Lightbox Effect

mercoledì 18 maggio 2011

Minestra di ortiche

lo sai che i papaveri......


Ma voi l'avete capito qual'è il vostro ruolo in questa vita? Beh io ancora no, cerco cerco ma non ci capisco un gran che. Ultimamente l'ipotesi più accreditata è che io sia qui per restituire alle piante infestanti il loro posto nell'orto.
Che sia predestinata a questo? Considerando l'impegno che ci sto mettendo direi che la cosa l'ho presa veramente sul serio. Delle disavventure con le ortiche vi ho già raccontato qui. Complice l'arrivo del gatto Psyco l'esperienza della raccolta si è mostrata in tutta la sua pericolosità.
Ma è niente in confronto a quello che ho affrontato qualche giorno dopo, quando percorrendo in macchina una strada ad alta intensità di traffico, il mio occhio casualmente cade su una macchia di fiori di campo.
Era assolutamente impossibile che io soprassedessi. Ormai li avevo visti ed erano perfetti per la mia foto, ed ora, a rischio anche della vita, li avrei raccolti.
Le macchine sfrecciavano a velocità a dir poco sostenuta, ma come se niente fosse non solo raccoglievo imperterrita i miei fiori , ma facevo anche un'accurata cernita. E mica li potevo prendere tutti, che poi magari avrei involontariamente contribuito all'estinzione di qualche specie rara. 
Cercando di non sentirmi troppo in colpa torno verso casa, ma il tarlo ormai si era insinuato e non c'è stato niente da fare, fino a quando il giorno dopo tornai sulla scena del crimine e dei fiori non c'era più nemmeno l'ombra. Tutto era stato ripulito per bene per manutenzione strade. Allora magari avevo fatto bene a raccoglierli, almeno avendoli immortalati in una foto avrei potuto guardarli per sempre. A cosa stiamo rinunciando senza nemmeno rendercene conto? Quante e quali sono le cose che spariranno piano piano dalla nostra vita oltre al sapore di quello che mangiamo? E i nostri figli e nipoti potranno ancora raccogliere un mazzo di fiori di campo per noi?



Vi lascio con questa domanda e la ricetta di questa minestra di ortiche, una volta certamente un piatto che si trovava facilmente sulle nostre tavole, oggi per tanti una vera rarità, proprio come raccogliere un fiordaliso...
Se vi capitasse l'occasione di trovare delle ortiche non lasciatevele sfuggire. Guardatele con occhi diversi, non solo come qualcosa di urticante, ma un bene raro e prezioso, un delizioso sapore di un tempo. Questa minestra molto semplice è davvero buonissima.

Ingredienti
per due persone

ortiche: un bel pò di cime
cipolla bianca: una
orzo: 80 gr
brodo vegetale: qb
vino bianco: per sfumare
sale: qb
olio evo: qb

Procedimento

Mondare le ortiche scegliendo solo le cime più tenere e lavarle bene. Tritare la cipolla e farla appassire in poco olio extravergine di oliva. A metà della cipolla aggiungere le cime delle ortiche e lasciarle appassire. Tostare l'orzo precedentemente lavato insieme all'altra metà della cipolla, sfumare con un pò di birra chiara o se preferite vino bianco e aggiungerlo alle ortiche. Aggiungere il brodo caldo e portare a cottura l'orzo (ci vorrà mezz'ora circa) mantenendo la minestra morbida (nel caso aggiungere un pò di brodo). Salare e pepare a piacere, aggiungere un pò di parmigiano (ma è buonissima anche senza) e servire tiepida.

Alcune annotazioni: non ho dato dosi per le ortiche, io non le peso, prendetene un bel pò, regolatevi come con le altre verdure, alla fine, una volta cotte, se avrete riempito una tazza da tè andrà bene per una minestra per due/tre persone.
A me piace usare la birra in questa minestra, conferisce una nota amarognola molto gradevole, ma se preferite il vino bianco andrà benissimo comunque.

