Lightbox Effect

lunedì 18 aprile 2011

Gnocchi di pane

il 12 giugno voto si per dire no al nucleare

Ho letto molto attentamente i post di Onde 99 e di Sara, subito, appena usciti. A questo contest certo non potevo non partecipare.
Volevo mettere nella ricetta grande impegno, quello necessario quando si affrontano le cose serie della vita. Perchè serio è l'argomento, serio è quello che c'è in ballo, serio è quello che dobbiamo andare a dire col nostro voto.
Il dibattito non è su un argomento semplice, né di immediata comprensione. Tuttavia informarsi il più possibile è un dovere di tutti. Perciò vi rimando alla lettura dei post di Onde e di Sara per approfondire l'argomento.
Perché riguarda tutti noi, nessuno escluso e i nostri figli e nipoti... le generazioni future.
Ho cominciato a pensare alla ricetta appena letti i post.
Volevo che dicesse che anche noi con i nostri gesti quotidiani, anche piccoli possiamo dare il nostro importante contributo.
E' sbagliato pensare che piccoli gesti servano a poco. Non è assolutamente vero. Prima di tutto perché i grandi numeri sono la sommatoria di numeri più piccoli, quindi se da soli possiamo poco, tutti insieme possiamo moltissimo. Ma non dimentichiamo anche che i nostri gesti hanno una funzione educativa importantissima sulle nuove generazioni.
Sono loro che si troveranno ad affrontare molte emergenze, sono loro che adesso vanno educate al rispetto dell'ambiente e del pianeta. Il futuro sono loro.
Cerchiamo di dire quanto è importante risparmiare energia, quanto è importante il riciclo, quanto lo sia cercare di inquinare il meno possibile, quanto si possa fare per salvaguardare le risorse del nostro pianeta che non sono inesauribili.
Ho sempre avuto molta simpatia per le ricette che riciclano il pane. Sarà anche per il suo valore simbolico, ma appena ho letto di questo contest ho deciso che avrei voluto partecipare con una ricetta di riciclo del pane raffermo. Sprecare cibo è intollerabile, ma buttare il pane è proprio inconcepibile. Questa è la ricetta che in quanto a riciclo di pane a casa mia va per la maggiore.
A me piace moltissimo, anche perché permette di riciclare altre cose, per esempio qualche verdura rimasta in frigorifero, in particolare verdura verde come broccoli, spinaci ed erbette.
E' un piatto buonissimo, che si presta a molte varianti, provatelo, non butterete più nemmeno un piccolo pezzetto di pane, ricetta di riciclo si, ma da leccarsi i baffi.
Potete utilizzare tutti i tipi di pane, consapevoli che ogni volta che lo cambierete otterrete sempre un piatto dal sapore diverso. La ricetta che vi lascio oggi è quella base. Ma con la fantasia potete arricchirla e cambiarla, sono certa che saprete fare meraviglie.
Questa ricetta è per dire che il 12 giugno, io voto SI per dire No al nucleare

Gnocchi di pane raffermo


Ingredienti
per quattro persone


pane raffermo: 400 gr (home made sarebbe perfetto)
uova: due tuorli o anche uno intero (io direttamente dalla mia vicina)
latte: 1 litro (dal distributore automatico di latte fresco sarebbe anche meglio)
farina: 300 gr
parmigiano o grana padano: 50 gr circa, ma io faccio ad occhio
sale: qb
broccoli bolliti o spinaci o erbette: facoltativo (ma scegliere verdure di stagione)
salsa di pomodoro home made: quanto basta per condire

 
Procedimento


Tagliare il pane a pezzi e farlo ammollare nel latte lasciandolo tutta la notte coperto in frigorifero.
Il giorno dopo, con un mestolo rompere il pane in modo da rendere più omogeneo il composto. Aggiungere la verdura a pezzetti se prevista, l'uovo, il sale la farina un po' alla volta e il parmigiano. Mescolare bene il tutto. Mettere sul fuoco una pentole d'acqua e al bollore cuocere gli gnocchi prelevando un po' d'impasto con un cucchiaio e facendolo cadere nell'acqua bollente salata aiutandosi con un cucchiaino
Procedere così cuocendo cinque o sei gnocchi per volta fino ad esaurire tutto l'impasto. Scolarli quando vengono a galla e adagiarli in una pirofila. Condirli con la salsa di pomodoro calda, un filo d'olio extravergine di oliva, mescolare bene, poi cospargerli con del parmigiano o grana e se vi piace e far gratinare sotto il grill per pochi minuti. Servire caldi

Lo sapete che l'acqua di cottura delle verdure (senza sale) è un ottimo fertilizzante per le piante? Io non la butto mai!
E con questa ricetta vi auguro un buon inizio settimana. Baci a tutti e al prossimo post. Il 12 giugno non prendete altri impegni, andate a votare, è per il nostro futuro.

