Lightbox Effect

mercoledì 11 aprile 2012

Riso selvaggio con ortiche, bruscandoli e melissa


Da quando ho scoperto che mangiare ortica rende saggi, (così almeno pensava anticamente qualcuno) ne faccio delle scorpacciate. A chi come me fosse convinto che nulla succede per caso, forse verrà da chiedersi come mai il mio giardino sia pieno zeppo di ortiche. Che sia arrivato il momento di mettere la testa a posto e che qualcuno abbia trovato questo modo per dirmelo? :-)
Beh, non lo so, sta di fatto che al di là della saggezza che forse arriverà, mangiare ortiche fa anche bene alla salute.
Sono ricche di ferro e quindi perfette per combattere l'anemia, sono diuretiche e depurative. Ma anche un ottimo rimedio contro l'artrite e i reumatismi (questo magari lo teniamo presente per gli anni a venire ;-)
E quindi perchè non approfittarne? Immagino che non tutti abbiate la fortuna di avere un giardino pieno zeppo di ortiche come il mio, ma sono talmente diffuse che recuperarne un pò non sarà difficile. E se per caso, alla ricerca di ortiche, vi inoltraste in terreni inesplorati o quasi, date un'occhiata anche tra eventuali cespugli, siepi o arbusti che vi si presenteranno strada facendo, che magari potrà capitare di imbattervi anche in qualche bruscandolo (o germoglio di luppolo che dir si voglia!)
E se così fosse, raccogliete tutto e una volta a casa preparatevi un ottimo riso selvaggio! E' quello che ho fatto anch'io l'altro giorno, partita per una passeggiata in giardino e tornata con il pranzo. E volete mettere la soddisfazione di mangiare qualcosa di appena raccolto con le proprio mani? Punture di ortica a parte voglio dire.
Ma voi, che siete senz'altro più bravi di me, non fatevi cogliere impreparati e partite per la raccolta muniti di guanti, forbici e tutto ciò che occorre! Anche perchè con le ortiche ci si possono fare un sacco di cose: frittelle, minestre, pasta, ravioli, risotti, gnocchi, frittate, infusi, decotti e via dicendo. Quindi raccoglietene più che potete, bisogna approfittare di questi giorni, fino a quando le foglie sono ancora tenere. Si prende la parte apicale, le foglioline sopra per intenderci. Una volta a casa si mettono a bagno e si lavano bene. Perderanno il loro potere urticante e si potrà passare alla cottura: o si sbollentano per qualche minuto per poi ripassarle in padella con un soffritto di cipolla, (magari per preparare un risotto o una minestra) oppure, se non sono moltissime, si possono anche far saltare direttamente con poca cipolla e un pò d'olio per preparare una frittata veloce o un riso saltato come ho fatto io oggi!
Se invece deciderete di impegnarvi molto e di raccoglierne in quantità, potrete anche pensare ad una scorta da tenere in congelatore! Richiede un pò di impegno ma ne vale sicuramente la pena, sono buonissime, e non dimenticate il vantaggio di diventare saggi!



Riso selvaggio con ortiche, bruscandoli e melissa
Ingredienti
per 2 persone

riso selvaggio: 180 gr
cipolla: una piccola
foglie di ortica fresche: 50 gr
bruscandoli: un mazzetto piccolo
melissa: qualche fogliolina
olio evo: qb
sale: qb

Procedimento
Lessare il riso in acqua bollente salata tenendolo un pò al dente e scolarlo. Affettare la cipolla sottile e farla soffriggere in poco olio d'oliva. Aggiungere le cime dell'ortica e i bruscandoli tagliati a pezzetti e far cuocere finchè saranno morbidi, salare, aggiungere la melissa spezzettata e lasciare qualche minuto. Saltare il riso nelle erbette e servire subito.

Alcune annotazioni: non ho pesato le ortiche, ne ho raccolte un pò, diciamo due manciate abbondanti. La prossima volta le peso e scrivo la quantità corretta, comunque si può fare tranquillamente ad occhio.

33 commenti:

  1. Ciao Viola!!!!! ma che bel risottino...e se mangiare ortiche rende saggi, beh, meglio che io ne faccia scorpacciate!!! Un bacione

    RispondiElimina
  2. Devo assolutamente raccoglierle, pochi giorni fa ero uscita armata di guanti, ma non le ho trovate.. devo cercare bene e prepararmi un bel piattino come il tuo :)

    RispondiElimina
  3. Tesoeo tu sei proprio la mia fatina dei boschi!!! Vivendo in città è difficile trovare delle ortiche ma questo risotto è un buon motivo per cercarle in un bel bosco anzi diciamo che ho il bosco di capodimonte vicino e sono sicura che li ne troverò in abbondanza e questo risotto lo proverò mi stuzzica troppo l'idea!!!Un mega bacione e tvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvv tanto tanto,Imma

    RispondiElimina
  4. ok.. ne vado a far scorta nei campi e, dopo una abbondante auto-somministrazione, avrei in mente qualcuno a cui farne mangiare un bel po'... (anche cruda, da lessare ;-p !!)! bel piatto.. che sfrutta quelle chicche, sane e buone e a costo zero, che le nostre terre ci offrono! con i bruscandoli adoro anche la fritta..mmm..! baci cara

    RispondiElimina
  5. Ne ho mangiate molte anche io durante queste vacanze, certo mio suocero le fa fritte, ma che devo fare! :) mi piace moltissimo l'abinamento con il riso selvaggio, lo proverò sicuramente!

