Lightbox Effect

martedì 16 luglio 2013

Biscotti al kamut


Oggi sono veramente a pezzi, e triste, ma veramente molto triste, sapete quella tristezza che si appropria del vostro stomaco, del vostro cervello e del vostro cuore? Proprio quella.
Qualche volta è così difficile capire se la strada che si sta percorrendo è quella giusta o se si sta sbagliando direzione che ci vorrebbe un manuale d' istruzioni, perché in fin dei conti, l'esperienza passata non è che aiuti molto. Ogni volta sembra che quello che abbiamo vissuto non c'entri niente con oggi.
Ma allora quand'è che quello che è stato servirà a capire qualcosa? E magari a non commettere errori? Io sto ancora aspettando che quel momento arrivi! E quanto durerà questa volta? Il tempo a volte sembra veramente infinito...
Quindi mi perdonerete se non mi dilungo in chiacchiere, è che ho fretta di mettermi a fare qualcosa di sbagliato, tipo fumare, bere birra, saltare i pasti e roba simile. Ma perchè quando soffriamo vogliamo farci del male? Ditemi che anche voi quando soffrite, quando lo stomaco vi si contorce e la voce fatica ad uscire fate le peggiori cose! Ma poi tutto passa si dice no? E speriamo stavolta passi in fretta...ho già trascorso un tempo infinito a far passare i dolori, avrei proprio bisogno di una tregua.
E visto che non ho molta voglia di mettermi ai fornelli, vi lascio una ricetta dolce che ho preparato qualche giorno fa. Lo zucchero si sa, nei momenti bui aiuta sempre. L'unica cosa che consiglio, se siete veramente tristi, è di sostituire un innocuo miele con un barattolo gigante di cioccolata spalmabile! E a pensarci bene i biscotti a questo punto sarebbero pure superflui. Ma ormai li ho fatti e vi lascio la ricetta caso mai foste alla ricerca di un biscottino leggero leggero, un po' come vorremmo che qualche volta fosse anche la nostra vita...

Biscotti al kamut
Ingredienti
farina 00: gr 125
farina kamut:100 gr
farina di riso: 25 gr
zucchero a velo: 125 gr
olio di semi: 50 gr
uovo: 1
bustina di lievito:1
polvere di caffè:1 cucchiaino
essenza di vaniglia:1/2 cucchiaino
sale: un pizzico
buccia di ½ arancia grattugiata

Procedimento
Setacciare le farine con il lievito e il sale.
Aggiungere lo zucchero, il caffè e mescolare bene. Fare un foro al centro, aggiungere l'uovo, l'essenza di vaniglia, e l'olio. Mescolare i liquidi inglobando poco a poco la farina con una forchetta. Impastare velocemente e se serve aggiungere un po' d'acqua fredda. Formare un panetto e farlo riposare in frigorifero un quarto d'ora. Tirare la pasta ad uno spessore di circa tre millimetri, tagliare con una formina ed infornare a 180°C per 15 minuti. Si conservano a lungo in una scatola di latta.

Alcune annotazioni: si può sostituire la farina di kamut con quella di farro e sostituire il caffè con del cacao

Bene, anche per oggi sono arrivata in fondo alla pagina, vi abbraccio tutti e ci ritroviamo al prossimo post, io intanto corro a fare qualcosa di sbagliato ;) 

18 commenti:

  1. purtroppo la voglia di farci del male è in ognuno di noi....tieni duro !!!! Ciao

    RispondiElimina
  2. come ti capisco, ci sono quei periodi in cui tutto va storto! ma sai cosa mi diceva una amica ??? When nothing goes right, go left!

    RispondiElimina
  3. Tesoro mio capitano questi momenti no un po a tutti e in questa stagione sembra che se ne concentrino sempre di più chissà perché ma tu dolce amica mia supererai anche questa vedrai e ti sentirai più forte che mai e capirai attraverso questa sofferenze a capire cosa e chi ti da tristezza e tenerlo lontano da te!!!! Questi biscotti possono essere un vero toccasana per riportare su il morale e sappi che ti sono vicina!! Un abbraccio forte e tvvvvvvvbbbbbbbb,
    Imma

    RispondiElimina
  4. Un forte abbraccio e spero passi in fretta questa tristezza, verrei volentieri a farti compagnia portandoti una vagonata di questi tuoi biscotti con tanta tanta cioccolata.

