Lightbox Effect

mercoledì 5 gennaio 2011

Cake di semolino al kumquat

...o mandarino cinese


Quando mesi fa vidi in un libro questo dolce mi piacque moltissimo. Sarà stato per quel sapore di semplicità  che la foto prometteva, sarà stato perchè a quella semplicità associavo il sapore aromatico dei mandarini cinesi....sarà stato forse perchè finalmente avevo trovato il modo di trasformare tutti quei fruttini che si tenevano appesi al mio alberello in giardino, sarà stato per questo e forse per molto altro che non me la tolsi più dalla mente.
Solo che, al momento di spogliare l'alberello di tutti i mandarini ebbi più di un' esitazione e alla fine non se ne fece niente.
Non lo so, ma l'idea di vederlo improvvisamente spoglio, senza tutti i suoi bellissimi fruttini colorati a rallegrarlo mi fece desistere e così da allora la ricetta finì in un cassetto della memoria. Fino a quando qualche giorno fa tra i banchi del supermercato non vidi una quantità spropositata di questi mandarini....
Eh si, un altro miracolo del Natale quello di mettere insieme tutti i tipi di frutta possibili ed immaginabili, alcuni a dire il vero a me totalmente sconosciuti.....So che non si dovrebbe, io almeno sono contraria a comperare frutta esotica o fuori stagione, ma si sa che a Natale tutto è permesso e mi sono concessa un pò d' incoerenza ....tanto mi son detta, volta più o volta meno, che sarà mai......e finalmente mi sarei tolta la curiosità di assaggiare il mio tanto sospirato cake.
Tutto sommato è andata anche abbastanza bene considerando la tentazione fortissima che ho dovuto tenere a bada di comperarmi un platano.....sapete quella specie di banana di cui si nutrivano i naufraghi dell'isola dei famosi? non è che qualcuno guardava l'isola prima di aprire il blog? beh, io non me ne perdevo una puntata e il platano ha popolato i miei pensieri per molto molto tempo, ma questa è un'altra storia....
Ma che sapore avrà 'sto platano? Se non me lo tolgo dalla mente in tempi brevi vi dovrete sorbire anche qualche ricetta improbabile a base di questa finta banana dal sapore misterioso....vedremo dove mi porteranno i pensieri...
Per il momento vi lascio questo cake ben più familiare, i mandarini cinesi non sono poi così dificili da trovare e credo che tutti ne abbiano mangiati almeno una volta e chissà, magari qualcuno ne avrà pure un alberello in giardino. Tranquilli comunque, se la vostra produzione è abbondnte, sto sperimentando anche un 'altra ricetta che spero di riuscire a mettere a punto per quando finalmente matureranno quelli del mio giardino e stavolta li coglierò senza pietà. Se riuscirò nell'impresa (alquanto ardua al il momento) ve li ritroverete sotto vetro quest'estate a rallegrare la mia rubrica "l'orto-giardino"....e ve lo anticipo già: quanto sono buoni!

Questo cake è lontano dalla consistenza del pan di spagna, anche se la foto forse potrebbe ricordarlo. In effetti la presenza del semolino lo rende ruvido, morbido ma compatto e la frutta, leggermente umido. 
Il sapore agrumato dei mandarini è persistente e nell'insieme mi è piaciuto molto....chissà, forse penserete che lo dico per la soddisfazione di averlo finalmente provato....o per convincermi che alla fine ho fatto bene a comperare i kumquat e non il platano.....ma invece vi dico che  non mi sono assolutamente pentita della scelta, la rifarei senza dubbio......ho solo una domanda che mi tormenta: ma sarà buono 'sto platano?

