Lightbox Effect

mercoledì 7 luglio 2010

Torcetti al Burro

L'apparenza inganna

 
Avete presente la sensazione di un'aspettativa delusa, di una promessa disattesa, di un entusiasmo tradito?
Qualche giorno fa, ancora assonnata davanti alla mia solita tazza di caffè, distrattamente sfogliavo una delle riviste che la sera rimangono sul tavolo di cucina.
La giornata è di quelle che si preannunciano torride, il caldo è appiccicoso e l'umidità è così densa che la sento entrare ad ogni respiro...
Che si fa?....il mare...è un miraggio e di sicuro il gatto che beatamente dorme sulle mie gambe non aiuta....
Persino il caffè che bevo sempre bollente sembra troppo in questa mattina così calda....
Mentre con una certa rassegnazione cerco un'idea per uscire da un momento di apatia mi imbatto in un incontro fatale.
E mi è arrivata improvvisa la freschezza di una brezza, carica di profumi d'estate e di voci di bambini, sovrastate da un rumore di onde che s'infrangono....
E' bastata solo un'immagine, un'immagine candida e perfetta, impressa su una carta patinata....
E' bastato solo il candore, freschissimo, di una meravigliosa gelatina al cocco.
La soluzione a portata di mano!
Esco in fretta e mi procuro tutti gli ingredienti.
Procedo spedita, voglio fare presto....
E' vero che il bianco d'estate fa un certo effetto e anche chi predilige altre tonalità, con l'arrivo del caldo torrido abbandona ogni resistenza di fronte a ciò che un look "total white" promette!
E' vero, ma non sarà stato esagerato tutto questo entusiasmo?
Accantono immediatamente questo pensiero, come se tutte le volte che nella vita sono stata ingannata dalle apparenze, tutte quelle volte dicevo, non fossero mai esistite!
Procedo spedita, alla ricerca di quella freschezza promessa.
Finalmente è pronta.
Beh...... bella è bella, non c'è che dire......bianca è bianca, non c'è ombra di dubbio.
Non resta che assaggiarla per provare la meraviglia del profumo d'estate per eccellenza, del profumo di cocco...e di quella freschezza che tanto promette....
Ma ahimè.......niente fu più deludente
Sapore di cocco? macchè!
Profumi d'estate? men che meno!
La freschezza di una brezza improvvisa? ma quando mai!
Quasi non ci credo...eh si, qualche volta è dura ammettere di essersi sbagliati clamorosamente!
Per sicurezza assaggio ancora, chissà, magari ero solo distratta.....
Ma niente...
Non mi resta che arrendermi all'evidenza!
Devo riconoscerlo....purtroppo è successo ancora, mi sono lasciata sedurre dalla bellezza di una di quelle ricette che promettono meraviglie che poi non mantengono.
Ora, non so voi, ma una ricetta deludente mi avvilisce parecchio...e non ho voglia di rimanere lì a rimuginare....
Quello che mi occorre è senz'altro un'altra ricetta...
Io adoro i biscotti, mi mettono allegria.
Ed è a loro che penso per riportare il buonumore.
Però voglio dei biscotti speciali, semplici, profumati di burro e con lo zucchero....e li vorrei leggeri, per poterne mangiare in quantità.....
Ed è pensando a questo che mi vengono subito in mente........ a quanti ne mangiavo da bambina, anche una confezione intera....ne ero capace...erano così buoni.....
Allora è deciso, voglio loro....proprio loro, voglio i miei adorati Torcetti al burro.....
Quanto tempo è che non li mangio?
Che poi, a pensarci bene, chissà come accade che qualche volta dimentichiamo qualcosa che ci è piaciuto così tanto....
Beh, io non so com'è che accade di dimenticarsene, di sicuro però so che al primo morso ho deciso che non li avrei mai più lasciati....