    RispondiElimina
  6. Ieri sono andata per prati e ho preso tantissime erbe profumate, adesso devo far frullare il cervello per prepararle, ma tu midai un sacco di spunti.

    RispondiElimina
  7. Se è vero che l’ortica rende saggi dovrei adoperarmi per farne scorpacciate a gogò oltre a una bella provvista da mettere in freezer per non restare mai senza! Intanto sarebbe un primo passo “saggio” provare questo bel risotto, mi piace un sacco il riso selvaggio :) Baciotti, buona giornata

    RispondiElimina
  8. E' tanto tempo che voglio cucinare le ortiche e mi hai decisamente convinta a farlo al più presto!!!bellissimo questo risotto :)

    RispondiElimina
  9. mia nonna le usava per le tagliatelle, donna saggia! chissà se ha contato anche per me :-) le tagliatelle erano buonissime e quindi penso lo stesso del tuo riso! ciao!

    RispondiElimina
  10. Purtroppo non ho il giardino e nemmeno abito in campagna! E andare a raccogliere le ortiche nei giardini pubblici proprio non mi sembra il caso... :-( Oltretutto con 'sto tempo non posso nemmeno permettermi di fare qualche gita in campagna, ma non appena torneranno le belle giornate di sole farò una scampagnata e sicuramente raccoglierò qualche erbetta per fare questo risotto che ha un aspetto davvero intrigante! :-)

    RispondiElimina
  11. davvero particolare! ben fatto, cara.
    buona serata
    spery

    RispondiElimina
  12. adoro sia le ortiche che i bruscandoli, ma non ho mai il tempo di andare a raccoglierli, mannagia!

    RispondiElimina
  13. Ma tu lo sei gia', non ne hai bisogno.
    Bacio

    RispondiElimina
  14. E' proprio quello che serve per recuperare le abbuffate di questi ultimi giorni, sembra leggero e gustosissimo :)
    Tiziana

    RispondiElimina
  15. Adoro le erbe spontanee e questo piatto ne esalta perfettamente il sapore! Complimentissimi!!!

    RispondiElimina
  16. I bruscandoli... è da tanto che non li mangio... che nostalgia. E questa cosa della saggezza mi torna utile, assolderò un raccoglitore ufficiale disposto a raccoglierle per me (babbo!) e poi minestre e riso a volontà :D

    RispondiElimina
  17. la prossima volta fai i tagliolini alle ortiche e vedrai che buone! a me piacciono tanto un po'meno raccoglierle!ottima proposta la tua, molto green come e'la stagione!

    RispondiElimina
  18. hai ragione le ortiche hanno un gusto favoloso..e che soddisfazione!

    RispondiElimina
  19. una ricetta molto particolare.. da te c'è sempre da imparare e.. grazie per i preziosi consigli.
    buona serata
    terry

    RispondiElimina
  20. Un risottino davvero delizioso!! Da provare anche se sarà un pò difficile per me trovare l' ortica!! Un bacione...

    RispondiElimina
  21. Ricetta saggia con riso selvaggio ;-)
    Brava Simona

    RispondiElimina
  22. quante belle cose che si scoprono... le piante non finiranno mai di stupirmi :) peccato che le ortiche non le abbia proprio mai trovate in giro!

    RispondiElimina
  23. Brava, brava, sei sempre bravissima!!! la ricetta la copio perchè anche qua di ortiche ce n'è a bizzeffe....forse necessito di saggezza anche io!!!! Un bacio
    P.S. la foto è bella bella!!!

    RispondiElimina
  24. Se a mangiar ortiche si diventa saggi, devo pensare seriamente di iniziare a farne scorpacciate...eheheheheh! Splendida ricetta e foto magnifica! Un bacio e buon week end! :-D

    RispondiElimina
  25. ciao cara come stai?? spero bene!!risotto spettacolare..è sempre un piacere passare da te!!
    Se vieni a Padova dimmelo che c'incontriamo e ti offro un buon gelato!!^_*baciiiiiiii

    RispondiElimina
  26. Che riso magnifico! E che blog bello, interessante e con immagini divine *_*
    Complimenti!

    RispondiElimina
  27. Ma che bel riso, compliementi per le belle foto e per i deliziosi piattini!!

    RispondiElimina
  28. Adoro il riso con ortiche, e' stata una delle mie prime ricette pubblicate :-) a presto laura

    RispondiElimina
  29. ah beh se è per la saggezza allora vado subito a farne gran scorta :D
    bel risotto da davvero ;-)

    RispondiElimina
  30. Mi piacciono le ortiche! Che piattino delizioso hai saputo inventare con pochi ingredienti! Baci

    RispondiElimina
  31. Ci credi se ti dico che io le ortiche non le ho mai assaggiate? Sarà per quello che la strada per la saggezza mi sembra ancora troppo lunga? Ahahahah!!! Dai, invitami a pranzo e vediamo se con questo risotto magico la strada mi si accorcia un po' :-D

    RispondiElimina
  32. ma lo sai che le ho assaggiate e sono buonissime!!! Ma non le ho mai cucinate! Appena posso seguo la tua ricetta!! :) Bellissima la foto e bellissimo il tuo blog :)
    ne approfitto anche per invitarti al mio contest: http://blog.giallozafferano.it/mezzestagioni/e-tu-di-che-pasta-sei/
    Ti aspetto!!! Buonanotte!
    Anna

    RispondiElimina
  33. wow che delizia! è perfetto e davvero gustoso! complimenti, un bacio :)

    RispondiElimina