Lightbox Effect

giovedì 14 novembre 2013

Zuppa di ceci e cavolo nero


Certo avrei potuto presentarvelo in versione bruschetta, o forse sarebbe meglio dire crostone per prendere in prestito un termine più toscano che veneto. D'altra parte da li ho attinto l'ispirazione per questo piatto, un po' ispirato e un po' inventato.
Avete mai assaggiato il cavolo nero? Fatelo, e capirete cosa voglio dire! ve lo consiglio vivamente! Forse da noi non è molto utilizzato, ma è talmente buono che vale la pena farsi venire un po' di curiosità. Sono sicura che diventerebbe anche per voi, così come lo è diventato per me un protagonista indiscusso della tavola d'inverno.
Dicevo, avrei potuto presentarvelo in versione crostone, anche una semplice fetta di pane casereccio tostata, con verdura stufata e un filo d'olio può diventare un piatto sublime :D (Esagero? Dipende dai gusti!)
Ma oggi vi lascio un'altra ricetta, in vista del lungo inverno che ci aspetta ho pensato che una zuppa può fare comodo, soprattutto se è così buona da volerla fare e rifare. Tanto tra le righe vi ho lasciato anche quella del crostone o fett'unta per chiamarlo col suo vero nome come mi ha suggerito la cara Antonella :-) ...con un po' di fantasia sono sicura che riuscirete preparavelo.

Per la zuppa invece solo un po' di lavoro in più, niente di che, tutto facile ed affrontabile, e soprattutto credetemi: ne vale davvero la pena. Provare per credere.
E se volete una proposta tutta veneta in alternativa...leggete qui, buonissima anche questa! d'altra parte gioco in casa :-) 

Zuppa di ceci e cavolo nero.
Ingredienti
per 4 persone


cipolla: ½
sedano: una costa
carota: 1
cavolo nero medio: ½
pomodoro ramato: 1
ceci secchi: 50 gr
alloro: una foglia
rosmarino, timo, maggiorana: un rametto per ognuna
aglio: uno spicchio
olio evo: 6 cucchiai
sale/pepe: qb (o peperoncino) 

Procedimento
Il giorno prima mettere i ceci in ammollo e tenerli tutta la notte.
Il giorno dopo cuocerli per 20/25 minuti in pentola a pressione finchè saranno teneri, scolarli e tenerli da parte.
Tagliare sedano carote e cipolla a brunoise (pezzetti piccoli) e saltarli nell'olio di oliva insieme agli aromi. Aggiungere il pomodoro tagliato a cubetti e il cavolo nero a striscioline o a pezzetti. Coprire con acqua e cuocere facendo sobbollire piano finchè le verdure saranno tenere. Salare, pepare e se necessario aggiungere un po' d'acqua o brodo vegetale. Con il frullatore ad immersione frullare una piccola parte della zuppa in modo da renderla più densa, mantenendo però la maggior parte delle verdure integre.
Aggiungere i ceci e continuare a cuocere fino ad ottenere la consistenza desiderata. Servire con fette di pane casereccio tostate e volendo aggiungere un po' d'olio evo a crudo.

Alcune annotazioni: le dosi per gli ingredienti di di questa ricetta sono indicative, regolatevi comunque secondo il vostro gusto eccetto che per il cavolo nero. Per non attenuare il suo sapore deciso, è meglio non diminuirne le dosi pena: dover rinunciare al piacere di questo delizioso e caratteristico sapore.

Con questa ricetta vi auguro una buona continuazione di settimana, chissà che succedano solo cose belle...vi abbraccio tutti, un bacio e al prossimo post

6 commenti:

  1. Io amo il cavolo nero, ha un sapore deciso e una consistenza carnosa che mi piace! A volte nella zuppa aggiungo anche una patata e in un attimo mi scaldo, l'autunno non graffia e mi sento al sicuro... :-)

    RispondiElimina
  2. Acabei de conhecer o seu blog,achei maravilhoso.Visite-me:http://algodaotaodoce.blogspot.com.br/
    Siga-me e pegue o meu selinho!!!

    Obrigada.

    Beijos Marie.

    RispondiElimina
  3. Ciao Viola io sono toscana e a me il cavolo nero piace moltissimo. I 'crostoni' che tu hai descritto così bene a Siena si chaimano 'fett'unte' il termine non è bello, ma come dici tu sono buonissimi. Questa zuppa è molto attraente e adattissima a questa stagione. Non ho mai provato cavolo nero e ceci, e l'idea mi piace moltissimo. A presto!

    RispondiElimina
  4. Grazie mille Antonella per la precisazione! è vero, non lo ricordavo, ma in realtà lo sapevo perchè l' ho mangiato diverse volte. E' giusto dirlo, quindi ora che lo sappiamo ordiniamo fett'unta per tutti :-) ne vale proprio la pena ;-)
    Un abbraccio e a presto

    RispondiElimina
  5. E' una specie della zuppa di ceci in zimino genovese. Mmmm la versione crostone mi intriga quasi di più, così ci mangi dietro più pane :-D

    RispondiElimina
  6. mi piacciono i ceci, di solito li mangio con la pasta, trovare il cavolo nero qui da me non è semplice...
    brava!

    buona serata.

    RispondiElimina