Lightbox Effect

giovedì 12 marzo 2015

Cake vegano alla carota e arancia


Questo cake è delizioso. Morbido, leggermente umido e con un sapore meraviglioso. Potrei aver finito il post. Ma devo aggiungere qualcosa per rendere la notizia più interessante giusto?  Per caso vi interessa conoscere la genesi del piatto?  Talvolta le cose più buone nascono senza troppe riflessioni e questo mi piace! Dunque si dà il caso che la domenica è il giorno dedicato al dolce, almeno per ora va così, non so quanto durerà. Spesso e  volentieri però arrivo la mattina del dì di festa senza averci pensato prima. Così domenica, presa un po’ dallo sconforto per non essermi organizzata mi son detta: vuoi che non riesca a fare un dolce con qualcosa che ho in casa? Vabbè, farine strane quelle va bene, ormai ci sono sempre, ma: frutta zero, cioccolata non ne avevo voglia, la crostata l’avevo preparata la settimana prima, e in frigorifero mi restavano solo tre carote. Che altro potevo fare? Ovviamente una torta alle carote :)
Detto fatto, velocissima e davvero buonissima, con una crosticina croccante all'esterno, ed un  interno morbido e leggermente umido, ha avuto grande successo, direi inaspettato visto che è stato proprio un esperimento dell’ultimo minuto. Ve la consiglio! I dolci vegan sono favolosi perché oltre ad essere buonissimi, pieni di sapore e sani, sono super veloci, un aspetto decisamente non trascurabile. Questo cake  sarà uno di quei dolci da fare e rifare, sono molto felice e orgogliosa del risultato e come sempre, spero possa far felice qualcuno di voi! ;)

Cake alla carota e arancia
Ingredienti

farina di farro: 50 gr
farina di orzo: 50 gr
farina di riso: 25 gr
farina integrale: 50 gr
farina di mandorle:  50gr
zucchero di canna mascovado: 100 gr
malto di mais: 30 gr
carote: 150 gr
arancia: 1 (succo +  buccia grattugiata)
olio di semi: 60 gr
semi di lino: 2 cucchiai
acqua: 5 cucchiai
essenza di vaniglia: 1 cucchiaino
sale: un pizzico
lievito naturale: 3/4 bustina 

Procedimento
Mescolare insieme tutte le farine (tranne quella di mandorle) e setacciarle con il lievito. Unire lo zucchero, la farina di mandorle e il sale.
Mescolare i semi di lino con 5 cucchiai d’acqua. A parte unire l’olio e il succo di un’arancia in cui avrete sciolto il malto e l’essenza di vaniglia. Grattugiare le carote con la grattugia a fori larghi. Mescolare le farine con i liquidi velocemente, unire i semi di lino la scorza d'arancia grattugiata, le carote ed amalgamarle all'impasto. Oliare ed infarinare uno stampo da plum-cake ed infornare il dolce a 180° per 45 minuti circa. Fare sempre la prova stecchino, sfornare e far raffreddare su una gratella.
Con questo cake profumato e morbido auguro a tutti uno splendido w.e. Un bacio a tutti e al prossimo post

11 commenti:

  1. che dolce sano e buonissimo!!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  2. che bel mix di farine che hai usato e poi con le verdure nei dolci non si sbaglia mai!Infatti la tua torta ne è una chiara dimostrazione!

    RispondiElimina
  3. Carota e arancia, un abbinamento che reputo perfetto!assolutamente da provare!

    RispondiElimina
  4. adoro i dolci alle carote! sono così... arancioni :)))

    RispondiElimina
  5. L'aspetto è davvero invitante, mi piace il colore così scuretto. Tutto merito delle farine. Certo che ne hai di strane, io non ho mai visto quella di orzo. Mi spieghi a cosa servono questi famigerato semi di lino che vedo in tanti blog vegani?

    RispondiElimina
  6. Puoi avere anche solo delle carote in frigo, ma se hai una dispensa con tutto quel ben di dio di farine, gioia mia, crei solo meraviglie!!!!! Certo dietro c'è una testolina fine. Grandiosa, brava!!!!! Questo lo voglio provare. Magari domenica? :D

    RispondiElimina
  7. già me lo immagino inzuppato in una bella tazzotta di latte fresco....mmmm, che delizia!

    RispondiElimina
  8. @Ele: i semi di lino vengono utilizzati molto nella cucina vegana perchè spesso si usano come sostitutivi delle uova. Mescolati ad acqua formano una specie di gel. Hanno anche molte proprietà importanti dal punto di vista nutrizionale, quindi si usano naturalmente anche per questo motivo. baci!

    RispondiElimina
  9. Capolavoroo!! Che tripudio di farine, mi piace assai!
    Anche per me la domenica è dedicata ai pasticci dolci ;)
    chissà se la prossima non sarà la volta di questo;)
    un abbraccio Simona! ^_^

    RispondiElimina
  10. Fantastico! Lo proverò ;-) grazie!

    RispondiElimina