Lightbox Effect

lunedì 8 luglio 2013

Imam bayildi


Eccomi qua, di ritorno dalla Grecia e con un pensierino per voi. E che vi potevo mai portare se non una bella ricetta? In realtà sarebbe una ricetta turca, ma in certe zone della Grecia questo piatto si mangia ovunque...soliti scambi tra vicini direi. Comunque, a me l'imam Baiyldi piace tanto, è uno di quei piatti che si devono mangiare senza troppi sensi di colpa, in fin dei conti dopo una lunga giornata al mare, un giro in motorino, nuotate e tuffi, bagni di sole e birra al tramonto, a fine giornata ce lo saremo pur meritato un piatto sostanzioso no? :)
Vabbè, ognuno gestisca i sensi di colpa a modo suo, il mio metodo è quello di convincermi che, il giorno dopo, è quello decisivo per diventare una maratoneta convinta, poi succede sempre qualcosa e quel giorno ancora deve arrivare, ma so che prima o poi correrò tanto da consumare tutte le calorie superflue accumulate negli anni :D Mi ci vedete a ottant'anni a correre come una forsennata? Sento che andrà così.
Che posso raccontare della Grecia? Posti incantevoli, atmosfera da sogno, cibo fantastico, mare insuperabile...manca qualcosa? Ah ecco, l'unica cosa che proprio mi fa soffrire sono tanti gatti troppo magri e affamati...anzi, ne approfitto per lanciare un appello a voi gestori delle centinaia di taverne greche: ma non gli potete dare qualcosa da mangiare a 'sti poveri gatti quando chiudete la cucina?????? Uff...sono uno strazio da vedere per me. Se non fosse per questo, la Grecia sarebbe il paradiso :D 
Ma torniamo all'imam bayildi! Fonti più autorevoli di me potranno confermare o smentire, ma dalle interviste raccolte negli anni, sono arrivata a capire che ognuno ha la sua ricetta (che scoop!) in ogni caso, a parte il ripieno, le melanzane si possono trattare in diversi modi, o bollendole qualche minuto in acqua, o friggendole pochi minuti o rosolandole in padella, facendo poi sempre seguire il passaggio in forno. Quindi! ognuno scelga il metodo che preferisce. Quello che ho scelto io? Beh, fritte ovviamente! per una volta che le faccio non voglio togliere nulla a questo piatto. Tanto domani vado a correre ;)

Imam baiyldi
Ingredienti per 4 persone

melanzane: 4 ( oblunghe è meglio!)
cipolle piccole: 3
pomodori: 2
peperone verde: una falda
aglio: due spicchi
cannella: un pizzico
zucchero: 1 cucchiaino
prezzemolo tritato: due cucchiai
sale, pepe: qb
olio per friggere: qb 
olio evo: circa un bicchiere 
Procedimento

Lavare le melanzane senza eliminare il picciolo ed asciugarle bene. Con un coltellino affilato tagliare longitudinalmente una una striscia di buccia per appiattire la base della melanzana. Dal lato opposto praticare un'incisione sempre in senso longitudinale. Immergere le melanzane per mezz'ora in acqua e sale. Nel frattempo affettare le cipolle non troppo sottili e metterle a soffriggere in olio extravergine d'oliva abbondante, aggiungere anche l'aglio a fettine. Dopo dieci minuti aggiungere il peperone tagliato a striscioline sottili e i pomodori a cubetti privati di acqua e semi e salare. Unire lo zucchero e il pizzico di cannella e lasciare cuocere le verdure finchè saranno tenere (ma non sfatte).
Intanto togliere le melanzane dall'acqua, sciacquarle, asciugarle bene e friggerle in olio caldo per cinque minuti rigirandole spesso (il tempo dipende dalle dimensioni, si devono solo leggermente ammorbidire, poi finiranno la cottura in forno) Scolarle su carta assorbente e aiutandosi con due forchette allargare il taglio in modo da creare lo spazio per il ripieno.
Sistemarle vicine in una teglia da forno, salarle un po' se necessario, riempirle con le verdure stufate, e condirle con un po' d'olio. Aggiungere sul fondo della pentola anche un po' di liquido di cottura delle verdure e mezza tazzina d'acqua. Infornare a 180° per circa mezz'ora, l'imam bayildi è pronto quando le melanzane saranno molto morbide, ci vorranno almeno 45 minuti.

