Lightbox Effect

lunedì 16 settembre 2013

Spezzatino di soia piccante


Forse non tutti sanno che, anche se non sono dichiaratamente vegetariana, sono fortemente simpatizzante, e se non fosse che la carne qualche volta sono costretta a prepararla (per fortuna molto raramente!) potrei diventare vegetariana a tutti gli effetti, ma ci sto lavorando, ho dei progetti! Ancor di più da quando ho aderito ai mercoledì vegani. Sapete di che si tratta? beh, magari se l'argomento vi interessa leggete qui.
Comunque, non so come dire, ma da quando sono veganailmercoledì, anche gli altri giorni ormai alcune cose fatico a mangiarle, almeno senza essermi posta una serie di domande. Se prima un dolce mi pareva qualcosa di assolutamente innocuo, ora lo guardo con più sospetto, se le uova mi parevano assolutamente concesse, ora anche no, e potrei continuare con un lungo elenco.
Chiarisco che non sono una fanatica, né un'estremista, ho una particolare simpatia per chi fa scelte etiche sacrificando il proprio piacere personale, ma rispetto anche chi, a determinate cose non vuole rinunciare. Quello su cui rifletterei invece è il modo in cui certi alimenti vengono consumati.
La carne per esempio, ormai lo sanno tutti, costa moltissimo in termini di risorse. E senza dover chiedere a qualcuno che non ne vuole sapere, di rinunciare definitivamente alla bistecca, gli proporrei di ridurne il consumo facendogli capire che anche solo questo piccolo sacrificio innescherebbe una serie di reazioni positive.
Se poi questo piccolo sacrificio lo facessimo in molti, i benefici sarebbero enormi, risparmieremmo molte risorse a livello ambientale, risparmieremmo le vite di tanti animali cui forse potrebbe anche essere concessa la possibilità di condurre un'esistenza migliore, e non ultimo, ne guadagneremmo in salute. Vorrei spendere qualche parola per ricordare che scegliere consapevolmente le uova è importantissimo! Non orientiamoci solo in base al prezzo. In tempi di crisi, assumere un comportamento etico, può fare veramente risparmiare. La decisione non è così difficile da prendere, basta rifletterci un po' e darsi delle motivazioni, alla fine , il risultato finale è sempre fare del bene a noi stessi! E se a qualcuno tutto il resto non interessasse, il proprio bene non è abbastanza forte come motivazione?
Lo so, la consapevolezza non è sempre facile da gestire, ma vivere in modo etico fa sentire meglio in tutti i sensi. Provare per credere...
E per convincervi definitivamente, ecco la ricetta dello spezzatino più etico che c'è:

Spezzatino di soia piccante
Ingredienti per 4 persone

bocconcini di soia disidratata: 250 gr
pomodoro a pezzi (in barattolo): 600 gr
cipolla: 1
aglio: due spicchi
salsa di soia: 1 tazzina circa
olio evo: qb
farina: qb
piselli: 6 manciate
alloro: una foglia
carote: 1 grande
sedano: una costa
brodo vegetale: facoltativo
peperoncino fresco o paprika forte: a piacere

Procedimento
Portare ad ebollizione dell'acqua o del brodo vegetale, versare la soia, far cuocere 5 minuti a fiamma bassa, poi spegnere e lasciare riposare altri 5 minuti. Scolare bene, tamponare con della carta per eliminare l'acqua e tenere da parte.
Tritare la cipolla sottilmente, unire anche il sedano e la carota tagliati a pezzetti piccoli, aggiungere uno spicchio d'aglio l'olio d'oliva e far soffriggere finchè le verdure saranno tenere. Aggiungere la foglia di alloro e il pomodoro a pezzi. Unire ¾ di bicchiere d'acqua in cui avrete sciolto un cucchiaio di pomodoro doppio concentrato. Cuocere a fiamma bassa, aggiustando si sale. Unire del peperoncino fresco o se preferite della paprika forte e finire la cottura. Ilsugo deve risultare non troppo denso.
A parte bollire dei piselli, vanno bene anche surgelati, circa 6 manciate e scolarli.
In un'ampia padella antiaderente versare circa sei cucchiai di olio extravergine di oliva con uno spicchio d'aglio. Infarinare leggermente i bocconcini di soia, eliminare l'eccesso di farina, e rosolarli nell'olio finchè saranno ben dorati. Si può fare anche metà per volta (in modo che rosolino meglio).
Sfumare con un po' di salsa di soia e farli saltare un paio di minuti. Aggiungere il sugo di pomodoro e mescolare bene, cuocere ancora cinque minuti, infine unire i piselli, mescolare e servire.