Ormai i più sapranno che domenica a Bologna c'è stato un raduno di foodbloggers. L'occasione è stata il compleblog di Angela e Chiara Maci che per l'occasione hanno ricevuto tutti noi foodbloggers nel bellissimo Spazio Castiglione. Grazie ragazze, siete state delle padrone di casa deliziose. Io purtroppo non ho scattato foto, ero troppo impegnata a mangiare e chiacchierare :-) ma le mie colleghe molto più brave e diligenti di me sapranno certamente fornire documentazione più dettagliata. Invece vorrei salutare tutte le amiche presenti all'evento, vecchie e nuove conoscenze, è stato un piacere trascorrere questa giornata insieme.

Un bacio a tutti e al prossimo post

62 commenti:

  1. Mannaggia, mi è proprio venuta voglia di cucinare le ortiche..ma qui chi le trova???
    Mi sa che qui certi fiori sono già spariti da un po'..pensa che quando agli inizi mio marito veniva a trovarmi, si stupiva di vedere ancora campi di papaveri che dove viveva lui non si vedevano piu' da anni...
    La minestra ha un aspetto davvero invitante...
    un bacione ^_^

    RispondiElimina
  2. Vedo che non sono l'unica a pentirmi quando raccolgo i fiori .....
    In compenso come ti ho già detto, non ho mai assaggiato le ortiche, sigh :( ..... e me ne pento!!!!

    RispondiElimina
  3. Io le ortiche non le ho mai cucinate, ci pensava mio nonno, solo che lui passava delle ore in cucina, le sbollentava più volte e a volte ci parlava anche ...chissà loro cosa gli rispondevano! Certo è che la zuppa era favolosa...devo provare a rifarla! Buona giornata un bacione ciao :)
    ps: per le crepes effettivamente hai ragione chissà perchè svedesi...ho usato una ricetta di mia nonna e lei le chiama così...ho provato a chiederle perchè, ma lei mi ha risposto come faceva quando avevo 5 anni..."Perchè sì!" :D

    RispondiElimina
  4. Che bel post friend!Quei fiori sono meravigliosi, ti confido che anch'io non resisto ai papaveri!Amo la minestra di ortiche, mi ricorda tanto la mia nonna ... sai che quasiq uasi questo week end me le vado a cercare?Mi è dispiaciuto moltissimo non poter esserci domenica, ma sono felice abbiate passato una splendida giornata!Un bacione grande

    RispondiElimina
  5. mumble mumble....ma sta storia delle ortiche che si mangiano mi ha sempre incuriosita molto!!!
    Qui nella campagna nei dintorni (se sono quelle che dico io ) ce ne sono a vagonate....vuoi vedere che mi devo buttare anche in questa avventura.....urticante??? ^_^

    baci

    RispondiElimina
  6. Cerca che ti cerca forse ci sono arrivata a capire il mio ruolo in questa vita!!! Semplicemente non ce l’ho! Però potrei prestarmi volentieri a quello di raccoglitrice di ortiche se solo risucissi a trovarle. Mi ispirano nella fritatta, mi ispirano nel risotto e adesso che me l’hai fatta conoscere anche in questa zuppa. Non amo la birra ma il fatto che conferisca un gusto amarognolo me la fa sicuramente preferire al vino con cui sono ai ferri corti :))
    Un baciotto scriciola, buona giornata :-*

    RispondiElimina
  7. Temo, Viola cara, che i nostri nipoti mangeranno solo cibi liofilizzati e annuseranno profumi liofilizzati pure quelli...altro che papaveri e ortiche!!!!!!!!!!!! quanto al mio ruolo nella vita, boh....eterna "segaiola" mentale????? Un bacio grande

    RispondiElimina
  8. Io ricordo che aver mangiato il riso con le ortiche, lo fece mamma....poi da allora in po non l'ho più provato!
    E' davvero un sapore di una volta e bisognerebbe farloconoscere anche a chi non ne ha mai avuto occasione!
    Brava Viola...e continua con il tuo intento di ridare vita a tutte le piante sconosciute...io aspetto altre ricette!^_^

    RispondiElimina
  9. Tesoro mio ma lo sai che una minestra all'ortica nn l'ho mai mangiata???Per me è davvero una rarità anzi un piatto speciale e credo che sia arrivato il momento di provarla visto che la foto mi ispira tantisssssssssimo come questi fiori cosi colorati allegri e speciali come te e la la nostra amicizia che spero prima o poi diventi vera e concreta con un bellissimo abbraccio!!!!TVBBBBBBBBBBBBB,Imma

