può essere, io questo Ciccio mica me lo ricordo e il trattore men che meno.
Com'è possibile?
Ce l'ho nitida nella mente la scena del furto......
non c'era Ciccio, lo ricordo perfettamente, c'era un orso, un enorme e ferocissimo orso.....e si aggirava con aria furtiva nei pressi del davanzale.
Non confonderò mica un'oca con un orso!
Possibile che nessuno lo menzioni?, che nessuno lo ricordi?
Mi sarò davvero confusa?
E se avessi commesso un terribile errore? se veramente quest'orso non fosse stato l'autore dei furti?
E piano piano una sensazione di panico mi assale.....
Se così fosse, avrei speso anni della mia vita a considerare ingiustamente dei poveri orsacchiotti innocenti come degli approfittatori e dei ladri di torte altrui!
E nel tantativo di dare una risposta ai dubbi che mi attanagliano, cercando in qualche cassetto della memoria, preparo farina, burro, uova, cacao e lievito.....
Setaccio, miscelo, intrido, impasto, tiro, sovrappongo, arrotolo stretto, taglio ed inforno.
Un profumo veramente delizioso invade la cucina...
Estraggo i biscotti dal forno.... sono pronti: bellissimi, io li trovo irresistibili!
E penso:
come si fa a non rubarli?
No, dico, veramente vogliamo dare tutta la colpa a Ciccio o al povero orso di turno?
Mettetevi una mano sulla coscienza:
ma voi resistereste a dei biscotti come questi?
Basta guardare le cose da un'altra prospettiva e all'improvviso i colpevoli diventano vittime e le vittime colpevoli.
Ma cara Nonna Papera, saggia come sei, non lo sai che l'occasione fa l'uomo (ma anche l'orso!) ladro?
'Ste benedette torte non le potevi mettere a raffreddare da un'altra parte con buona pace di orsi, di oche e di una generazione di bambini che per anni hanno dato il tormento a povere nonne che di Pie alla frutta, Biscotti della Brigitta, Mele ingabbiate , Lingue di Gattone e chi più ne ha più ne metta proprio non ne sapevano nulla?
Simpatizzanti della Pennuta scusatemi, ma stavolta mi metto dalla parte di queste povere nonne!
Secondo voi non avranno sofferto di un senso di inadeguatezza di fronte alle richieste di nipoti sempre più esigenti?
Mi sa che 'sto Manuale di Nonna Papera ha creato complessi e sindromi degni dell'attenzione dei più importanti teorici della psicanalisi...
E allora, solo se siete pronti, ma veramente pronti per una seduta di psicanalisi, una di quelle serie.......... cominciate pure ad impastare!

Per i biscotti della Brigitta

Ingredienti

burro: 120 gr
zucchero a velo: 75 gr
zucchero vanigliato: una bustina
uova: uno
farina: 200 gr
sale: un pizzico
cacao: qualche cucchiaio

Procedimento

Setacciare la farina con il lievito e il sale.
Aggiungere lo zucchero, il burro e il tuorlo ( l'albume servirà alla fine).
Fare una frolla, dividerla in due parti e ad una di queste aggiungere il cacao in polvere.
Coprire le due frolle con pellicola e riporre in frigo per almeno mezz'ora.
Trascorso il tempo, tirare con il mattarello la pasta in due sfoglie quadrate di circa 20 cm di lato lavorando la pasta tra due fogli di carta forno.
Sovrapporre le due sfoglie, arrotolarle strette a formare un salame e riporre in frigo per almeno un'altra ora.
Trascorso il tempo estrarre il salame dal forno, tagliarlo a fette, (più spesse di quelle del salame vero)....diciamo circa 4-5 mm.
Mettere a cuocere a 170/180° in forno preriscaldato. A me ci sono voluti circa 20 minuti.
Quando sono leggermente dorati estrarli dal forno, spennellarli subito con l'albume tenuto da parte e diluito con un pò d'acqua e spolverizzare con zucchero a velo!

Con questa seconda ricetta a malincuore concludo il ciclo di ricette disneyane!
E' stata una bella parentesi, mi sono molto divertita ed entusiasmata.....ma tutte le cose belle, si sa, prima o poi finiscono......
Archivio momentaneamente le ricette di Nonna Papera ma con la serenità di chi sa che al primo attacco di nostalgia, saprò finalmente dove ritrovarle!