Alcune annotazioni: il peperone qualche volta c'è e qualche volta no, dipende dai gusti, comunque si può anche omettere. Scegliete melanzane lunghe ma piccoline, saranno più facili da friggere e sono anche più belle da servire. Cannella pochissima, non deve sovrastare i sapori delle verdure, proprio un'idea come si dice...Per me il piatto è più buono se fatto riposare qualche ora.. Si mangiano tiepide


12 commenti:

  1. guarda adoro la grecia, tutto, la gente, i posti il mare, la cucina.si sente decisamente tutto il mediterraneo in questa ricetta.buon ritorno!

    RispondiElimina
  2. troppo buono questo piatto! anche io adoro la Grecia!

    RispondiElimina
  3. Ci mettiamo in due a correre verso gli 80!!!

    RispondiElimina
  4. Che sintonia :-) Anche io oggi parlo di Grecia!
    Come ricordo bene i gatti...però me li ricordo belli ciccioni! Un anno ne avevo praticamente adottato uno.... è stato il mio amico per tutte le vacanze! In un isolotto in cui c'era solo un ristorante, ehmmm... trattoria-bettola, c'era un gatto sempre sul retro, il proprietario prendeva i piatti dai tavoli e li metteva per terra sul retro in modo che il gatto potesse pulirli.... no comment! :P
    Questa ricetta mi piace da matti.... ovviamente fritta, non si può fare diversamente....magari poi vengo a correre con te! :P

    RispondiElimina
  5. Mi sa che dobbiamo andare a correre insieme mia cara!!Bentornata tesoroooooooooooo..la grecia che meraviglia, terra incantevole e fatata con il mare che è tutt'uno con il cielo...che ricordi!!!!
    Le melanzane imbottite sono buone in tutte le salse ma questa versione mi piace particolarmente quindi mi metto subito a lavoro ne ho giusto un paio in frigo che aspettano di essere usate!!Un bacione cara e lo sia sempre che tvbbbbbbbb vero:D??!!
    Imma

    RispondiElimina
  6. io sono stata solo nella grecia continentale (..e in gita, per giunta), niente mare, e ne sono rimasta un po delusa, a dir la verità. l'unica cosa che invece mi stupì in positivo è stato come vengono trattati i cani randagi invece, che diventano "cani della città", girano per le strade e si fanno accarezzare, e le persone del posto portano loro da mangiare. ..certo erano davvero tanti, quello sì. per questo mi sembrava strano quel che dicevi dei gatti! :(
    la ricettina mi piace tantissimo, probabilmente sarà ancora riprodotta in grecia dopo tutto il tempo che è stata sotto il dominio turco! peperone, aglio e cipolla: mi ci vorranno tre giorni per digerirla ma i sapori forti non mi spaventano! :D un abbraccio ,a presto

    RispondiElimina
  7. Una ricetta davvero curiosa, che non conoscevo prima! :)
    Però, la cucina greca non è niente male!! ;D
    Che delizia, quelle melanzane..mmhh! Troppo buone!
    Meglio che chiudo la pagina, prima che sbavo!!!! :D
    Un grande abbraccio e complimenti *_*
    Incoronata.

    RispondiElimina
  8. Sono stata in Grecia ormai dieci anni fa, rivedrei così volentieri tutti quei paesini bianchi con le finestre azzurre e so che ora farei molta attenzione anche al cibo... :-)
    Quanto mi piace vedere le melanzane piene di ingredienti, sono un'ottima base per creare e accogliere unioni!

    RispondiElimina
  9. Questo week end le preparo a mio marito che è un amante delle melanzane!!! Un bacio!!

    RispondiElimina
  10. che profumino emana da quelle melenzane! e bentornata simona, qui da te si sta sempre bene!

    RispondiElimina