54 commenti:

  1. Buonissimi e ideali per riciclare il pane che avanza ogni giorno in tutte le case!!! Un bacio e buona settimana...

    RispondiElimina
  2. Tesoro come darti torto,quoto a pieno tutto quello che hai scritto e con 2 bimbi questo problema lo sento ancora di piu perche che pianeta lasciamo a queste generazioni future....la ricetta l'adoro e poi riciclare in un modo cosi appetitoso e anche meglio giusto:D?Tvbbbbbbbbbbbb,Imma

    RispondiElimina
  3. Ecco, in casa mia questa ricetta tutto sarebbe fuochè di riciclo! Di pane non ne ho praticamente mai!!! E’ già un miracolo se mi ricordo di comprarne quando c’è a pranzo la cavia! Dovrei segnarmi doppia dose sulla lista della spesa in modo da farne avanzare. Perchè mi ispirano e parecchio. Magari adesso con asparagi o zucchine o zucchine...sì! Devo proprio fare scorta di pane :D! Un baciotto scriciola, buona settimana

    RispondiElimina
  4. Dell'acqua di cottura non lo sapevo sai? Concordo su tutto, non bisogna sprecare niente e assolutamente votiamo si il 12 giugno. Un bacione!

    RispondiElimina
  5. Davvero buoni questi gnocchi, devo provarli assolutamente. ciao!

    RispondiElimina
  6. Una ricetta bella e buona, in tutti i sensi! un bacio cara

    RispondiElimina
  7. Grazie cara per questo post.. è un bellissimo contest!!Io sto facendo una propaganda sul 12 giugno su FB... anche io come te voterò SI perdire No al nucleare!!!! Intanto complimenti per questa ricetta... baci buon lunedì .-D

    RispondiElimina
  8. ottima idea di riciclo del pane, naturale e gustosa. anch'io sto pensando a una ricetta per partecipare :-)

    RispondiElimina
  9. Che bella e originale ricetta a me capita di avere il pane raffermo ..fatto da me ^_^
    da fare
    bravissima baci Anna

    RispondiElimina
  10. Credo che tu abbia intuito che a casa mia proprio non si butta via nulla...l'acqua di cottura delle verdure la uso come brodo di verdura per passati e minestroni...figuriamoci se butto il pane ^__^
    Questa ricettina mi fa quindi proprio comodo, ecco un'altro modo per utilizzare il pane...e mi sembra un modo mooooooolto appetitoso di riciclarlo...quella gratinaturina sopra fa venire tanta fame ;)

    RispondiElimina
  11. Bellissima la ricetta e bellissimo post! Anche io ho fatto altrettanto! E poi non sapevo mica dell'acqua delle verdure!!!La butto sempre :(...ma non da oggi in poi! Baci

    RispondiElimina
  12. Anch'io non lo butto mai il pane, c'è sempre un'idea per riciclarlo così come per gli altri avanzi.
    Penserò anch'io a cosa pubblicare, un bacione

    RispondiElimina
  13. Ottima la causa e strepitosi gli gnocchi!!Un bacio bella!!

    RispondiElimina
  14. Una ricetta che unisce l'utile al dilettevole. Sprecare cibo e risorse è una insulto a chi non ha la nostra fortuna. Bellissimo contest, vado subito a vedere di che si tratta.

    RispondiElimina
  15. che bellissimo post,pieno di contenuti e con una ricetta a degna conclusione!!
    hai ragione,nn siamo messi per niente bene..

    RispondiElimina
  16. Complimenti! Concordo in pieno con l'intento di non buttare il pane, se ci si ingegna un minimo si ottengono ricette niente male!
    BEh, poi per quanto riguarda il voto, per usare un riferimento culinario, basta avere un minimo di sale in zucca per fare la scelta giusta.
    Brava cara Viola!