    RispondiElimina
  10. Sto vedendo parecchie ricette in giro con le ortiche.. frittata.. risotto.. ed ora tu con la minestra! Io mai mangiato nulla di simile.. ma le ortiche dove le prendo a Roma???? ed anche trovandole chi si fida.. con tutto lo smog e sporcizia che c'è in giro!!! La tua minestra è ottima... baci :-)

    RispondiElimina
  11. le ricordo da piccola le ortiche ma sono anni che non le vedo più.. hai proprio ragione.. troppe cose stanno sparendo! un bacio

    RispondiElimina
  12. Le domande che hai posto sono legittime, visto il periodo in cui viviamo e a cui stiamo andando incontro. Mi auguro che l'uomo inverta la sua rotta, anche se sono pessimista. Adoro le ortiche, la loro raccolta comporta sempre qualche problemino ^-^ ma ne vale la pena. Una minestra davvero ghiotta! ciao

    RispondiElimina
  13. Il ruolo nella vita? Mah, sono sempre piena di dubbi che forse il mio ruolo è proprio dubitare.
    Certezze e sicurezze poche, pochissime.
    Cara Violetta, in questo momento una certezza è la tua minestra, mi piace tantissimo.
    Da quando ho, finalmente, assaggiato le ortiche, le cerco tantissimo, ma qui a Milano sono, praticamente introvabili.
    Bellissima la foto con i fiori di campo.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  14. Mica è facile sapere qual è il proprio posto nel mondo, potrei pensare di diventare una mangiatrice di ortiche chissà se è un ruolo vero =D

    RispondiElimina
  15. Sai che non le ho mai assaggiate le ortiche.
    Il tuo piatto mi ispira tantissimo.
    Un abbraccio e buona giornata.
    Ciao,Fausta

    RispondiElimina
  16. Io ormai viaggio con la macchina fotografica in borsa e se vedo un bel fiore lo fotografo ma non lo raccolgo...mi sentirei troppo in colpa se no!
    Bella la zuppettina adoro le ortiche, son proprio buone!

    RispondiElimina
  17. Ma questa è una vera delizia cara Viola, vado a cercare ortiche!!!!! bacioni!

    RispondiElimina
  18. La mia mamma proibiva a mio padre di regalarle fiori recisi, perche' le dispiaceva vederli morire nel vaso...

    Sai che non ho mai, dicasi mai, mangiato l'ortica??? :-(

    RispondiElimina
  19. Io giro sempre con la macchina fotografica ma qualche volta, se voglio ammirarlo anche a casa, un fiorellino lo raccolgo! Le ortiche posso solamente comprarle ma non lo faccio mai perché non so da dove provengono! Ma nel caso ci riuscissi, secondo te il riso ci sta bene lo stesso al posto dell'orzo? Baci

    RispondiElimina
  20. Io mi commuovo ogni volta che vedo un papavero: ormai sono così rari! Raccolgo fiori e piante spontanee solo per cucinarli, come le verdure e le ortiche sono tra le mie spontanee culinarie preferite!

    RispondiElimina
  21. Di fiordalisi neanche l'ombra. Le ortiche le becco quando vado a correre. Sai quante volte sono stata tentata di raccoglierle? ma mica posso poi farmi 20 km con delle ortiche in mano :(((
    E mi sembra poi uno spreco tornarci in macchina...devo escogitare una soluzione perchè non posso non aver mai assaggiato queste famigerate ortiche >:(
    Quando ero picciola le trovavo dietro casa perchè avevo un vicino che non puliva mai il giardino ma non mi ha mai sfiorato l'idea di raccoglierle...adesso cambiato il vicino e giardino immacolato...

    RispondiElimina
  22. Ciao Violaaaa! grazie per esser passata da me :) non so come mai non riesci a commentare il dolce al limone..sarà un problema momentaneo :) comunque un post vale l'altro quindi non ce problema, il commento lascialo dove vuoi ^^ lo sai che amo le zuppe di verdure?? e questa è divinaaaa!! bravissima!! :) bacioniiiiiiiii

    RispondiElimina
  23. che buona e sana dev'essere questa minestra...io le ortiche non ho il piacere di trovarle in zona, mannaggia...
    Mi consolo guardando le tue belle foto...baci!