Questi sono dei biscotti davvero buonissimi....una pasta lievitata leggermente zuccherata.
Hanno tutta la semplicità del pane e la fragranza del burro.
Beh, l'avete capito, io li trovo meravigliosi...
Con un bicchiere di latte freddo non temono rivali!
Altamente consigliati a chi non ama le cose troppo dolci!

Ingrdienti

farina: 200 gr
burro: 80 gr
lievito di birra: 5 gr
zucchero: 20 gr più qualche cucchiaio
sale: un pizzico
vanillina: 1/2 bustina

Procedimento

Con la farina fare la fontana sulla spianatoia, aggiungere il sale e la vanillina e 20 gr di zucchero.
Sciogliere il lievito in un dl circa di acqua tiepida, versare il liquido al centro, sulla farina e con una forchetta, facendo dei movimenti circolari cercare di inglobare la farina un pò alla volta prendendola dai bordi.
Quando l'acqua sarà stata assorbita completamente, cominciare a lavorare il panetto morbido molto energicamente con le mani, finchè sarà liscio (almeno 10 minuti)
Metterlo a lievitare per un'ora nel forno spento, coperto da uno straccio umido.
Trascorso questo tempo, prendete l'impasto e rilavoratelo un attimo. Poi stendetelo sulla spianatoia e aggiungete il burro a pezzetti a temperatura ambiente. Regolatevi voi a seconda della temperatura esterna, deve essere morbido ma non troppo.
Dovete aggiungerne un pò alla volta e ad ogni aggiunta lavorare bene l'impasto finchè il burro sarà completamente assorbito. Dovete ripetere l'operazione per 3 volte.
Una volta assorbito tutto il burro lavorate l'impasto per almeno 10 minuti, finchè risulterà morbido e liscio e fatelo lievitare ancora un'ora sempre coperto.
Versate alcuni cucchiai di zucchero su un piatto.
Prendete la pasta e lavoratela due minuti. Poi staccate delle piccole quantità d'impasto. Formate dei filoncini lavorandoli con il palmo della mano.
Devono essere lunghi circa 15 cm e non molto grossi, diciamo come una matita più o meno.
Mano a mano che sono pronti, chiuderli alle estremità premendoli un pò e passarli nello zucchero semolato premendo per farlo aderire solo da un lato.
Poi posizionarli su una teglia rivestita di carta forno, con la superficie zuccherata rivolta verso l'alto.
Lasciare lievitare ancora 15 minuti coperti con uno straccio e poi infornare a 190° fino a quando saranno belli dorati. Ci votrranno circa 15/20 minuti.
Togliere dal forno e lasciare raffreddare.

Ora i biscotti sono pronti. A questo punto avete due possibilità:
O li mangiate una volta raffreddati e in questo caso la consistenza somiglia un pò a quella del pane, croccanti fuori e morbidi dentro.
Oppure, e questa è la versione che io preferisco, una volta raffreddati li rimettete in forno a 150° per circa 20/30 minuti.
Li togliete dal forno e li fate raffreddare.
Così otterrete dei torcetti croccantissimi che si conserveranno a lungo chiusi in una scatola di latta.

La ricetta è tratta dalla collana La Pasticceria de la Repubblica

Con questa ricetta partecipo al Contest di Jul's kitchen in collaborazione con Macchine Alimentari

32 commenti:

  1. Ciao cara!! Questi biscottini sono una delizia!! Ti sono riusciti una meraviglia!! Bravissima!! Bacioni.

    RispondiElimina
  2. Ciao Viola..mio papà adora i torcetti al burro..li abbiamo assaggiati la prima volta in sardegna e una volta tornati qua li abbiamo comprati ancora, e ancora..sono davvero curiosa però di provare i torcetti artigianali, ma qui nessuna particceria li tiene abitualmente..dovrò farli io!!
    Salvo la tua ricetta e quando mi permetteranno di accendere il forno voglio provare!
    Buona serata..
    Silvia