Alcune annotazioni: la soia deve essere di ottima qualità, consiglio di usare i bocconcini irregolari, tipo straccetti, non quelli tondi e tutti uguali. Hanno una consistenza completamente diversa e la bontà del piatto dipende in buona parte dal tipo di soia utilizzata. Io la trovo al Natura si.

E con la speranza di aver fatto riflettere qualcuno, un bacio a tutti e al prossimo post :-)

21 commenti:

  1. Tesoro sono d`accordo con te su molti punti e credimi, penso che gli italiani siano diventati vegetariani non per scelta ultimamente ma per necessità perché la carne costa tanto ma la frutta e la verdura non sono da meno!! Non credo di riuscire ad entrare nel mondo dei vegetariani meno ancora dei vegani perché sono scelte toste e fatte con motivazioni vere e sincere che in questo momento non sento mie ma amo sperimentare in cucina quindi perché non provare questo spezzatino alternativo??? Dalla foto sembra proprio delizioso,cosa molto difficile da trovare e per una abituata ai sapori intensi sarebbe una bella sperimentazione:-D!!! Un bacione grande tesoro e tvbbbbbbb,
    Imma

    RispondiElimina
  2. io non ho mai provato la soia ma devo inizare!!!!

    RispondiElimina
  3. io adoro la carne ma capisco anche le motivazioni di vegani e vegetariani per cui ven vengano le ricette per loro!

    RispondiElimina
  4. Oh cara.. che idea meravigliosa. E io per il piccante impazzisco! Anche io non mangio molta carne, sebbene per questioni di salute (non posso integrare con altro causa allergie) sia costretta a mangiarla qualche volta. Peccato che la mia allergia riguardi anche la soia.. e questo mi dispiace molto perchè prima la adoravo. Beh, ciò non toglie che è un piatto fenomenale :D Un bacione e buona settimana!

    RispondiElimina
  5. ti stimo!
    io non sono vegetariana, ma mi definisco (rubando la definizione a Foer) "onnivora consapevole". ciò significa che mangio carne e/o derivati SOLO ed ESCLUSIVAMENTE se provenienti da animali allevati all'aperto, in modo rispettoso della loro vita (e della loro morte). questa scelta, che porto avanti da anni, mi porta a mangiare carne e derivati MOLTO raramente: una volta al mese forse? qualcosa del genere. spendo più di prima? decisamente no. sto meglio? assolutamente sì. sono felice? moltissimo. mi pesa? niente affatto, anzi: non sarei proprio in grado di tornare indietro. e ti dirò di più: pur rispettando chi mangia qualunque cosa a cuor leggero, provo lo stesso un senso di rabbia, poiché se molte più persone facessero una scelta simile, avremmo a disposizione cibo MIGLIORE per TUTTI.
    un abbraccio e complimenti per le tue sempre meravigliose ricette :)

    RispondiElimina
  6. Ah, che buonoooo! Io la soia disidratata la uso spesso ed a casa mia si fa anche un ragù notevole. Ottimo anche per le lasagne veg. Su tutto il resto, hai perfettamente ragione. Oggi anche io ho postato vegan!
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  7. Ciao Viola, non ho mai assaggiato la soia, ma anche io non amo la carne e questa tua ricetta mi attira moltissimo. La proverò! Grazie e buona settimana.

