Lightbox Effect

lunedì 9 marzo 2015

Cime di rapa affogate

Cocotte Le Creuset
Oggi una ricetta talmente semplice che quasi non dovrei  chiamarla ricetta. Ma siete d’accordo sul fatto che le cose semplici qualche volta nascondono delle insidie? Si da il caso che le cime di rapa siano in assoluto la mia verdura preferita e unite alle adorate orecchiette danno vita al piatto che ho eletto mio preferito da quando qualche decennio fa le assaggiai in Puglia. Dev' essere  stato poi anche per il fatto che fino a qualche anno fa, di cime di rapa qui da noi non se ne trovavano, che hanno esercitato un tale fascino. Fortuna vuole però che per ragioni più o meno oscure le cime di rapa oggi riempiano i banchi dei mercati  anche qui, e tra l’altro, non sono proprio niente male.
Così nella lista della mia spesa non mancano mai (avverto chi non lo sapesse, che sono diuretiche, quindi regolatevi!)  Ora direte voi, che ci vorrà mai a fare delle cime di rapa in padella? basterà un po’ d’olio, un po’ d’aglio o cipolla a seconda dei gusti e finisce lì.
E invece no, perché dopo riflessioni sul perché non venissero mai come avrebbero dovuto,  capita così, quasi per caso di scoprire che le cime di rapa mica si cucinano con il coperchio! E sennò perché si chiamerebbero affogate? Bisogna coprirle con un coperchio (o un piatto) di un diametro inferiore a quello della pentola, in modo che le poverette affoghino per il tanto vapore e senz’aria! Visto che segreto? Provate, verranno delle cime di rapa fantastiche, morbidissime e piene di sapore. Un doveroso grazie a Sara che mi ha svelato questo segreto di famiglia ;)

Cime di rapa affogate
Ingredienti
per 2 persone 

cime di rapa: 4 mazzi
cipolla bianca: ½
peperoncino fresco: a piacere
olio evo: qb

Procedimento
Eliminare dai mazzi le foglie più grandi e tenere le foglie più tenere e le cime. Lavarle bene e senza asciugarle sistemarle in una casseruola alta. Aggiungere il sale, un giro abbondante di olio evo e coprire con un piatto dal diametro appena  inferiore a quello della casseruola, in modo che appoggi sulla verdura ma che mantenga il vapore all’interno. Lasciare che le cime diminuiscano di volume, poi aggiungere la cipolla tritata finemente e il peperoncino a piacere e mescolare. Lasciare cuocere a fiamma bassa finchè la verdura non sarà tenera, non ci vorrà molto, circa una ventina di minuti. Servire come contorno, o come secondo piatto accompagnate a fette di pane casereccio tostato.
Un bacio a tutti e buon inizio settimana!

Cocotte le Creuset

5 commenti:

  1. e poi ...le ricette semplici alle volte sono le più buone e sane!

    RispondiElimina
  2. Incredibile!!!! Xke qui non le trovo !!!!

    RispondiElimina
  3. D'ORA IN POI LE CUCINERO' COSI', ANCH'IO LE ADORO, GRAZIE!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  4. Ciao Simona, che bel modo di cucinare le cime di rapa. Piacciono moltissimo anche a me e qui a Torino purtroppo si trovano pochissimo. A presto!

    RispondiElimina
  5. Ahaha oddio, detto così mi fanno pure un po' pena poverelle! :D
    Anche mia mamma ha scoperto da poco che si cucinano così, e da quel momento è andata avanti a far cime di rapa per settimane ahaha:D
    Ci mette anche qualche pomodorino, di solito ;)
    Anche a me piacciono parecchio, e concordo sulla maggior attenzione che richiedono, tante volte, le ricette più apparentemente semplici.
    Un abbraccio e a presto!:)

    RispondiElimina