    RispondiElimina
  3. Eccoli finalmente ^_^ E' da ieri che li inseguo con gli aggiornamenti sballati di blogger!
    Come capisco la tua delusione tesoro, soprattutto perchè quella ricetta era stata un colpo di fulmine e quindi l'aspettativa ancora maggiore. A volte è capitato lo stesso anche a me ed ho avuto la tua stessa reazione di preparare subito qualcos'altro di consolatorio. E devo dire che ti sei consolata benissimo con questi torcetti, sono una meraviglia in tutti i sensi. Un bacione grande

    RispondiElimina
  4. O che mi si è mangiato il commento? Ci risiamo di nuovo?!?!?! Vabbè, ci riprovo!
    Eccoli finalmente, è da ieri che li rincorro dietro ai falsi aggiornamenti di blogger!!!
    Capisco la tua delusione tesoro, soprattutto perrchè quella ricetta era stata un colpo di fulmine e quindi l'aspettativa sarà stata anche maggiore. Però ti sei consolata benissimo, questo torcetti sono una meraviglia, in tutti i sensi ^__^ Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. i tuoi biscotti sono veramente deliziosi....te li copio , così il maritino la sera avrà di che mangiare....grazie....mille baci, Anna.

    RispondiElimina
  6. Questi torcetti non ingannano affatto: sono buonissimi e affidabili.
    Mi piacerebbe cominciare con lo staccarne uno dal grazioso anello che li unisce .....
    La foto è molto bella :)

    RispondiElimina
  7. Ma brutta ricetta che deludi le persone.. ma come ti sei permessa???? Spero tu l'abbia sculacciata.. la ricetta.. cara Viola :-))
    Sei così tenera che anche una "tragedia" come questa la riempi di poesia. Smack 'notte. Bye

    RispondiElimina
  8. @Manuela:grazie cara, sei troppo carina
    @Silvia:Mi fa piacere che piacciano al tuo papà....
    Capisco l'attesa di temperature più affrontabili. Solo io accendo il forno con 30 gradi! Ma tanto, fa già caldo! Grazie e un bacione
    @Federica: eh si, con questo post ho avuto parecchi problemi, ma non pensavo che fossero di ordine pubblico!
    Comunque, alla fine ce l'abbiamo fatta tutte e due.Grazie, sei un tesoro. Un abbraccio
    @Kiss Kiss Anna: mi fa piacere che piacciano a tuo marito.
    Magari fammi sapere che ne pensi se li fai....
    Grazie e un abbraccio
    @Milena:Grazie Milena.....sei troppo carina...
    Ti sembra che lo studio stia dando dei risultati?
    Scherzo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!non studio per niente, non ancora per lo meno...
    Un abbraccio e a presto
    @Chez Denci:l'ho buttata nella spazzatura, che non volevo più saperne di vedermela davanti....E mi son dimenticata di strappare la pagina sulla rivista. Domani lo faccio! Non vorrei mai che la memoria mi facesse brutti scherzi e l'estate prossima rimango folgorata un'altra volta e la rifaccio!
    Tutto è possibile.
    Grazie Deborah, sei un tesoro
    Un bacione

    RispondiElimina
  9. Questi torcetti sono sfiziosissimi e golosissimi cara! Mi ricordano tanto quelli che mi comprava in panetteria la mia nonna, che dolci ricordi. . . un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. questi torcetti li trovo di un goloso......tesò sai quante volte mi è capitato di rimanere fregata da ricette che apparentemente sembravano perfette??'adesso ho l'occhio clinico:D mi accorgo subito se la combinazioni degli ingredienti nn mi convince faccio di testa mia...a volte credo che lo facciano apposta sopartautto i libri dei pasticceri mi fregano sempre....è una roulette russa riuscire a riprodurre le loro creazioni cmq ti sei poi consolata alla grande!!bacioni imma

    RispondiElimina
  11. *_* cosa vedono i miei occhi!! Non solo mi piacciono tantissimo, ma li farò quanto prima (marito permettendo se trovo la chiave del lucchetto che ha messo al forno! ^_^'), me li comprava mia nonna, quindi hanno tanti ricordi e ne sono golosissima, e sono stupendi, alla faccia dell'altra ricetta che non ti è venuta, una bella rivincita! ovviamente li rifarò con la margarina e ti farò sapere come sono venuti in una versione più light! :-)
    baci e abbracci!