    RispondiElimina
  8. Ah, come ti capisco... pensa che io ho un marito che vuole carne a pranzo e cena. E non c'è modo di portarlo su altre strade, nemmeno il medico ci riesce. Uff... proverò questa ricetta, magari gli piace ^^

    RispondiElimina
  9. Bellissima e appetitosa ricetta! Come te non sono vegetariana dichiarata, ma la carne non la mangio...adoro tutti gli animali! Ti seguirò volentieri per rifare qualche ricetta! Un bacio

    RispondiElimina
  10. Bellissima e appetitosa ricetta! Come te non sono vegetariana dichiarata, ma la carne non la mangio...adoro tutti gli animali! Ti seguirò volentieri per rifare qualche ricetta! Un bacio

    RispondiElimina
  11. Non sono vegetariana per scelta ma certo considerando la esigua quantità di carne che mangio io, credo che il mio impatto sulle risorse sia davvero trascurabile. Però non potrei rinunciare al pesce, quello mi piace. Che non faccio uno spezzatino credo siano anni, anche perchè non mi è mai piaciuto troppo. Chissà, magari con la soia mi piacerebbe di più.

    PS: foto davvero super stupenda. Ha una luce davvero particolare.

    RispondiElimina
  12. Che buoni e saporiti!!
    complimenti un abcio1

    RispondiElimina
  13. Condivido ogni parola ed è anche il mio impegno quotidiano ormai...anche se forse vegetariana non la diventerò mai, ho eliminato parecchio la carne e anche noi scegliamo spesso alimenti alternativi!! La mia amica e vicina di casa è vegetariana e mi ha fatto conoscere il ragù e lo spezzatino di soia!! Proverò anche la tua versione!!!! Un bacio grande grande!!!
    P.S. Ti aspetto per il mio contest?!

    RispondiElimina
  14. Non sai quanto mi fa piacere sentire queste parole! Spero che un giorno riuscirai ad avere quel briciolo di coraggio per intraprendere questa meravigliosa via di compassione e serenità completamente, ti assicuro che è molto più difficile a dirsi che a farsi. Io l'ho fatto a diciannove anni, quando avrei potuto fregarmene, pensare a divertirmi senza ponderare le uscite in base a ciò che avrei potuto o non potuto mangiare, a divorarmi il panino del Mac, a fare le grigliate di ferragosto, senza dover dare spiegazioni e giustificazioni a chiunque, senza prendermi offese, prese di giro, parole sarcastiche varie. Io non sono stata costretta a rinunciare a tutto questo, io l'ho SCELTO. E non me ne sono proprio mai pentita. E ne ho guadagnato tanto, sia per il corpo che per l'anima.
    Intanto mi fa piacere vedere questo spezzatino felice :)
    ti abbraccio, a presto.

    RispondiElimina
  15. Non sono vegetariana,ma consumo pochissima carne,quindi questo spezzatino"etico"è assolutamente da provare,magari mi regalerà una gustosa sorpresa insieme ad un pò più di consapevolezza!
    Carissima un abbraccione e buona settimana!!

    RispondiElimina
  16. anche un giorno alla settimana può aiutare, non male non male la ricetta :-)

    RispondiElimina
  17. Ciao mi chiamo Tiziana trovo questo tuo blog molto interessante ed ricco di consigli utili in cucina e al tempo stesso molto simpatico. Da oggi tua follower +g. Mi farebbe piacere se anche tu passassi da me per diventare mia lettrice fissa e regalarmi qualche consiglio per questa mia nuova avventura nel web. Ciao http://lacucinadipitichella.blogspot.it

    RispondiElimina
  18. Ciao mi chiamo Tiziana trovo questo tuo blog molto interessante ed ricco di consigli utili in cucina e al tempo stesso molto simpatico. Da oggi tua follower +g. Mi farebbe piacere se anche tu passassi da me per diventare mia lettrice fissa e regalarmi qualche consiglio per questa mia nuova avventura nel web. Ciao http://lacucinadipitichella.blogspot.it

    RispondiElimina
  19. Ciao cara, ricetta davvero particolare! Proverò di sicuro! Se hai tempo passa da me per partecipare al Link Party "Back to Autumn" su Fragola e Cannella! Mi farebbe molto piacere!
    Un abbraccio
    Nina

    RispondiElimina
  20. Grazie per la condivisione!
    http://restaau.it/Search/City/ristoranti-bergamo.html

    RispondiElimina