    RispondiElimina
  5. Io confermo, quando sono giù la voglia di farmi male aumenta a dismisura. Però c'è un però, in questo periodo ho una tale montagna di sfighe da gestire al lavoro che non ho neanche tempo per farmi del male :)
    Che poi mangiare schifezze o bere un bicchiere di birra non è poi farsi proprio male, è più farsi una coccola non tanto sana. Non sai quante me ne faccio in questo periodo, mica riesco ad andare a nanna senza essermi fatta fuori una decina di biscottini!

    RispondiElimina
  6. Ti capisco perfettamente, anche io quest'anno ho avuto dei momenti difficili e cosa facevo?! Mangiavo, mangiavo...e mi intristivo...
    Vorrei tanto che tutto si sistemi e al più presto per entrambe.
    ...intanto mi godo questi favolosi biscotti, una delizia......

    RispondiElimina
  7. cucinare per tutti è sicuramente una ottima valvola di sfogo e serve anche per far sparire le nubi e pensare con più chiarezza...dai, questi biscotitni ti faranno sicuramente venire il buonumore!

    RispondiElimina
  8. Spero passi tutto in fretta.. purtroppo è vero, più si soffre e più ci si fa del male.
    Passerà, spero accada il prima possibile per te :)

    Questi biscotti li adoro. :*

    RispondiElimina
  9. ti sembra impossibile ma... passerà..
    aggiungo solo che spero sarà presto.
    molto presto.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  10. io mi dico sempre che quando si chiude una porta si apre un portone oppure che prima o poi la ruota gira... il dolce aiuta sempre!
    ottimi questi biscottini

    RispondiElimina
  11. La foto è stupenda...ma i soggetti lo sono ancora di più! *-* Mmhh..che buoni questi biscotti! Non ho mai provato il kamut... mi dicono che è davvero ottimo ! Bravissima !
    Incoronata.

    RispondiElimina
  12. Io credo che il dolore vada attraversato, bisogna passarci dentro, consumarlo, viverlo anche se fa male e... poi, passato questo momento, il più duro, tutto inizia a migliorare... magari poterlo evitare, ma se c'è l'unico modo è guardarlo in faccia e affrontarlo... pensando che la rinascita è vicina, arriverà...

    RispondiElimina
  13. siamo tutti nella stessa barca,se posso darti un consiglio : FREGATENE!!! manda tutti a f***ulo perechgè se ignori, la gente ti rispetta di più.un grosso in bocca al lupo!!!

    RispondiElimina
  14. Leggo solo ora questo post....spero che le cose vadano meglio!! Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  15. tesoro...a parte che questi biscotti sembrano fatti per la mia allergia e ti ringrazio...ma leggerti così mi mette avvero tristezza! quando si sta male gli altri possono fare ben poco e anche a me viene da farmi del male, tutto regolare...l'esperienza passata beh...a me a volte è servita, ma la testa ce l'ho sbattuta davvero tante volte...ed è anche successo che qualcosa sia stato irrimediabile. ci soffro ancora. spero che ora le cose siano migliorate, e di sentirti in queste pagine presto. anche nelle mie se vorrai, lo sai che ti voglio sempre bene!

    RispondiElimina
  16. sembra delizioso.Grazie per questa ricetta
    http://restaau.it/Search/City/ristorante-torino.html

    RispondiElimina
  17. Che bella questa ricetta! Davvero golosa! Complimenti!
    Nina di Fragola e Cannella

    RispondiElimina
  18. Una delizia!! Adoro il kamut e questi biscottini devono essere favolosi !! :)
    Ti aspetto da me www.bacididama-blog.com

    A presto !

    N.

    RispondiElimina