    RispondiElimina
  24. L'orzo mi piace, e pure parecchio, ma non riesco a trovare le ortiche, mi piacerebbe proprio provarle. Complimenti per il blog, da oggi sono una tua sostenitrice, se ti va passa a farmi una visitina. A presto

    RispondiElimina
  25. ciao Viola è un pò che non passo dal tuo blog ....a parte l'insalata di ravanelli qui sotto che ti copierò di sicuro...io ho mangiato mi ricordo un risotto all'ortica a un matrimonio e me lo ricordo ancora!!!! però io sinceramente mai preparata...sai non sei la sola a farti tutte queste domande..ma siamo tutti figli di un mondo che sta andando verso l'autodistruzione e noi stiamo lì a guardare ma cosa possiamo fare ??? chiudo qui perchè altrimenti scrivo un tema...un bacio

    RispondiElimina
  26. Ho mangiato i ravioli tempo fa ma non ricordo il loro sapore ...magari provo questa tua ricetta , ciao

    RispondiElimina
  27. Ciao Viola...come hai ragione, chissà se andando avanti così, in futuro si potrà ancora godere delle bellezze della natura! Per ora almeno le ortiche le trovo ancora vicino a casa...quindi proverò questa bella ricetta!
    Un bacione

    RispondiElimina
  28. Magari sapessi il mio intento nella vita, anche in un periodo limitato! ...dal al lavorerai lì, avrai uno stipendio fantasmagorico, avrai un bambino coi capelli rossi che andrà male in matematica, roba così! NE sarei già felice!

    Hai ragione, quando vedo un bel campo pieno di fiori vorrei fare assolutamente qualche foto, poi, a volte, mi piacerebbe andare a coglierne, ma poi la penso come te.

    Non ho mai mangiato nulla con le ortiche, magari proverò la tua ricetta! ;)

    RispondiElimina
  29. Mai assaggiato le ortiche, ma tu ne sai una più del diavolo e ci hai fatto venire voglia di cucinarle,bravissima!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  30. stiamo facendo il possibile per distruggere il pianeta, e ci stiamo anche riuscendo bene!
    complimenti per la tua minestra, molto interessante, e per le belle foto.

    RispondiElimina
  31. L'ortica non l'ho mai cucinata, ma l'ho mangiata e mi piace. La tua ministra mi ispira molto. Un saluto.

    RispondiElimina
  32. Viola hai ragione... io ho la fortuna d'estate di stare ancora in mezzo ai prati, immersa nei boschi e nei torrenti e la mia famiglia con me.. ma anche li le case avanzano a vista d'occhio, trovo ancora però tantissime ortine non inquinate, e le uso spesso, la minestra però non l'ho mai fatta, quindi la proverò di sicuro, tanto come ti dicevo chi raccoglie e pulisce e l'altra metà della cucina di Ely :-) baci

    RispondiElimina
  33. Un piatto veramente eccellente e corroborante!!! Bravissima, un abbraccio e felice serata

    RispondiElimina
  34. Voglio provare a farla anche io visto che abitando vicino alla campagna non dovrebbe essere difficile trovare le ortiche ! ciao:-)

    RispondiElimina
  35. Ciao Viola!!!
    Ogni tanto riappaio....
    Ma che belli i fiori che hai raccolto, ma i fiordalisi non erano blu una volta??? Oppure ho le traveggole???
    E che dire della minestra di ortiche.. stai facendo un gran lavoro con queste ricette, prima che vadano perdute dietro alle mode dl momento..
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  36. Tutte domande legittime le tue, che come tali resteranno in attesa di risposte pellegrine. Il mio ruolo in questa vita? Forse è quello che hanno avuto quei tuoi fiori: mostrarmi per un semoplice istante sul proscenio della vita e poi sparire nella speranza che qualcuni scatti una foto di me e si ricordi i miei colori... ma anche no. Siamo così tanti e tutti così particolari che magari il ruolo che assumiamo ha valore solo per noi stessi. Belle foto ad immortalare fiori ormai morti e bella ricetta, infine grazie... con le tue domande mi spingi a pensare ^_*

    RispondiElimina
  37. lo sai che mi son fatta la stessa domanda...ricordo le passeggiate in montagna a raccogliere anemoni, gladioli, ciclamini....e adesso non vedo in giro che prataiole e le poche violette che ho visto a inizio della primavera. peccato, un vero peccato. hai fatto bene a immortalarlo. le ortiche ancora non le ho mai mangiate, e ogni volta che ne vedo un piatto di minestra, risotto e varie, mi vien voglia di provare...poi mio marito storce il naso...e quella è un'altra storia.
    un bacione

    RispondiElimina
  38. sai che non ho mai assaggiato le ortiche?
    però mi segno la tua ricetta!