    RispondiElimina
  12. ils sont à croquer et joliment présentés
    je te piquerai volontiers quelques uns au passage
    bonne journée

    RispondiElimina
  13. E' vero, di ricette deludenti ce ne sono tante........però poi ci consoliamo con quelle più semplici che invece ci danno sempre tanta soddisfazione! Come queste tue ciambelline, deliziose, le voglio proprio provare!!

    RispondiElimina
  14. Certo, quella nivea crema di cocco doveva essere molto seducente, ma, a quanto pare, prometteva più di quanto non mantenesse... molto meglio degli affidabili, rassicuranti torcetti al burro!

    RispondiElimina
  15. eh ma questi sono uno tira l'altro...troppo buoni!!!ciao!

    RispondiElimina
  16. Questi torcetti hanno un aspetto molto invitante, complimenti!

    RispondiElimina
  17. Grazie! che bella ricetta per partecipare al concorso!
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  18. Post delizioso, come sempre :-) Ma tesoro, se vuoi sentire il sapore del cocco devi provare le mie "fresche delizie al cocco": vedrai che rimarrai soddisfatta! Io in cambio ti rubo questa ricettina che mi sembra davvero golosa... :-)

    RispondiElimina
  19. si, è vero, i torcetti al burro sono davvero deliziosi, sanno di casa, di coccole, di buono.

    RispondiElimina
  20. Ciao Viola!
    Come ti capisco, è capitato anche a me di provare delle ricette che si sono rivelate dei gran FLOP!!
    Chissà, forse quelle scritte sui giornaletti se le inventano al momento ;-)

    Comunque.... adoro i torcetti!!!!
    Anche io da bambina ero capace di mangiarmene un sacchetto intero!!!
    Bravissima!!
    Mi hai fatto venire voglia di burro!!!

    RispondiElimina
  21. @Speedy70:grazie carissima...hai ragione, anche a me piacciono tanto...Baci
    @Dolci a go go: come hai ragione cara Imma....in questo caso l'inesperienza ha fatto la differenza...le gelatine sono un mondo nuovo per me...la prossima volta starò più attenta....
    Grazie....un abbraccio
    @Marie: Mi fai morire dal ridere al pensiero di te in giro per casa in cerca della chiave del lucchetto.Tu sei brava.... io senza forno non potrei stare, quando la frenesia prende, non c'è niente da fare, anche se fuori ci sono 40°...
    Un abbraccio
    @Fimère: grazie carissima....chissà se in Francia questi dolcetti sono popolari....Mah...
    Un bacio
    @Zia Elle: è vero....comunque ogni scusa è buona per mettersi a cucinare qualcosa....
    Un abbraccio
    @Onde99: che piacere trovarti qui....grazie per essre passata, mi fa molto piacere...
    Baci
    @Federica: grazie Federica....un abbraccio
    @Nel cuore dei sapori: grazie per essere passata, ne sono felice. Ciao e a presto
    @Lucia: ah....non le conosco, ma vengo senz'altro a sbirciare....mi è rimasta una gran voglia di cocco da soddisfare però con qualcosa di sicuro stavolta...
    Grazie per il suggerimento, sei molto carina...
    Un abbraccio
    @Carlotta D: si, è esattamente quello che penso io....per questo sono tanto buoni!
    Grazie e un abbraccio
    @Yaya:eh già....ma sai che qualche volta mi arrabbio tanto che vorrei scrivere alle riviste per chiedere se le ricette che pubblicano le hanno anche assaggiate?
    Poi desisto perchè mi rendo conto che è una cavolata...sono una un pò impulsiva....In realtà anch'io so bene che le ricette che si trovano in giro spesso e volentieri sono dei pacchi....però qualche volta cedo!
    Grazie....
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  22. Con la pratica ci si allena a capire al volo se una ricetta è valida.
    E' per questo che affermo spesso che le ricette di noi blogger sono veramente collaudate e i risultati sono sempre buoni...
    Le foto poi riproducono fedelmente cosa otteniamo ..
    I tuoi biscotti pi sono veramnte deliziosi...un inno alla semplicità!
    baci

