Lightbox Effect

domenica 18 aprile 2010

Pastine all'occhio di bue


Mi sono sempre chiesta cos'è che rende tanto speciali questi deliziosi dolcetti
Certo sono buoni....ma non sono mica gli unici.....e diciamocelo chiaramente.....trattasi di una pasta frolla con la marmellata....cosa può esserci di più semplice!
Aggiungiamo che sono anche belli, è vero, niente da dire e oltretutto simpatici.......e le due cose insieme si sa....fanno strage di cuori.........
Ma io credo che quello che rende unici questi biscotti sia la capacità che hanno di catapultarci al primo morso in un mondo fatto di calzoncini corti e treccine ai capelli, giri in bicicletta su strade sterrate e bancarelle di fumetti....corse a perdifiato e ginocchia sbucciate, nascondino e pastine del forno vicino a casa.......con tanta marmellata e zucchero a velo, le pastine di tante merende.....
Eh si,questi non sono biscotti normali......pensateci.....di quanti altri possiamo dire siano dotati di tali superpoteri?
Allora, se un giorno vi sentite nostalgici........ecco, questi sono proprio i dolcetti perfetti.........e, superfluo dirlo, i bambini ne andranno matti.......d'altra parte il titolo di Evergreen non si dà mica ad un biscotto qualunque!
Passando alla ricetta, vorrei precisare che le pastine all'occhio di bue sono dei dolcetti di pasta frolla morbida, ricchi di burro, ma ce ne sono diverse versioni.
Io ho scelto questa, la quantità di burro non è esagerata e permette alla frolla di mantenere una consistenza ideale (per il mio gusto ovviamente), così posso mangiarli e sentirmi un pò meno in colpa, perchè è vero che sono i dolcetti dell'infanzia ma noi non siamo mica rimasti quelli di un tempo :) (un occhio al colesterolo ci vuole!)

INGREDIENTI

300 gr di farina 00
170 gr burro
100 gr di zucchero
1 uovo grande
1 cucchiaino di lievito
scorza di un limone grattugiata
un pizzico di sale
marmellata di albicocche
zucchero a velo
1 cucchiaino di essenza di vaniglia

PROCEDIMENTO

Setacciare la farina con il lievito e il sale. Sulla spianatoia formare la fontana, versare lo zucchero, la scorza di limone, l'uovo, la vaniglia e il burro a pezzetti. Lavorare rapidamente fino a formare una pasta omogenea. Formare una palla, coprire con pellicola e porre in frigo per almeno 30 minuti.
Trascorso il tempo necessario, stendere la pasta con il mattarello su un piano infarinato a 3 mm di spessore circa.
Ritagliare tanti dischetti con un tagliapasta di 4/5 cm di diametro (ma anche più grandi se invece dei biscotti preferite ottenere delle paste).
Dalla metà di questi dischetti ritagliare tanti cerchietti centrali di diametro inferiore (circa 2 cm) così da ottenere degli anelli.
Disporre tutti gli anelli su una placca rivestita con carta forno e tutti i cerchietti su un'altra placca.
Cuocere separatamente anelli e cerchietti ( hanno tempi di cottura leggermente diversi) nel forno preriscaldato a 180° fino a quando i biscotti avranno raggiunto una leggera doratura (attenzione a non farli scurire troppo).
Toglierli dal forno e disporli su una gratella.
Intanto preparare la marmellata. Se usate la gelatina di albicocche non c'è bisogno di prepararla.
Se invece come me usate la marmellata, scaldatela un pò con poca acqua su fiamma bassa.
Questo servirà rendere più fluida la marmellata e a stenderla con maggiore facilità.
Lasciare raffreddare un pò
Quando anche i biscotti si saranno raffreddati, prendere un dischetto alla volta, con un cucchiaino porre al centro un pò di marmellata e richiudere con un anello precedentemente cosparso di zucchero a velo.
Lasciar raffreddare bene la marmellata che solidificherà un pò sigillando i biscotti.
Cominciare a mangiare......