Lightbox Effect

martedì 15 dicembre 2015

Biscotti integrali alla mela


A me non piacciono i dolci tradizionali. E se per tanto tempo li ho preparati è stato per acquisire tecnica, perché quella invece mi interessava moltissimo. Con la tecnica si può preparare qualunque cosa, se non la si conosce, beh, il discorso diventa più complicato.
Devo dire che tutto quello che ho imparato negli anni mi è servito e mi serve molto anche oggi che preparo dolci vegan. Più che altro a capire come ottenere determinate consistenze, con quali lavorazioni o accorgimenti, anche se le sperimentazioni in realtà non finiscono mai. Dopodiché riamane sempre valido il discorso che ognuno ha i suoi gusti. 
La differenza tra allora e oggi è che adesso i dolci che preparo piacciono anche a me. Non sono una dipendente dal dessert, ma una fetta di torta ogni tanto ci sta e le mangio con piacere, soprattutto se buona parte delle preparazioni (quando non tutte) sono home made. I dolci vegan non sempre sono semplicissimi da preparare, o comunque molto dipende dal risultato che uno si prefigge. 
Comunque, senza entrare troppo nel merito della questione, in giro ho mangiato dolci vegan deliziosi, e dolci vegan pessimi, quello che posso dire è che fare dolci vegan buonissimi si può, e se qualcuno cerca di convincervi del contrario, abbiate sempre la curiosità di provare e riprovare, perché quello che vi dicono non è sempre vero. 
Ecco, tutto questo preambolo per dire che a me i dolci e i biscotti piacciono solo se hanno un sapore raw, cioè se si sentono le farine, la frutta essiccata, le confetture home made; in quanto ai biscotti, li adoro se non sono troppo morbidi e se si possono mangiare solo dopo un inzuppo prolungato.
Ecco, questi corrispondono perfettamente alla descrizione, quindi posso dirvi che a me piacciono moltissimo, ma non ve  li consiglio al posto di un pasticcino e ve li sconsiglio se siete alla ricerca di un frollino. Posterò anche quelli, promesso, intanto però volevo aggiungere alla lista dei dolci una ricetta semplice per la colazione o per la merenda da accompagnare con con un buon tè. A dire il vero a me capita di mangiarli anche dopo cena magari con una tazza di latte di riso o mandorle, ma io ho gusti strani, ormai lo sapete.
Comunque, se vi piace l’idea del biscotto da inzuppo, questo potrebbe fare al caso vostro, soprattutto se vi piace il contrasto tra il sapore delle farine integrali e la frutta essiccata, io l’adoro! Per altre ricette di biscotti, guardate qui, e qui 

Biscotti integrali alla mela 

Preparazione: 15 minuti (più il riposo)
Cottura: 20/25 minuti

Ingredienti

farina di frumento integrale: 100 g
farina di grano saraceno: 100 gr
mele essiccate: 15 g
nocciole: 20 g
zucchero canna Mascovado: 80 g
olio di semi di girasole: 50 g
amaranto: 20 g (facoltativo)
burro di cacao: 10 g (facoltativo)
acqua fredda: qb
lievito naturale: 1 c
sale integrale: un pizzico

Procedimento

1) Mettere in ammollo l’amaranto per qualche ora. Tritare le nocciole
2) Setacciare le farine con il lievito e il sale. Fondere il burro di cacao a bagnomaria. Tagliare a pezzetti le mele essiccate.
3) Scolare l’amaranto, ed impastare gli ingredienti come per una frolla, se necessario aggiungere un cucchiaio d’acqua fredda.
4) Far  riposare in frigorifero coperto con pellicola per un’ ora.
5) Su un ripiano leggermente infarinato tirare l’impasto in una sfoglia di 3 / 4 mm di spessore, con una rotella dentata o un coppapasta ricavare i biscotti. Porli su una placca rivestita di carta forno ed infornare a 170° per 20 minuti circa, finchè saranno dorati. Far raffreddare su una gratella. 

Alcune annotazioni: se non avete il burro di cacao potete ometterlo, anch’io talvolta li preparo senza, saranno meno friabili ma sono altrettanto buoni. L’amaranto l’ho aggiunto per dare una nota croccante al biscotto, ma se non vi piace l’idea di ritrovarvelo sotto i denti o non l’avete potete ometterlo. 
Con questa ricetta auguro a tutti una splendida settimana. Un bacio e al prossimo post

18 commenti:

  1. direi che i dolci non sono per niente facili da fare anzi, soprattutto spesso bisogna adeguarsi a comprare prodotti che non abbiamo in casa, anche se, dal lato opposto, si impara a conoscerli e poi apprezzarli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti Lucy, hai proprio ragione, si sperimenta sempre alla fine :) Grazie e un bacione