Ricetta tratta da " La pasticceria" collana di Repubblica
Ingredienti

semolino: 250 gr
kumquat: 200 gr
latte: 2 dl circa
zucchero semolato: 140 gr
farina 00: 100 gr
burro: 100 gr
uova: 3
lievito vanigliato: 2 cucchiaini
zucchero a velo vanigliato: qb
sale: un pizzico

Procedimento

Lavare i kumquat, punzecchiarli con uno stuzzicadenti e cuocerli per 5 minuti in acqua bollente non salata. Scolarli e farli raffreddare un pò. Poi tagliarli a metà, togliere i semi, frullarli e tenere da parte.
Lavorare a crema il burro morbido insieme allo zucchero e ai tuorli. Quando la crema è omogenea aggiungere la farina precedentemente setacciata con il lievito poca alla volta , poi il semolino e il sale alternandoli al latte.
Mescolare bene con un cucchiaio di legno e aggiungere anche i kumquat frullati.
Montare gli albumi a neve ben ferma e unirli al composto mescolando dal basso verso l'alto per non smontarlo. Imburrare ed infarinare una teglia di 18 cm di lato, versare l'impasto e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 35 minuti circa (fare la prova stecchino)
Togliere il dolce dal forno, sforamrlo, e farlo raffreddare su una gratella. Cospargere con lo zucchero a velo e servire

Alcune annotazioni: mi piaceva l'idea di farlo quadrato, ma avevo una teglia leggermente più grande di quella prevista nella ricetta, diciamo 1,5 cm di differenza, non usatene una più grande di così sennò viene troppo basso e tende ad asciugarsi. Meglio se usate una 18x18cm come previsto

Con questa ricetta partecipo al contest di Cinzia " Gli agrumi"


51 commenti:

  1. buongiorno tesoro riesco quasi ad immaginare il profumo incantevole di questo cake e poi sai io adoro i dolci con il semolino hanno una consistenza piu rustica che li rende perfetti in ogni momento della giornata!!!questa è davvero superlativo!!!
    tvbbbbbbb,imma

    RispondiElimina
  2. Ecco...ora toccherà cedere anche a me alla tentazione del mandarino cinese! Ogni volta che ci passo davanti al reparto ortofrutta ho l’istinto di prenderene un po’ e poi li lascio lì...ma adesso...non sono più tanto al sicuro! Quei trancetti così perfetti solelticano troppo la mia curiosità :D Ma li hai tagliato col righello? Sono incantata e giuroc he non scherzo!
    I dolci fatti con il semolino mi piacciono tanto per la loro consistenza sbriciolosa che li rende un po’ rustici. Non a caso impazzisco per il parrozzo. L’hai mai assaggiato? Chissà che non arrivi presto ;) Io intanto mi segno questa delicatissima torta e i kumquat sulla lista della spesa...
    Baciottoni gioia, a prestissimo
    SMAAAAAAAAAAAACK

    RispondiElimina
  3. Ciao Viola, secondo me meglio i mandarini cinesi che il platano...cake al platano mi spaventerebbe un po'! :-)
    Dalla foto sembra proprio buono questo dolce, e recuperare i mandarini cinesi non è difficile...anche perchè non vorrei tormentarmi anche io pensando a che sapore possa avere il platano! ;-)
    Un bacione, e se ti va passa da me, ho inaugurato la mia prima raccolta!

    RispondiElimina
  4. Mi ero dimenticata del platano!!! Devo dire che mi lascia piuttosto indifferente, forse perchè l'ho sempre visto talmente verde che dev'essere immangiabile. Da quanto ne so, si usa per lo più in ricette salate. Ma non è che adesso ti ho solleticato la curiosità ancora di più...

    RispondiElimina
  5. Bellissimo questo tuo cake e immagino il profumo, brava ciao

    RispondiElimina
  6. Ciao Viola!! Questa cake profumatissima deve essere davvero buona, e poi ha un davvero un bel colore!! Bella anche la presentazione, con quei rettangolini così ordinati...me ne mangerei 2 o 3 proprio ora!!

    RispondiElimina
  7. ha un aspetto davvero favoloso,bello morbido :)

    RispondiElimina
  8. il profumo di uesta torta deve essere fanstico, sai che io ci ho fatto la marmellatata ed è venuta da cinema?veramente un gusto unico.bella questa tua torta appena rinizia la stagione ci provo!

