Lightbox Effect

venerdì 21 febbraio 2014

Zuppa di miso e verdure


Tutti abbiamo dei piatti preferiti, piatti che continuiamo a preparare con regolarità malgrado ci piaccia comunque sperimentare cose sempre nuove.  Alcuni, pur piacendomi molto non riesco a prepararli spesso, o perché  un po’ lunghi da fare, o perché magari tutti gli ingredienti a disposizione non ce li ho nel momento in cui mi servirebbero...e l'organizzazione si sa, è tutto in cucina :D Fatto sta che verso alcuni piatti non dimostro la passione che invece ho indiscussa per la zuppa di miso.
Adoro la zuppa di miso, è diventata il piatto fisso (o quasi ) del lunedì sera. Si fa presto a  prepararla, se manca un’ ingrediente viene buona lo stesso, è semplice da fare e per una cena tarda è perfetta. Meglio di così! E’ un piatto poi che si presta a varie interpretazioni, le verdure da utilizzare possono essere tutte quelle che vi mostro oggi, ma viene buona anche con sole carote e porri, o magari funghi e bieta, o bok choy se l’avete ( ma qui so di andare sul difficile, ma niente paura, andrà bene anche la bieta!). Insomma, un po’ di libera interpretazione non rovinerà il piatto.
Fondamentale ovviamente è il miso, dato che è quello che dà al piatto il sapore caratteristico. Ma cos’è il miso? Praticamente è soia a cui viene aggiunto un cereale tipo orzo o riso, cui viene aggiunto un fungo, l’Aspergillus oryzae, il tutto poi viene fatto fermentare per diversi mesi, e alla fine si ottiene il prodotto che conosciamo, questo in estrema sintesi.  Esistono diversi tipi di miso, in oriente in verità ne esistono moltissimi, qui da noi l’offerta è senz’altro ridotta, ma comunque quando è il momento di sceglierli tra gli scaffali qualche dubbio ci viene. Non vi resta che provarli, altro non si può fare. Alcuni hanno un gusto più forte, altri un po’ meno. Io solitamente uso quello di riso o di orzo, per la zuppa vanno bene entrambi.

Il miso è un condimento, non un alimento, e come tale va consumato. Ha moltissime proprietà benefiche per l’organismo, in poche parole fa molto bene. Vi lascio un link se magari desiderate leggere qualcosa in più. L’unica accortezza è quella di non cuocerlo, altrimenti buona parte di queste proprietà se ne andrà per l’eccessivo calore. Aggiungerlo solo alla fine, fuori dal fuoco. Per altri usi del miso vi proporrò qualche altra ricetta, intanto provate questa zuppa, finchè la stagione ancora lo consente, sono certa che vi piacerà.

Zuppa di miso
Ingredienti per 2 persone
Per il brodo
acqua: 700 ml
alga kombu: 10 cm
zenzero fresco: una fettina
salsa di soia shoyu: due cucchiai
per la zuppa
noodles (o altra pasta): 50 gr circa
porro: ½
carota: 1
funghi champignon: 2
bieta bollita: due foglie (facoltativa)
tofu al naturale: 70 gr circa
miso: un cucchiaio
olio evo: due cucchiai
olio di sesamo: due cucchiai
aglio: uno spicchio
peperoncino fresco: due fettine
zenzero fresco: una fettina 

Procedimento
Prima di tutto preparare il brodo. Versare l’acqua in una pentola non troppo capiente, unire l’alga pulita del sale e lasciarla dieci minuti in ammollo, poi aggiungere lo zenzero e un pezzo di parte verde del porro se l’avete e portare ad ebollizione. Far sobbollire piano per una mezz’oretta. Poi eliminare il porro, togliere l’alga, tagliarla a striscioline e rimetterla nel brodo e aggiungere la salsa di soia. Cuocere gli udon come riportato nella confezione e tenerli da parte.
Lavare e mondare tutte le verdure e tagliarle come più vi piacciono, ma non troppo piccole ( io di solito faccio fettine oblique, termine tecnico :D)  Nel wok, scaldare l’olio evo e l’olio di sesamo insieme, con lo spicchio d’aglio e lo zenzero fresco. Quando l’olio sarà insaporito, togliere l’aglio e lo zenzero. Saltare le varie verdure ( tranne la bieta) separatamente senza cuocerle eccessivamente, non devono rompersi una volta nella zuppa. Asciugare bene un panetto di tofu al naturale, se è spesso dividerlo in due e utilizzarne circa 70 gr dopo averlo ridotto in cubetti, versarlo nella zuppa e farlo cuocere due tre minuti (per un sapore più intenso fatelo preventivamente marinare nella salsa Shoyu)  Nelle ciotole individuali versare poco brodo, stemperare un cucchiaio di miso a persona, aggiungere altro brodo, le varie verdure, infine il tofu, i noodles e la foglia di bieta. Servire subito.


