Lightbox Effect

giovedì 22 maggio 2014

Gnocchetti di patate e rapa rossa con fonduta al parmigiano


Anche oggi vi lascio una delle ricette che prepareremo al prossimo Open day firmato Lagostina. Stavolta saremo a Parma, io e la chef Paola Cattabriga. Cucineremo tanti piatti belli, veloci, e sani con la pentola a pressione. E’ incredibile quante persone incontro che mi dicono di non usarla perché hanno paura! Non avrei mai pensato che una pentola potesse terrorizzare. Il bello però è che alla fine degli show cooking tutti se ne vanno con un’idea tutta nuova della pentola  a pressione, quella giusta, cioè di uno strumento che in cucina ci è di enorme aiuto, sicurissimo perché dotato di diversi sistemi di sicurezza, pratico perché rinnovato anche nel modo di utilizzarlo, insomma, si imparano un sacco di cose.
Quello che stupisce di più tutti è che con la pap si preparano anche ottimi dessert, nessuno se lo aspetta, ma noi siamo li  a farvi vedere come si fa, velocemente e con successo garantito!
Oggi però niente dolci, ma degli gnocchetti, anche questi preparati con la pap, molto velocemente. Ricordo che mia nonna quando faceva gli gnocchi cominciava la mattina prestissimo…diceva che per gli gnocchi ci vuole tempo. Beh ecco, io li ho preparati in 20 minuti, tra cui 12 di cottura delle patate e della barbabietola. Eh si…non sono più i tempi di una volta, e se parliamo di pentole a pressione e tecnologia in cucina potremmo dire anche “meno male” :D

La ricetta è di Paola Cattabriga, io l’ho solo reinterpretata semplificandola un po’, tanto per fare prima insomma :)

Gnocchetti di patate e rapa rossa con fonduta al parmigiano
Ingredienti

patate da gnocchi: 4
rapa rossa: 1
latte: 160 gr
fecola: 10 gr
parmigiano : 80 gr grattugiato
farina: qb
sale: qb
foglie di malva o di rapa: per decorare (facoltativo)

Procedimento
Sbucciare le patate e tagliarle a pezzi grossi. Cuocere a vapore  per 6 minuti nel cestello della pentola a pressione. Tagliare la rapa rossa a cubetti e cuocerla per altri 6 minuti nella pentola a pressione ( cuocere le verdure separatamente e contare i 6 minuti dall’inizio del fischio) Passare le patate allo schiaccia patate, e frullare la rapa rossa con un mixer ad immersione. Unire i due composti, un po’ di sale e tanta farina quanta ne serve per ottenere un impasto lavorabile (ma senza esagerare sennò gli gnocchi risulteranno duri, meglio fare la prova con uno e caso mai aggiungete un po’ di farina) Preparare la fondutina scaldando il latte e aggiungendo la fecola stemperata in poco latte tenuto da parte, portare a bollore, poi togliere dal fuoco, Aggiungere il parmigiano e mescolare per farlo sciogliere bene. Cuocere gli gnocchi in acqua bollente salata, scolarli e condirli con la fonduta e con un po’ di parmigiano. Se vi piace l’idea preparate un letto di foglie di malva o barbabietola  cotte per un minuto al vapore nel cestello della pap.

Alcune annotazioni: questi gnocchetti diventano un bellissimo piatto tricolore se a parte dell’impasto aggiungete purea di spinaci e ad un’altra parte dello zafferano!. Se vi piace la panna potete sostituirla al latte e alla fecola per la fonduta.

9 commenti:

  1. stupendi! una vera festa per gli occhi... e immagino anche per il palato!

    RispondiElimina
  2. Li fai senza uova tu molto interessante!venite a bcn la prossima!

    RispondiElimina
  3. Cavolo la pentola a pressione risolve molto i problemi di tempo, permettendoti di cucinare tanti bei piattini anche quando il tempo non lo abbiamo, causa lavoro!!! Sono bellissimi questi gnocchetti rosa davvero ottima ricetta!!

    RispondiElimina
  4. che buoni gli gnocchi!! D'ora in poi usero' anche la pentola a pressione per gli gnocchi!!! Io non ho paura, senza non vivrei piu', semplifica molto la vita di oggigiorno cosi' frenetica!!Complimenti per la presentazione del piatto ciao Sabry

    RispondiElimina
  5. Miseria che colori STUPENDI ha questo piatto. Credo che lo mangerei anche se fosse di carta solo per quanto è bello. E sicuramente deve essere anche buono, si ne ha proprio la faccia. Senti ingegnere, ora però mi spieghi come hai fatto a farli tutti così perfetti, sono tutti uguali....a me vengono sempre storti

    RispondiElimina
  6. bellissimi e di sicuro il gusto mi piacerà.favolosi e impiattati così sono degni di ristorante di alto livello!

    RispondiElimina
  7. un piatto che ispira al 1' sguardo!

    RispondiElimina