    RispondiElimina
  17. Concordo con quello che hai scritto, il 12 giugno non ho preso nessun impegno e andrò a votare, sperando in un mondo migliore per i miei figli e le nuove generazioni!
    Il piatto che hai preparato mi piace tantissimo!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  18. Ciao Viola, questo post mi piace moltissimo, non si parla mai troppo di questi argomenti, anche perchè l'agricoltura e soprattutto l'allevamento sostenibile dovrebbero essere l'unica scelta possibile e invece ci ritroviamo a dover "protestare" per ottenere qualcosa! La ricetta è perfettamente in tema, non solo per gli ingredienti, ma anche per lo spirito e le tradizioni contadine che la accompagnano, bellissima! Un bacione, ciao

    RispondiElimina
  19. ...come al solito .....apro il tuo blog e mi si apre la voragine guardando l'apparizione deliziosa di questi gnocchi......e poi è l'orario perfetto per assaporarli....un bacino la stefy

    RispondiElimina
  20. Un piatto meraviglioso, dall'aspetto invitantissimo!!!! Complimenti cara, sei stupenda!!! Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
  21. Mi piace il tuo post, l'iniziativa e la ricetta...tutto in pratica.
    Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  22. Che buoni, Viola...la pneso proprio come te sul riciclo, in particolar modo quello del pane, che cerco di fare spesso anch'io, anche se a casa mia lo mangiamo sempre tutto! adoro il pane, proprio ieri ne ho fatto in casa. Mi chiedo sempre una cosa quando vedo le ricette con il pane da ammollare nel latte...(ti sembrerà una domanda stupida, ma ho sempre paura di farla e con te mi sento meglio): ma il latte poi il pane lo assorbe tutto o biosgna scolarlo e strizzare il pane? ops, ho fatto una figuraccia, vero? però se mi rispondi al più presto faccio gli gnocchi!!!!!

    RispondiElimina
  23. A casa mia il pane vecchio non si butta MAI!!! Come te riciclo in varie tipologie di gnocchi..sono tutti buonissimi..dovremmo cercare di imparare sempre di piu' l'arte del riciclo in qualsiasi campo...diamo sempre per scontato che quanto ci serve non si esaurirà mai e cio' è completamente sbagliato!
    Proprio qualche giorno fa leggevo che i Paesi Arabi hanno deciso di investire l'astronomica cifra di 100 miliardi di dollari per lo studio delle energie rinnovabili..e se ci sono arrivati loro a sapere che tra pochi decenni il petrolio non sarà piu' sufficiente e disponibile..ma mica hanno pensato all'energia nucleare ..eh no, non sono stupidi!!
    o.k. ho scritto anche troppo ;)
    I gnocchi sono fantastici e tu come sempre bravissima e piena di inventiva ^_^
    baciiiii

    RispondiElimina
  24. Questa ricetta fa proprio al caso nostro, infatti abbiamo sempre tanto pane raffermo e questo è un ottimo modo per riciclarlo, bravissima come sempre!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  25. anche io dico si per dire no :-) mi piace il significato di questo post, il pane il reciclo e questi gnocchi favolosi!!! sei sempre bravissima! un bacione Ely

    RispondiElimina
  26. veramente un'idea appetitosa e utile...bravissima Viola!!! baci

    RispondiElimina
  27. Ciao, intanto grazie, non sapevo di qeusto contest.
    Mi piace qeusta tua ricetta, amo tutto quello che è riciclo, sia da mangiare che non.
    Io ho la fortuna, dove non consumo il pane raffermo, di spedirlo alle galline dl nonno.

    RispondiElimina
  28. Brava, brava, brava!
    Per tutto quanto quello che hai detto e anche per il valore del pane.
    Per me non esiste nulla di commestibile che "mi tocca il cuore" all'idea di buttarlo. E' come uno schiaffo morale!
    Questi gnocchi sono fantastici e un'ottima soluzione per dire no allo spreco!!!
    un bacio!

    RispondiElimina
  29. un piatto da leccarsi i baffi! sempre bravissima! baci!

    RispondiElimina
  30. Mi piace tanto questa ricetta ..brava..

    RispondiElimina
  31. Bravissima tesoro! per la scelta del nucleare e per la ricetta!
    da buona toscana come sono adoro il pane raffermo perchè lo usiamo in molte ricette.
    Un abbraccio forte.
    Silvia

    RispondiElimina
  32. Anch'io le trovo sempre simpatiche, gustose e poi il pane è essenziale no? Buonissimi questi gnocchi :-)

    RispondiElimina
  33. Meravigliosi questi gnocchi, mi hai già fatto venire fame!

