Lightbox Effect

mercoledì 16 marzo 2016

Vellutata di erbette al finocchietto e zenzero

Pentola Le Creuset 

Primavera, tempo di erbe selvatiche. Parola d’ordine detox, non lo dico io, lo dicono le erbe, è per questo che spuntano in questa stagione, per detossinare il nostro organismo dopo il lungo inverno durante il quale abbiamo mangiato, mangiato e mangiato. La voglia di leggerezza si fa sentire, anche a tavola. Per stare bene non dobbiamo fare altro che seguire la stagionalità degli ingredienti. Mangiamo secondo quelli che sono i cicli naturali. 
Un sacco di persone ormai soffrono di tantissimi disturbi,. Molti sono legati alla qualità del cibo che mangiamo, altri al fatto che mangiamo troppo e male, altri al fatto che non variamo abbastanza; molti al fatto che per tanto tempo la parola stagionalità è stata dimenticata, a causa dell’offerta ormai abnorme di qualunque cosa in qualunque momento dell’anno, si mangiano prodotti privi di nutrienti e anche di sapore.  Sono sicura che molti non si ricordano nemmeno qual è la stagione delle melanzane o dei peperoni, dei pomodori o delle onnipresenti zucchine. 
Non voglio fare una lezione di alimentazione, ma mi viene spontaneo ormai fare delle riflessioni dato che queste cose le studio tutti i giorni, magari possono diventare occasione di riflessione per qualcuno.
Comunque, per tornare all'argomento di oggi, l’altro giorno nel mio trascurato (per mancanza di tempo) ortogiardino sono spuntati i carletti, li conoscete? Più noti con il nome di silene o strigoli, o mille altri nomi a seconda della zona. Comunque li vogliate chiamare, i carletti sono delle deliziose erbette spontanee  con cui si possono preparare tanti piatti deliziosi, come il risotto,  per esempio. Oggi invece vi propongo questa deliziosa vellutata con spinaci e finocchietto, profumata allo zenzero. Buona, gustosa, e light. Avevo voglia di qualcosa di leggero, ma leggero non vuol dire senza sapore! Il finocchietto e lo zenzero hanno trasformato questa semplice vellutata in un piatto dal sapore particolare che mi è piaciuto moltissimo. Lo zenzero poi per le sue innumerevoli proprietà non può proprio mancare. Delizioso anche per preparare delle profumatissime e leggermente piccanti tisane, a casa mia non manca mai, e per chi non lo conoscesse consiglio solo di cominciare a sperimentare, non potrà che fare bene alla salute :)  

Vellutata di erbette al finocchietto e zenzero

Preparazione: 15 minuti
Cottura 15 minuti
Ingredienti per 2 persone

spinaci: 120
sedano tritato: 2 cucchiai
porro: la parte verde di 1
ravanelli: le foglie di 1 mazzetto (facoltativo)
finocchietto: una manciata di foglie
patata: 1
finocchio: 1 piccolo
piselli: 2 manciate
peperoncino tritato: 1/2
carletti: 1 manciata
radice di zenzero fresco: 1 cm

Procedimento

Tagliare a pezzetti la patata e tritare il porro. Unirli in una casseruola con il sedano ed il finocchio a pezzetti, coprire con acqua e portare a bollore. Far cuocere a fiamma dolce finchè le verdure saranno tenere (ci vorranno circa 15 minuti). Dopo cinque minuti unire anche le erbette: silene (o carletti a seconda di come li chiamate) il finocchietto tritato e le foglie dei ravanelli se le avete. Unire anche i piselli e cinque minuti prima della fine della cottura aggiungere gli spinaci tritati. Aggiustare di sale. Passare tutto con il frullatore ad immersione. Grattugiare un po’ di zenzero fresco (regolate la dose secondo i gusti e mettendone poco alla vota, circa 1 cucchiaino raso) e aggiungere il peperoncino tritato. Lasciare riposare cinque minuti e servire con qualche fogliolina di basilico spezzettata.
Finire il piatto con un filo d’olio evo.

Alcune annotazioni: se desiderate una vellutata più morbida passatela allo chinois o al setaccio. E se la desiderate più saporita fate leggermente rosolare in poco olio evo le patate e i porri. Poi procedete come descritto sopra. Per maggiore leggerezza invece eliminate la patata.
Qualche notizia sulle proprietà e sui benefici dello zenzero la trovate qui

14 commenti:

  1. eccomi, eccomi, vellutata e green e ci sono subito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucy! eh si, ogni tanto le vellutate ci stanno proprio! Se sono green poi è meglio ;) Un bacione

      Elimina
  2. che buona questa vellutata, anche verde, il colore della speranza!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Sabry! grazie! si si, speranza che il freddo finisca e torni il sole :) Un bacione

      Elimina
  3. Che buoni I carletti mi mancano tantissimo! !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale, che bello ritrovarti! Eh si, i carletti fanno proprio primavera :) Un bacione

      Elimina
  4. I carletti proprio non li conosco, ma la vellutata è un sogno ^^

    RispondiElimina
  5. Bellissime foto, devo mettermi a cercare i Carletti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Lara! :) Buona ricerca, spero che ne troverai tanti :) Un abbraccio

      Elimina
  6. Che bella Simo, ha un colore stupendissimo. Come hai fatto a farlo rimanere così bello verde?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Ele, è così verde perchè spinaci e carletti li ho cotti proprio pochi minuti, tanto sono morbidi e non c'è bisogno di cuocerli troppo. Così fanno anche molto meglio! Le verdure in generale cerco di cuocerle molto velocemente. Un bacione

      Elimina
  7. Ciao Simona, non conosco i carletti, ma la tua vellutata mi attira molto, immagino di poterli eliminare se non li trovo. Oppure li posso sostituire con qualcos'altro? Grazie e baci.

    RispondiElimina
  8. Che bei colori, qui la Primavera è già arrivata!!!!!

    RispondiElimina