Lightbox Effect

lunedì 29 febbraio 2016

Strudel vegan di mele


Pioggia, pioggia e ancora pioggia, ma stavolta sono contenta, grazia alla giornataccia grigia domenica mi sono messa d’impegno e ho preparato lo strudel che rimandavo da troppo tempo. 
Complice il fatto che mi sono state regalate delle bellissime mele bio dall’azienda Bioexpress e dovevo per forza usarle in una ricetta speciale; non per togliere nulla alla la torta di mele che adoro, però ogni tanto bisogna anche cambiare. E poi delle mele bio dell'Alto Adige cosa potevo farne se non uno strudel vegan? Mi sembrava proprio di non poterle destinare ad altro. 
Mi piace tantissimo comperare da aziende bio che consegnano a domicilio, anche voi lo fate? Potermi risparmiare di girare come una trottola per trovare questo da una parte quello da quell’altra, una gran comodità.
Ma torniamo al dolce; la preparazione forse non è delle più veloci, ma dato che la pioggia sembrava dover durare tutto il giorno non me ne sono fatta un problema. Si può velocizzare leggermente magari preparando il burro vegan il giorno prima, il resto invece vi tocca proprio farlo tutto d’un fiato, ma non è difficile eh! e soprattutto non ci vuole tutto il giorno! solo non è uno di quei dolci che si mescola tutto insieme in due minuti e s’inforna ecco, è appena più articolato, però lo strudel è lo strudel, e lo strudel vegan è delizioso! vi assicuro l’impegno verrà poi ampiamente ricompensato, ammesso che sia il tipo di dolce che vi piace; a me moltissimo, mangiato appena tiepido con una tazza di tè fumante, non ha eguali :) 

Strudel di mele

Preparazione: 60 minuti
Cottura: 45 minuti

Ingredienti
Per 1 piccolo strudel (6/8 persone)

Per il ripieno
mele: 500 g (preferibilmente Renette)
pane grattugiato integrale: 40 g
zucchero di fiori di cocco (Panela): 40 g
uvetta sultanina: 30 g
zucchero a velo di  canna: qb
burro vegan: 1 C
limone: la scorza di ½
cannella: 1 pizzico

Per la pasta
farina integrale: 65 g
farina 00: 35 g
acqua: 30 g circa
sale: una presa
aceto: ½ c da caffè
olio: ½ C
burro vegan: 2 C

Per il burro vegan 
burro di cacao: 25 g
olio di semi di girasole: 100 g 

Procedimento

1) Preparare il burro vegan sciogliendo a bagnomaria il burro di cacao e unendolo all'olio. Mescolare per amalgamare e far solidificare almeno un’ora in frigorifero.
2) Preparare la pasta setacciando le due farine con il sale, fare la fontana e versare al centro l’acqua tiepida, l’aceto e l’olio. Cominciare ad impastare e lavorare per mezz'ora. Si dovrà ottenere un panetto morbido e un po’ appiccicoso (regolare l’acqua a seconda della capacità di assorbimento della farina). Appoggiare il panetto su un piatto piano unto d’olio e coprirlo con una pentola calda. Lasciare riposare mezz'ora.
3) Mettere a bagno l’uvetta nell'acqua tiepida. Sbucciare le mele e tagliarle a fette non troppo grosse (si possono anche grattugiare) e ammorbidirle sul fuoco dolce con mezzo cucchiaio di burro vegan, lo zucchero un pizzico di cannella, la scorza del limone grattugiata e un goccio d’acqua. Alla fine quando le mele saranno morbide ed asciutte unire anche l’uvetta strizzata.
4) Tostare il pane grattugiato con 1 cucchiaio di burro vegan, aggiungerne la metà alle mele appena saranno morbide e fredde.
5) Tirare le pasta sottile sopra un foglio di carta forno aiutandosi prima con il mattarello e poi con le mani infilandole sotto la pasta e tirando delicatamente per ottenere una sfoglia uniforme. Eliminare i bordi più grossi. Spennellare con un po’ di burro (reso a pomata), distribuire il pane grattugiato restante, le mele, spennellare i bordi con burro e chiudere lo strudel arrotolandolo aiutandosi con la carta forno. Ripiegare i bordi, spennellare con un po’ di burro la superficie ed infornare a 180° per 30 minuti. Sfornare, far intiepidire e cospargere con zucchero a velo di canna. 

Alcune annotazioni: se riuscirete a tirare la pasta sottilissima si possono anche fare due giri per chiudere il dolce, così lo strudel risulterà più croccante e si inumidirà meno velocemente.

Con questa ricetta auguro a tutti una splendida settimana. Un bacio e al prossimo post

9 commenti:

  1. Anche tu bioexpress? Io ho dovuto disdire a malincuore, ma era troppo comodo!
    E poi... buonissimo lo strudel ;-)

    RispondiElimina
  2. ciao Arianna, davvero? come mai? vabbè, capisco che qualche volta magari non si riesce a fare sempre come si vorrebbe, succede anche a me, per vari motivi ;)
    Grazie! Un bacione

    RispondiElimina
  3. lo strudel è tra i miei dolci preferiti quindi non posso che non gradire questa versione vegan, imparando sempre qualcosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucy, felice che ti piaccia! anche in versione vegan :)

      Elimina
  4. Lo strudel è sempre lo strudel. Sono assolutamente d'accordo. Non l'ho mai fatto perchè sono un tantino spaventata dalla pasta. L'idea che debba essere super sottile mi sembra oltre le mie possibilità. Ti mando mail in privato perchè ti devo dire una cosa che magari ti può interessare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati Ele, tu sei bravissima con i dolci, non avresti nessun problema :) Baci baci :)

      Elimina
  5. Ciao Simona, che buono lo strudel e poi mi piace molto scoprire le tue ricette, ci sono sempre ingredienti particolarissimi. Lo zucchero di fiori di cocco non lo avevo mai sentito! Baci.

    RispondiElimina
  6. Adoro le tue ricette tesoro mio vegane o no sono sempre uno spettacolo di bontà come questo strudel che proverò molto presto del resto sono una mangiatrice accanita di mele !!Chissà se anche a Napoli esiste questo tipo di consegna a domicilio per la spesa è davvero fantastico e cara se passi da me ho dei muffin perfetti per te:-)!!!TVBBBB,Imma

    RispondiElimina
  7. mangio un sacco di strudel quando vado in trentino, ma raramente lo faccio a casa... mai vegano in verità

    RispondiElimina