    RispondiElimina
  9. Tu hai addirittura un albero di kumquat, e io non l'ho neanche mai assaggiato...mai mangiato neanche il platano...mamma che ignuranta che sono ^_^
    Mi piacciono i cake rustici e sbriciolosi...sarà che la "ruvidezza" mi rappresenta meglio...voglio assolutamente provarlo perchè già la foto è talmente bella che a mangiarlo deve essere un paradiso.
    Un baciotto, elena

    PS: ci aggiorniamo in giornata ;)

    RispondiElimina
  10. Adoro il semolino!! E questo cake è così elegante!! Me lo immagino sulla mia tavola!!
    Felice Anno!!
    BAcioni
    Angela

    RispondiElimina
  11. favoloso questo cake!!!!!!!lo segno! baci!

    RispondiElimina
  12. bella ricetta Viola!! Il mandarino l'ho avuto anche io qualche anno fa, ma è miseramente morto a causa, credo del freddo,però produceva dei mandarini stratosferici e buonissimi.

    RispondiElimina
  13. Domanda, ma con i mandarini "normali" verrà buono uguale?
    Per quanto riguarda il platano, non ho capito bene, ma mi vengono in mente due cose. Gli spagnoli chiamano le banane "platano" e in Germania, a casa di un amico africano, ho mangiato effettivamente delle banane diverse (che lui ha cotto e usato per accompagnare il secondo). Ne avevo parlato qui: http://muvara.blogspot.com/2009/03/viaggi-miraggi-e-tanti-assaggi-prima.html e trovi anche le foto così mi saprai dire!

    Ciaooo

    RispondiElimina
  14. I kumquat li adoro e questo cake è veramente delizioso ...chissà che profumo. bac

    RispondiElimina
  15. Non ci posso credere!!!! ahahahahaha pensa che io una pianta di mandarini cinesi ce l'ho in giardino.. ogni anno quando fa i frutti.. io e Ric ci chiediamo cosa farne.. pensiamo al liquore.. ma poi aspettiamo troppo tempo.. e puff.. cadono e marciscono... Che balla idea sai????
    ps: passa dal blog che ho messo la tua salsiera/zucchetta
    Grazie ancoraaaaa è bellissimaaaaa

    RispondiElimina
  16. è una ricetta veramente golosa
    complimenti
    un bacio

    RispondiElimina
  17. Viola davvero l'effetto che fà e di una morbidezza stratosferica hai truccato bene :-) davvero interessante questa ricetta a vederli mi vengono in mente i trancetti della torta paradiso :-) baci Ely

    RispondiElimina
  18. Che meraviglia Viola! Cosa darei averne una fettina! i dolci con il semolino sono fantastici...ma insomma, tutto quello che cucini mi piace, ma che ci posso fare???

    RispondiElimina
  19. Sai che a parte comprarli per il maritozzo che ne va pazzo...non avevo idea di come utilizzare i Kumquat se non per della marmellata...mai fatta tra l'latro?? Brava, buon anno nuovo, bacioni, Flavia

    RispondiElimina
  20. Chissà che profumo questa torta...sai che non ho mai utilizzato i kumquat per un dolce?? Mi hai dato un ottima idea!!!!!!!
    Baci e buona epifania

    RispondiElimina
  21. Ciao, perfetto e compatto questo cake! Con due ingredienti così insolito dev'essere risultato un cake particolare e delizioso! Bellissima idea e complimenti per la realizzazione.
    baci baci

    RispondiElimina
  22. Andremo alla ricerca dei Kumquat, che comunque sappiamo dove trovare! La tua torta appena vista ci ha fulminati, è davvero un sogno dolcissimo e non vogliamo lasciarcelo scappare!
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  23. Sono certa che questo dolce col semolino e' buonissimo, e me lo segno perche' devo farlo, non puo' che essere molto ma molto meglio di qualsiasi altro a base di plantain, o platano come si dice in spagnolo, che poi non e' che un tipo di banana non matura che sa appunto di banana acerba - in India ci fanno il curry. Bacioni e buona befana!