Alcune annotazioni: come ho già detto, se non avete tutte le verdure va bene lo stesso (quando è stagione si possono utilizzare anche le zucchine) Per quanto riguarda i noodles, li potete trovare nei negozi di cibo orientale, giapponese e asiatico in genere, ci sono anche diversi formati e generi. 
In alternativa, per una zuppa più leggera e veloce, cuocete direttamente le verdure e i noodles nel brodo, in tempi diversi: prima le carote, poi i cipollotti e i funghi, infine la bieta. I noodles si possono aggiungere a fuoco spento e farli cuocere con il calore. In cinque minuti circa saranno pronti 

Ecco, anche per oggi è tutto, buon w.e, ci si ritrova la prossima settimana. Voi che farete? io andrò a caccia di violette, ho dei progetti... :D Un bacio a tutti e al prossimo post

12 commenti:

  1. finalmente so cos'e' il miso!!! grazie!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Simona, com'è invitante la tua zuppa! Non ho mai provato ad utilizzare il miso, vicino a dove abito c'è un negozio di prodotti biologici che vende anche cibo orientale (non è natura si di cui parli tu, ma del tutto simile), ma non ho mai avuto il coraggio di acquistare niente perchè non sapevo come utilizzarli. Proverò la tua ricetta. Grazie e .. buone violette!

    RispondiElimina
  3. c'è un'epidemia di miso qui in giro! ho visto anche quella di Patty e devo confessarti che mi avete fatto proprio venire voglia di zuppetta orientaleggiante. ho anche i noodles in dispensa che dimentico sempre, il miso d'orzo in frigo (quello di riso lo devo ancora assaggiare) e del tofu affumicato. credo che abbiano tutti le ore contate ;)
    un abbraccio e a presto

    RispondiElimina
  4. Ma lo sai che non ho mai provato a farla? Fra l'altro non avevo idea di cosa fosse il muso in verità. Mi hai aperto un mondo, grazie ^^

    RispondiElimina
  5. Piatto da chef!
    Bravissima..
    Prendo appunti!
    Buon week end

    RispondiElimina
  6. mio marito ne fa una molto simile..la prox volta gli preparo questa! un bacio

    RispondiElimina
  7. bella la tua zuppa japan!...anch'io sto per andar a caccia di violette nel mio giardino e quello della nonna o in altri posti,come ogni anno...per ora mi son limitata a osservarle compiaciuta.ma farò presto i caprini alle violette,la gelatina ecc...ma anche bei mazzetti. attendo con ansia i tuoi post violettosi!

    RispondiElimina
  8. ecco ci sentiamo ignoranti perchè il miso non lo conosciamo proprio ma di certo la tua ricetta è un'idea appetitosa per preparare verdure. buonadomenica

    RispondiElimina
  9. Mi ha sempre incuriosita un sacco ma ancora non mi sono azzardata a provarci....devo rimediare eh!!!! Grazie mille per l'idea e le indicazioni!!! un bacio

    RispondiElimina
  10. Sento spesso ormai parlare del miso, anche da un'amica che lo ha provato da poco... manco solo io, devo assaggiarlo! Le ciotole piene di ingredienti diversi mi piacciono, così come tutti i cibi che mi fanno viaggiare e mi portano lontano coi sapori... almeno due volte al mese organizzo una cenetta internazionale, sai? :-) Ho sempre un pacco di noodles o spaghettini di riso in dispensa!

    RispondiElimina
  11. quando vado in ristoranti orientali prendo sempre la zuppa di miso. la adoro..eppur non mi son mai messa a farmela in casa. segno la tua ricetta e s'ha da fare!
    brava
    baci

    RispondiElimina
  12. Mai sentito... anzi credevo avessi fatto un errore di digitazione nel titolo: Miso invece Riso!!! Ahahahah! E vedo che sono pure rimasta tra le poche che non lo conoscono! Ma sai quante figuracce farei se non ti seguissi??!! :D
    Baciiiii

    RispondiElimina