    RispondiElimina
  23. Buonissimi...e bello il tuo blog!
    Buona serata

    RispondiElimina
  24. Adoro i torcetti sono tipici anche qui nelle nostre valli e di sicuro tirano su eccome!!!Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  25. buoni i torcetti!altro che gelatina al cocco!Questi sì che conquistano il cuore!!!

    RispondiElimina
  26. Me encantó la receta, unos bizcochos deliciosos, voy a tratar de hacerlos.
    Besos

    RispondiElimina
  27. Viola io adoro questi dolcetti, li ho sempre comprati già pronti, adesso vorrei provare a farli!

    RispondiElimina
  28. Ciao Viola, noi siamo di Bologna. Il post è un messaggio di Anna, se clicchi su Anna, andrai sul suo blog. Anna ha chiesto di far girare questo suo post per far conoscere a chi ancora crede che all'Aquila le cose vanno come dice la TV. La realtà è molto diversa.
    I tuoi torcetti al burro te li copieremo sicuramente.
    Un abbraccio
    Luca
    Luca&Sabrina

    RispondiElimina
  29. Violaaaaa sai che invece io non li ho mai mangiati? almeno credo.....sicuro non ho mai fatto biscotti con il lievito di birra. Da come li hai descritti mi hai fatto venire una volgiaaaaaaaaaa!!!!! questa ricettina mi intriga parecchio e delle tue poi mi fido ciecamente;-)
    Un bacione, elena

    RispondiElimina
  30. @Mammazan: hai ragione Grazia, la penso anch'io come te, mannaggia a me che ancora stò a guardare la bellezza!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Un abbraccio e a presto
    @Simo: grazie, sei gentile. Mi fa piacere che tu sia passata di qua.
    A presto
    @Ambra: grazie Ambra... un abbraccio
    @Una ZebrApois: cara zebrina, grazie e un bacione
    @Annie: grazie Annie....sei sempre carina. Un abbraccio
    @Micaela: è vero, chissà perchè si trovano poco in giro....sono talmente buoni.
    Anch'io per anni ho mangiato solo quelli del super
    Un abbraccio
    @Luca and Sabrina: ragazzi, scusate ma sono un pò rimba.....diciamo al 50% dato che su due cose con una ci ho preso, è che mi faccio prendere dalle emozioni e agisco d'impulso...mannaggia a me!.....Grazie per essermi venuti in aiuto!...
    Un abbraccio
    @Elenuccia:Elena....mi sembra impossibile che tu non li abbia mai mangiati...ma nel caso provali perchè sono buonissimi. Grazie per la fiducia!
    Un bacione e a presto

    RispondiElimina
  31. che belli e chissa che buoni!!! ciao!

    RispondiElimina
  32. Ciao,ottima ricetta,li ho fatti e pappati!!
    Esteticamente non erano carini come i tuoi,ma erano buonissimi,friabili ed in mano sono leggerissimi,quasi nuvolette.
    Ho avuto qualche difficolta' nel modellarli prima dell'ultima lievitazione,ma qui ci sono piu' di trenta gradi...
    Ho sempre avuto simili problemi con la brioche a tete,problemi che poi ho risolto facendo la seconta lievitazione in frigo.
    Chissa' se funzionerebbe con i torcetti....
    Grazie per la squisita ricetta,un bacio! :)

    RispondiElimina