    RispondiElimina
  39. Ciao cara!! Sai che non l'ho mai provata? Dev'essere squisita!! Bravissima!! Un bacione e buona serata.

    RispondiElimina
  40. sei davvero bucolica. Ormai sei diventata fan sfegatata di ortiche... inventami una ricetta che io ne ho ancora un pò da smaltire :-P

    RispondiElimina
  41. il mio ruolo nella vita non lo so ancora.. e alle tue domande non so dare risposte, ma mi sembra che tu abbia fatto proprio bene a raccogliere queste ortiche!

    RispondiElimina
  42. Purtoppo sono una di quelle che non l' ha mai assaggiata, ma immagino quanto sia buona, specialmente in una minestra fatta a regola d' arte come la tua!!! I fiori di campo li adoro nella loro semplicità e bellezza...Sono felice per la bellissima giornata che avete passato tutte insieme, peccato che era a Bologna e non ho potuto partecipare a questo gioioso evento!! Un bacione e buonanotte!!!

    RispondiElimina
  43. Interessante questo post.Bella la storia dei fiordalisi e gustosa la ricetta con le ortiche.Io nel mio giardino-bosco ne ho una quantità notevole. Spesso la utilizzo come fertilizzante nelle aromatiche e contro gli afidi sopratutto nelle rose.Complimenti.

    RispondiElimina
  44. che buono dev'essere! io le ortiche non le so proprio riconoscere se le vedo per strada... sono una frana!

    RispondiElimina
  45. hai ragione cara...le cose che ci perdiamo! pensa che io non so nemmeno che sapore abbia, l'ortica e purtroppo non saprei neanche dove reperirla! E lo so che è un peccato!!!

    RispondiElimina
  46. sicuramente tante cose spariranno, le più naturali.le ortiche in effetti se tu ci pensi in pochi le cucinano ormai.spero per i fiorellini di campo che ce ne saranno sempre perchè a mio figlio ho insegnato a racoglierli e a darmeli in dono (li gradisco più di tante cose)

    RispondiElimina
  47. gli hai donato l'eternità, a quei fiori :) In foto stupende.
    E la minestra ha un aspetto meraviglioso, nel bosco davanti casa ho visto tante ortiche, le raccoglierò!

    RispondiElimina
  48. Grazie a te Viola per la bella giornarta e la piacevole compagnia.
    Mi ha fatto davvero piacere conoscerti.
    Ti mando un bacio e complimenti per la ricetta con le ortiche, di oggi, la faccio spezzo anch'io in questo periodo.
    Un bacio e a presto

    RispondiElimina
  49. anche io non ho mai mangiato l'ortica...!
    cmq l'avventura che serve a reperire l'ingrediente rende più appetibile il piatto, perciò il tuo è buono al cubo!

    RispondiElimina
  50. ma sai che non l'ho mai assaggiata l'ortica?? è così invitante questa minestra!!!sei sempre bravissima!!un abbraccio!

    RispondiElimina
  51. Ma lo sai che anche io quando vedo un campo di fiori li raccolgo rischiando qualsiasi cosa pur di portarmi il loro colore e talvolta il loro profumo in casa?!E come è vera la tua riflessione sul dove andremo a finire...Io sono una di quella che vede le ortiche come pianta che da prurito alle mani, ma viste le tue due ricette potrei anche ricredermi! E' stato un piacere ritrovarti da Chiara :-)! Un bacione e buona giornata!

    RispondiElimina
  52. Mi piace molto questa ricetta, che voglio definire shabbychic!!
    Baci cara Viola!
    Barbaraxx

    RispondiElimina
  53. Ciao sono Mariabianca

    Domani il mio blog compie un mese.
    Ti invito a mangiare (seppur virtualmente) un semplice dolcino insieme ame.

