Lightbox Effect

giovedì 2 aprile 2015

Insalata di puntarelle vegan


Oggi una ricetta che non è proprio una ricetta, nel senso che è solo un’idea di dressing alternativa per condire le puntarelle facendone una versione vegana. Niente acciughe quindi, ma dei capperi di ottima qualità, e qualche alga. Le utilizzo sempre quando voglio un sentore di mare, quindi in pratica le utilizzo insieme ai capperi e al miso chiaro in sostituzione alle acciughe. Ecco, la ricetta è tutta qua. Poi ovviamente c’è la parte su come tagliare le puntarelle, ma niente di complicato. Unica accortezza tenetele a bagno almeno un’oretta così si arricceranno bene, io ovviamente le ho tolte prima per ragioni di tempo, ma quando si deve fotografare, sistemare le foto, mangiare ecc ecc il tempo è sempre poco, comunque le puntarelle erano tenerissime e per niente amare anche se sono state a bagno un po’ meno, ma voi non fatelo ok? Non è detto che vada sempre bene,  soprattutto se le volete ben arricciate. Ecco, finita la ricetta, ma la primavera e l’estate sono belle anche per questo, perché per preparare un bel piatto serve veramente poco. Del buon pane ai cereali tostato, del patè di pomodori secchi e qualche oliva e avrete preparato un ottimo secondo piatto, leggero ma veramente saporito e fresco.

Insalata di puntarelle 
Ingredienti
Per 2 persone

cicoria catalogna: 1 cespo
alghe wakame: 2 cucchiaini
capperi dissalati: 3 cucchiaini
shiro miso: 1 cucchiaino
aceto di riso: qb
aglio: un pezzetto
olio evo: qb
pepe: qb

Procedimento
Mettere le alghe a bagno in poca acqua calda e lasciarle rinvenire per qualche minuto. Poi scolarle ed asciugarle bene. Lavare la cicoria ed eliminare le foglie verdi che potrete cuocere come normale cicoria. Staccare i germogli interni ed eliminare la parte finale più dura. Dividere in due per la lunghezza le cime e poi tagliare ognuna delle due metà in striscioline sottili. Metterle in acqua fredda con un po’ di limone e lasciarle un’oretta così che perdano l’amaro e si arriccino. Nel frattempo preparare il condimento mettendo in un mixer i capperi, le alghe, un pezzetto di aglio secondo i propri gusti, il cucchiaino di miso, l’aceto, un pò di pepe e un po’ di olio evo fino ad ottenere una salsina fluida. Asciugare bene le puntarelle e condirle abbondantemente con il dressing.

Con questa ricetta auguro a tutti uno splendido w.e. Un bacio a tutti e al prossimo post

4 commenti:

  1. Io adoro le puntarelle, da romana doc! Ci metto cubetti di arancia e olive nere, che buone! A volte invece le faccio cotte, ripassandole in padella con aglio e olio... e in ogni caso aspetto sempre che torni la stagione per prenderle! :-)
    ps: che bella quell'asse, di quel colore!

    RispondiElimina
  2. un'idea fresca, semplice e veloce, adoro questa stagione!!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  3. Davvero light,da prendere in seria considerazione dopo gli eccessi pasquali :)auguri di Buona Pasqua :)

    RispondiElimina
  4. Le puntarelle a casa mia non arrivano neanche al piatto, finisco sempre per staccarle con le mani e mangiarle così, crude se senza condirle. Sono troppo buone. Però l'effetto di arricciamento che hanno in acqua ghiacciata è davvero bello.

    RispondiElimina