    RispondiElimina
  24. a parte che è bellissimo, ma immagino l'aroma che ne scaturiva...da svenire di piacere!
    baci

    RispondiElimina
  25. Io i mandarini cinesi non li ho mai mangiati... quindi non so se questa ricetta mi attiri o meno.. la curiosità certo c'è!! E poi mi fido di te lo sai ^_^ se mi capita di trovarli, prometto di provarla!
    E il platano... no, non mi ispira proprio!! Mi sembra duro e sempre acerbo.. mah? Se lo assaggerai prima o poi mi dirai com'è..

    RispondiElimina
  26. mi stuzzica parecchio!!!io ho un alberello che ogni anno ne fa una decina e li lascio appesi li perche' son davvero molto bell ia vedersi,mi sa che quest'anno pero' li raccolgo e magari ci faccio il tuo cake..bacioni

    RispondiElimina
  27. Ce gâteau est magnifique. Il doit être délicieux.
    Je note.
    A très bientôt.

    RispondiElimina
  28. Non ho mai usato il semolino in un'impasto di questo tipo ma a questo punto la cosa mi solletica eccome!!!E poi l'aroma di mandarino cinese rende tutto più ricercato e chic...si si...mi piace!!!Un bacione grande tesoro mio!!!

    RispondiElimina
  29. E' meravigliosa questa torta, mi ispira molto, complimenti!! Baci

    RispondiElimina
  30. Il semolino non l'ho mai provato nei .....però questi cake sembrano squisiti....quindi vedendo il risultato devo modernizzarmi....complimenti....un bacino la stefy

    RispondiElimina
  31. Ciao carissima! Buon Anno! Finalmente sono rientrata e sono venuta subito a sbirciare le tue ricettine...e questa è troppo golosa, semplice ma buonissima! Sarà meglio che me la salvi subito visto che in questo periodo i supermercati pullulano di quella frutta introvabile durante il resto dell'anno...come i mandarini cinesi! Io che non ho un giardino e tantomeno un albero, se non ne approfitto ora non li potrei mai mangiare! :-( Un bacione!

    RispondiElimina
  32. Ma guarda bello!Ora non voglio dì na cosaccia (stai carmaaaaaaa!!!) ma appena ho visto la foto mi son venuti in mente i kinderparadiso. LO SO che non c'entra niente e questa prelibatezza è mille volte superiore però per come è scattata la foto, me li ricordava.Non sembra ma è un complimento ;-)
    bella davvero questa ricettina e molto molto particolare.
    Un abbraccio e continua così.
    va bene non commento più le foto, promesso :-)
    Smack!

    RispondiElimina
  33. Forse i supermercati di zona non li espongono...li riterranno troppo cari viste le risorse del pese ma...appena li trovo li acquisto...Questo dolce è veramente bello e da fare assolutamente..
    Pensa che il mio direttore metteva uno di questi fruttini nella scatola del tabacco per aromatizzarlo....
    bacie buon anno

    RispondiElimina
  34. Ciao, che meraviglia questo cake... io vado pazza per i mandarini cinesi, dolci aspri e profumatissimi!!!
    Chissà in una torta come ci stanno bene...Non vedo l'ora di provarla, bravissima!
    Il platano io l'ho assaggiato, più volte ha il suo sapore come tutte le cose ma se devo dirti a cosa assomiglia direi alla patata...poi mi dici quando l'assaggi ^__^
    Se ti va questa ricetta è perfetta per il mio nuovo contest "gli agrumi".
    Un bacio

    RispondiElimina
  35. Ma quanto è delizioso questo cake???!!! Un augurio per un 2011 speciale!

    RispondiElimina
  36. Quanto è curiosa e originalissima questa tua ricetta; dovrò provarla, così mi tolgo lo sfizio di mesti mandarini!!! Bacioni Viola, grazie!

    RispondiElimina
  37. sto palesemente rosicando! Ricetta meravigliosa e il mio piccolo e bizzarro alberello di mandarino cinese quest'anno proprio non vuole fruttificare!;(

    RispondiElimina
  38. viola,che bella! la foto è bellissima,mi piacciono molto i trancetti così perfettamente posizionati epoi.. hanno un colore bellissimo! mi segno questa originalissima ricetta, grazie!