    RispondiElimina
  34. Cara Viola.. adoro gli gnocchi di pane.... anzi, ho giusto mezza pagnotta un po' secca da far fuori.. io di solito ci faccio la torta, ma mi hai fatto tornare in mente che potrei farci gli gnocchi!!

    Hai ragione.. basta scrollare le spalle e delegare "la fatica" agli altri, prendiamo coscienza delle nostre azioni, dei nostri sprechi e diamoci una mossa! Un modo più verde di vivere non può che giovare a tutti, portafogli compresi... Mi sono avvicinata a questo modo di vivere da poco.. a piccoli passi.. ma ora è mia intenzione fare tutto ciò che è in mio potere per "salvare la situazione"....
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  35. Grazie carissima: la ricetta è perfetta e l'introduzione potrei averla scritta io, se solo sapessi esprimermi così bene!

    RispondiElimina
  36. Da Chabb avevo visto le lasagne di pane, ora pure gli gnocchi, fantastici!Ma tutto il post è molto bello.Brava Viola, così si fa!
    Smack!

    RispondiElimina
  37. 'est délicieux et riche en saveurs
    bonne journée

    RispondiElimina
  38. COMPLIMENTI, UNA VERA DELIZIA! MI HAI FATTO VENIRE L'ACUOLINA IN BOCCA! BACIONI!

    RispondiElimina
  39. Complimenti per il post e la squisita ricetta! Ti auguro una serena settimana santa,kiss!

    RispondiElimina
  40. Eccomi eccomi, un pò in ritardo (purtroppo in quetso periodo il tempo vola) ma non potevo di certo perdermi quetso post! RIesci sempre a esprimerti così bene che è un piacere leggere i tuoi post!Ma vogliamo parlare della ricettina di oggi?! Un ottimo modo per riciclare il pane raffermo, una ricetta golosissima e invitante!

    RispondiElimina
  41. Avec ce qui se passe au Japon, il est impératif de s'opposer au tout nucléaire.
    J'aime beaucoup ta recette.
    A très bientôt.

    RispondiElimina
  42. bello il tuo post, anch'io cerco di sensibilizzare i miei bambini, credo molto nel futuro consapevole
    La ricetta di gnocchi col pane proprio non la conoscevo, forse la proverò, ma il pane mi va via in un attimo per le polpette, che con poco altro i miei figli divorano a chili ;)
    bacione

    RispondiElimina
  43. Ciao cara Viola oggi ti dedico l'infuso di viole! ;D Volevo fare il tuo splendido sciroppo ma mi sono fermata all'infuso blu! Baci cara e belli e sfiziosi i tuoi gnocchi. :D

    RispondiElimina
  44. il panbe non si butta è un peccato mortale hai ragione, non si devono sprecare risorse e affaticare il sistema...che a mio avviso sta già dando segni di cedimento, anche noi votiamo si x dire no al nucleare..cmq gli gnocchi sono magici! ;-P

    RispondiElimina
  45. magnifica ricette per dire no al nucleare

    RispondiElimina
  46. Ciao Viola, complimenti per la vincita al contest oltre che per la ricetta. Buona domenica e si', 4 si'!

    RispondiElimina
  47. complimenti per la vittoria, la ricetta è bellissima, peccato che non avanzo mai il pane, lo devo lasciar da parte appositamente quando mi serve secco, incrociamo le dita :-)

    RispondiElimina
  48. Ho appena letto da Onde, della tua vittoria e ci tenevo a complimentarmi :D

    RispondiElimina
  49. Letto ora della tua strameritata vittoria! Proprio brava per le parole e per gli gnocchi....che li faccio miei al più presto!
    Grazie
    Claudia

    RispondiElimina
  50. la ricetta mi ha fatto venire l'acquolina in bocca...il pane che faccio sarà ottimo per questi meravigliosi gnocchi insieme al latte della stalla alla mia 'pummarola' e a tanto amore per la cucina ! grazie chicca

    RispondiElimina
  51. Ciao,
    in cerca di ricette "panaie" ho trovato la tua e mi sono permessa di rubartela per il mio blog...naturalmente con link e crediti!
    Grazie :)

    RispondiElimina
  52. Posso usare acqua al posto del latte?

    RispondiElimina
  53. Posso usare acqua al posto del latte?

    RispondiElimina