15 commenti:

  1. Viola,ti sono venuti una meraviglia e bellissimo anche il post,l'ho letto con piacere.Baci.

    RispondiElimina
  2. Posso dirlo? Uno dei post più divertenti della raccolta! Bravissima! E grazie... perché hai colto nel segno: sai che davvero questo Manuale ha creato qualche complesso? A chi lo avrebbe voluto e non l'ha mai avuto, a chi l'ha avuto e l'ha perso, a chi avrebbe voluto comprarlo e non l'ha trovato... e sicuramente a mamme e nonne subissate di richieste impossibili! E forse a oche e orsi...
    Grazie ancora, a presto

    Sabrine

    RispondiElimina
  3. Meravigliosi questi biscotti, perfetti...guduriosi .cotti alla perfezione, friabili..vuoi che continui??
    Compliments

    RispondiElimina
  4. ti sono riusciti meravigliosamente bene! bravissima

    RispondiElimina
  5. Sono all'oscuro di tutto, sto conoscendo, grazie a questa splendida raccolta...in compenso mi è ben chiara la consapevolezza della bellezza di questi biscottini...davvero deliziosi!
    Bacioni

    RispondiElimina
  6. @Nitte: grazie, sono contenta che il post ti sia piaciuto. Mi sono molto divertita a scriverlo!

    @ Sabrine: che dire......felicissima per i tuoi complimenti.
    Cara Sabrine, lo dici proprio a me che il manuale ha creato qualche complesso? Ne so qualcosa credimi.
    Grazie a te.
    A presto

    RispondiElimina
  7. @Mammazan: guarda, i complimenti non mi danno fastidio, puoi pure continuare se vuoi....devo recuperare un pò di autostima. Ogni sistema va bene. Grazie mille!
    @Zasusa: grazie, sei sempre gentile e carina anche tu!
    @ Pagnottella: che dire....se non conosci il manuale e Nonna Papera, forse allora sei giovane!
    Questa si che è una gran fortuna!
    Grazie anche a te per i complimenti
    Baci

    RispondiElimina
  8. Le girelle sono quasi ipnotizzanti sarà per questo che anch'io le ruberei? Sono perfette!

    RispondiElimina
  9. Mamma che belli!!!! E chi resiste!!! Nono!!!
    Posso prenderne un pò? :)

    RispondiElimina
  10. E' proprio un bel post con tanti biscottini ad accompagnare in dolcezza la lettura. No no, non è niente male ;) brava

    RispondiElimina
  11. Ehmm... ne vorrei una anche io, come resistere? sono bellissimi, così come sono belle le tue foto! vai alla grande amica mia! :-)
    bacioni

    RispondiElimina
  12. Ciao!!!Mi piace molto il tuo blog (è la prima volta di molte che capito di qui!) e questi biscotti sono deliziosi!!!

    Io ho letto Topolino quando già c'era Ciccio, alla fattoria di Nonna Papera, ma sapevo dell'esistenza di questo famoso orsacchiotto che rubacchiava quelle delizia..

    PS:se metti queste delizie a raffreddarsi fuori dal davanzale mi sa proprio che "per caso" passerò lì sotto... ;P

    RispondiElimina
  13. @Tania: grazie per i complimenti. E' un grande piacere vederti da queste parti.....
    @Raffaella:grazie Raffaella...te ne darei un pò molto volentieri...non posso mica mangiare tutto io da sola!......un pò d'aiuto mi farebbe comodo
    @Marie:grazie.....ti mando un abbraccio speciale!
    @Sunflowers8: grazie anche a te...sono molto contenta di fare la tua conoscenza.....spero capiterai date parti ogni tanto!
    @Unazebrapois:beh, allora spero che ripasserai....sai che sei l'unica persona che ha dato una risposta alla mia domanda?
    Grazie...non ci speravo più....

    RispondiElimina
  14. Complimenti sono perfetti!!!

    RispondiElimina
  15. ma che belli!!!proverò a farli, nel latte devonoi essere una vera bontà!

    RispondiElimina