    RispondiElimina
  39. Il semolino è un ingrediente che qui si usa moltissimo, sia in versione dolce che salata. Io lo adoro!! Questa ricetta sono certa che è meravigliosa! Il platano non mi sembra di averlo assaggiato..o forse sì? Ma se non me lo ricordo per i miei gusti non sarà stato un granché di eccezionale! Ci sono tantissimi frutti che nemmeno io conosco ma vorrei tanto avere la fortuna di assaggiare nei luoghi di produzione...vuoi mettere un mango o una papaia colti dall'albero? Per questo motivo non ne compero quasi mai! Un abbraccio e ancora tantissimi auguri di buon anno!

    RispondiElimina
  40. Bello questo cake,sembra soffice e saràprofumatissimo! Brava!

    RispondiElimina
  41. complimenti....anche se c'è il semolino che sembra un po' rustico questo dolce sprizza delicatezza in ogni angolazione....è bellissima..e poi chissà che profumo!
    complimenti davvero!!!
    a presto,
    ciaoooooooooooo

    RispondiElimina
  42. Uhm... vediamo... se vuoi (visto che non hai vinto l'assaggio dell'ingrediente misterioso) ti tengo da parte un goccio minuscolo che ho ancora nel fondo della bottiglia del liquore di platano che mi portarono tempo fa...
    Però solo se lo accompagnamo alle note agrumate del tuo dolce... Ha un colore giallo sole fantastico e la consistenza che descrivi mi intirga.
    Sorrido all'idea che non osavi spogliare il tuo alberello...
    Sei unica, violetta. :>

    RispondiElimina
  43. Fatto, grazie!!!
    Se prepari qualche altra squisitezza con degli agrumi e mi sfugge mettimi il link, che corro...
    Un bacione

    RispondiElimina
  44. quasi quasi mi sfuggiva questa meraviglia!bellissima e profumatissima proposta, me la segno subito! buon we...

    RispondiElimina
  45. Il semolino darà una consistenza cremosa e morbidissima e questi fruttini dall'animo così profumato conferiranno al tutto uno speciale sapore. Proposta a dire poco favolosa.

    Complimenti per il blog molto curato ed elegante ricco di proposte e idee stuzzicanti

    Bacio e buon pomeriggio
    diariodicucina.blogspot.com

    RispondiElimina
  46. Cara Viola, approdo ora al tuo blog invitata dal titolo della ricetta! Prendo buona nota poichè tempo fa feci una torta al semolino e rimasi entusiasta!!!!
    Auguri per il contest!
    Ciao
    Sissa
    P.s. Anche io sono del veneziano.

    RispondiElimina
  47. HO SCOPERTO CON QUESTA RICETTA IL NOME DEI MANDARINI CINESI...C'E' SEMPRE DA IMPARARE E PROPRIO PER QUESTO MI UNISCO ANCHE IO AL TUO BLOG.CIAO DANI.

    RispondiElimina
  48. Splendida!!! eheh anche io non sapevo che questo frutto fosse proprio loro :D e mi piace un sacco questa torta con cui li hai coronati! brava!! mi piace anche il tuo blog!!! che bella scoperta grazie a questo contest!

    RispondiElimina
  49. ciao! questa torta mi ispira un sacco... ho solo un problema... i kumquat :P
    un po' per pigrizia, un po' per altre ragioni potrei non riuscire a recuperarli... posso usare polpa di arancia ad esempio? :)

    RispondiElimina
  50. viola grazie mille per la risposta :) le volte prossime rispondi pure qui, sennò giochiamo a ping-pong ;) sono iscritta ai commenti, quindi so quando rispondi :)
    sai cosa ti dico...? cercherò i kumquat :) e magari poi la seconda volta farò l'esperimento arancia :) un bacione

    Sere

    RispondiElimina
  51. Una vera meraviglia!Da provare!! Ti seguo!

    RispondiElimina