      Elimina
  2. Io invece ho una vera dipendenza dai dolci!!! Però userò anche la scusa di imparare le tecniche ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, Arianna mi sembra un'ottima scusa, nessuno potrà dire nulla ;) Un bacione a presto

      Elimina
  3. Ti quoto assolutamente su tutto. Io non sono tipa da dessert, nel senso che a fine pasto preferisco mangiare un'altra cosa salata piuttosto che "lasciarmi lo spazio per il dolce", mi piacciono le torte da inzuppo e lo crostate, e come te amo i sapori raw (per non parlare dei biscotti inzuppati nel latte come dolce serale!:'D ).
    Mi sarebbe piaciuto imparare la tecnica della pasticceria tradizionale per potere come dici tu, sapere cosa fare per ottenere determinati risultati ma sono approdata alla cucina dei senza davvero con brevissima distanza dall' essermi avvicinata alla cucina e si può dire che non abbia avuto il tempo materiale.
    Sarebbe bello incontrarsi una volta e discutere e confrontarsi su trucchetti e segreti del mestiere:)
    Per i biscotti io sono agli estremi: o mi piacciono super rustici oppure con la cioccolata dentro, sopra e sotto:D assolutamente no i frollini tipo Oro Saiwa, per intendersi. Questi mi sconquinferano parecchio e trovo molto interessante la scelta dell'amaranto che poi crocca sotto ai denti ^_^
    Questi me li segno perchè sono assolutamente da provare!
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. p.s: mele essiccate quelle morbide o quelle croccantine??

      Elimina
    2. Peanut, devo dire che io invece dico sempre che potevo diventare vegana anche prima, ma si vede che avevo il mio percorso da fare. I miei anni da vegetariana mi sono serviti in effetti per sperimentare, prendo il lato utile della faccenda e lasci perdere il resto ;)
      Ma certo che sarebbe bello confrontarsi, piacerebbe anche a me, la prossima volta che vengo a Fi te lo dico, così magari facciamo una full immersion di cucina :) E' sempre bello scambiarsi esperienze :) Un bacione grande anche a te :)

      Elimina
    3. PS: le mele sono un pò morbide, a me con l'essiccatore vengono così, sarà che non ho pazienza di aspettare troppo ;)

      Elimina
  4. Ciao Simona, immagino già il profumo e il gusto di questi biscotti. Anche a me i biscotti belli croccanti da inzuppare piacciono moltissimo, soprattutto se arricchiti di frutta essicata e così sani. Ciao!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caio Antonella, mi fa piacere sapere di non essere sola ad apprezzare questi gusti strani... come dice chi mi conosce ;)
      grazie e un bacione

      Elimina
  5. Sono bellissimi! !!! Anche io li ho fatti vegan questa settimana! !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bene Valentina, sono molto felice, poi vengo a vedere se la ricetta l'ho già vista ;) Un bacione

      Elimina
  6. non amo molto la frutta essiccata, ma mi piace la farina integrale, questi biscottini mi sembrano perfetti per iniziare bene la giornata, brava!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Sabry! Un bacione e buona serata ;)

      Elimina
  7. E pensare che io i dolci me li faccio solo in casa e che, seppur non sia vegana, rispettano quasi esclusivamente il principio cruelty free.... Come non amare queste delizie? Dovrei solo sostituire il frumento (che ho scoperto di non poter mangiare), ma con un buon farro, o con un orzo, o una segale, il gioco è fatto. Sono spettacolari, complimenti ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Erika, felice che ti piacciano. Ho sperimentato da poco dei biscotti al farro veramente molto buoni, friabilissimi, li posterò appena riesco, e magari li faccio senza glutine :) Un bacione

      Elimina
  8. Sono sicura che preparare dolci vegani deliziosi sia possibile ma sia anche più difficile che fare dolci "normali" deliziosi per persone come me che sono sempre state abituate a uova, zucchero, burro e latte. La cosa mi affascina moltissimo anche se non sono vegana proprio perchè ci sono tante cose da imparare e scoprire, mi piace fare il piccolo chimico. Ed amo i biscotti molto rustici e integrali. Sinceramente non amo tanto inzuppare i biscotti, mi piace che siano croccanti, infatti adoro i cantucci e li mangio così come sono. Questi si mangerebbero senza inzuppo o sono proprio durissimi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì sì possono mangiare anche senza inzuppo nn è un' impresa impossibile :) no dai a parte gli scherzi si possono mangiare certo. Magari la Befy avrebbe qualche problema visto che ha perso qualche dente. Povera Befy :( Un bacione

      Elimina