    RispondiElimina
  54. Quante ortiche vuoi mia cara??Il mio giardino non mi lascia mai senza,ma io imperterrita resisto e non riesco ad adoperarle in cucina!!Ora basta,sembra proprio che l'assaggio sia dovuto..potrei non provare mai più quel sapore!!E magari mi butto con questa minestrina appetitosa!!
    Il mio ruolo ancora non mi è chiaro,forse non ne avrò mai uno!!Ma una cosa è certa,in questa vita forse non lascerò alcun segno,ma spero di lasciare un pò di ottimismo nella vita dei miei figli!Posso accontentarmi??Non lo so,forse è meglio farlo!!
    UN bacio cara,intanto noi "colleghe"apprezziamo tanto il tuo "ruolo"in quest'angolino!!

    RispondiElimina
  55. ciao cara..che bella minestra ci presenti!!
    non ho mai cucinato l'ortica e pensare che ne ho parecchia vicino a casa!!i papaveri sono bellissimi,soprattutto quando sono tanti e creano una macchia rossa!! uno spettacolo, baci e buon we

    RispondiElimina
  56. Nn conosco le risposte alle tue domande, ma credo che in fondo nn necessitino risposte. L'importante è farsele x vivere a pieno e con consapevolezza il presente. Peccato nn essere stata dei vostri domenica, purtroppo ho dovuto rinunciare all'ultimo...speriamo nella prossima occasione! Intanto mi rubo qualche cucchiaiata di zuppa!

    RispondiElimina
  57. Spero che possano ancora raccoglierli, che il mondo sia pieno di fiori, colori e profumi!
    Deliziosa la minestra di ortiche!Buon weekend!

    RispondiElimina
  58. Ciao Viola, non passavo da un po', bella questa minestra di ortiche, le ho giusto notate ieri ma nn avevo guanti per.. ehm.. fare raccolta! Ne devo tenere in auto a portata di "mano" :DD
    Tra le infestanti c'è anche qualche buona cimetta, brava a ridar valore a quel che ne merita
    bacione!!

    RispondiElimina
  59. Il mio ruolo in questa vita credo che sia quello di apprendere delle lezioni che aiuteranno la mia anima a progredire nel cammino della perfezione che ha come meta finale...Dio :) E di lezioni da apprendere ce ne sono tante, tra cui l'Amore. Anche quello per la natura, sì... Anche ammirando un semplice fiore di campo o un tramonto sul mare o un volo di uccelli si comprende la grandezza di Dio :-) Azz, come sono in vena di filosofeggiare, stasera! Sarei anche in vena di gustare la tua minestra di ortiche, che non ho mai avuto il piacere di assaggiare. Che facciamo? Passo da te e tra una chicca di saggezza e l'altra ci facciamo fuori una bella zuppiera colma di minestra? ;-)

    RispondiElimina
  60. Ma allora non sono l'unica a cucinare le ortiche!!!
    Quando l'ho detto in giro mi hanno guardato tutti storto! Bhò!!!
    Che bella coincidenza questi giorni sono andata per boschi insieme alla mia famiglia e ne abbiamo raccolte davvero tantissime!! Proprio oggi ho fatto le foto x un post!
    La tua minestra è davvero invitante! Io adoro tutto quello che è brodoso e zupposo!
    Baci eli

    RispondiElimina
  61. Come ti capisco...da tutti i punti di vista:
    1° la lotta con i sensi di colpa quando colgo i fiori e li faccio a cogliere a mia figlia
    2° l'uso delle piante infestanti che mi piace da morire
    3°l'interrogativo un po' amaro di cosa resterà ai nostri figli, la consapevolezza triste di ciò che sta scomparendo
    Va be' detto questo, mi beo di questa meravigliosa minestra e ...rivado a fare scorta di ortica, chè stasera gli tocca !!!
    Besos

    RispondiElimina
  62. Ciao, il pdf della raccolta plumcake è pronto.
    Puoi scaricarlo dal mio blog, in fondo alla pagina.
    Grazie ancora per la tua partecipazione.
    Natalia.

    RispondiElimina