Lightbox Effect

venerdì 10 giugno 2016

Polpette vegan di spinaci in salsa speziata


Mi adeguo al fatto che la pioggia incessante rende ancora piacevole stare ai fornelli e ne approfitto per postare queste polpettine di spinaci che mi sono tanto piaciute. Uno di quei piatti sfiziosi, che fanno proprio casa avete presente? Sarà che sono polpette, dev'essere questo, le polpette fanno sempre effetto casa, nonna, cucina di una volta. Si sa, io sono una nostalgica della cucina, che ci posso fare? Mi piace la cucina del ricordo. Ma non ricordo di carne eh! No no, per carità, quella proprio no! ma ricordo di atmosfere, di momenti, di vita passata. 
Sono un’appassionata anche di pomodoro, quindi direi che le polpette al sugo sono qualcosa a cui non so proprio resistere. 
Ci sono millemila modi di preparare le polpette, credo di poter dire si possono fare veramente con tutto. Se vi fate un giro nel blog ne trovate diverse che ora nemmeno ricordo. Certo i risultati non sono tutti uguali. Queste mi sono piaciute tanto e quindi si sono meritate un posto tra queste pagine. Direi che in vista del weekend vanno benissimo, ogni tanto un piatto della domenica ci sta bene. Sono anche abbastanza semplici da preparare e potete accompagnarle con un cereale a scelta, oppure del buon pane casereccio, ma anche con della polenta.  Le verdure ovviamente si possono anche variare a seconda della stagione, ma provatele in questa versione, sono veramente deliziose.  
In questo periodo sono impegnata con lo studio, non ho voglia di cucinare e quindi mi arrangerò con cose che ho fatto un pò di tempo fa e congelato, con i miei panini che adoro, in attesa che torni la voglia di  mettersi ai fornelli. ma la stanchezza è tanta, soprattutto mentale, e non ho voglia di pensare oltre il necessario. Mi sa che dovrò aspettare un po’, ma ho tante ricette non postate che mi sono tanto piaciute, quindi come si suol dire, per un po’ vivrò di rendita e di ricordi ;) 

Polpettine morbide di spinaci con salsa speziata

Preparazione: 30 minuti (più il riposo)
Cottura: 25 minuti per le polpettine e 30 minuti per la salsa

Ingredienti per 16 polpettine

spinaci lessati: 200 g
mollica di pane: 100 g (anche raffermo)
latte di soia: ¾ di bicchiere
anacardi: 20
aglio: 1 spicchio
olio evo: 6 cucchiai
farina integrale: 20 g
pane grattugiato homemade: 2 cucchiai
noce moscata: 1 pizzico
sale integrale: qb

Per la salsa speziata

polpa di pomodoro: 400 g (o pomodori pelati)
cipolla: 1 piccola
olio evo: 1cucchiaio
cumino in polvere: 1 cucchiaino
peperoncino: qb
chiodi di garofano: 1
foglia di alloro: 1/2 

Procedimento
1) Mettete a bagno gli anacardi per un paio d’ore
2) Tritate la cipolla e fatela appassire nell’olio con il chiodo di garofano, l’alloro e il cumino. Aggiungete il pomodoro tritato e ½ bicchiere d’acqua e fate cuocere a fuoco dolce per circa 30 minuti. Aggiustate di sale e dopo aver eliminato l’alloro e il chiodo di garofano passate tutto con il frullatore ad immersione e tenete da parte. 
3) Tagliate il pane a pezzetti e bagnatelo con il latte di soia. Lasciatelo riposare almeno un’ora (si può preparare anche il giorno prima) 
4) In una padella scaldate 2 cucchiai d’olio con lo spicchio d’aglio e fate insaporire. Aggiungete gli spinaci tritati e saltateli qualche minuto. Aggiungete al pane gli spinaci, metà dello spicchio d’aglio e gli anacardi tritati. Passate tutto al mixer senza omogeneizzare completamente. Aggiustate di sale
5) Aggiungete la farina e il pane grattugiato al composto di spinaci ed amalgamate con una spatola. Con le mani bagnate formate delle polpettine grandi come una noce. Scaldate l’olio rimanente in un wok e rosolate le polpettine poche alla volta facendole dorare uniformemente rigirandole nella padella. Scolatele e fatele asciugare nella carta assorbente. Poi aggiungetele al sugo caldo e fatele cuocere 15 minuti. Servite le polpettine calde. 

Con questa ricetta auguro a tutti uno splendido weekend. Un bacio e al prossimo post

martedì 7 giugno 2016

Moussaka vegan


La mia passione per la Grecia non è un mistero, ne ho parlato diverse volte ed ho già postato quelli che per me sono i piatti irrinunciabili: le verdure ripiene di riso, il purè di fave  i dolmades. Ma c’è un altro piatto molto buono  che ritengo però, almeno per ora, difficile trovare in versione vegan nelle taverne greche: il Moussaka 
Ma non dobbiamo disperare perché la bella notizia è che per non dover rinunciare ad un piatto tanto buono, basta prepararselo a casa! Non è difficile, forse un po’ lungo, ma i piatti tradizionali spesso lo sono ed è per questo che molte volte sono destinati ai giorni di festa. Il mio consiglio nel voler affrontare la preparazione del Moussaka vegan è quello di preparare il ragù magari il giorno prima, la ricetta la trovate qui. Fatto questo, l’unica parte noiosa sarà friggere le melanzane, però la fatica sarà assolutamente ripagata dalla bontà del piatto. 

Tra un po’ sarà tempo di cene in giardino, di tavole estive illuminate da candele, immerse nel verde di qualche fresco giardino, o di qualche rigoglioso terrazzo. Magari incorniciato da splendide bouganville,  da qualche albero di fico, e di ulivo, piatti e bicchieri colorati e la Grecia nel piatto! Praticamente un sogno! che però noi possiamo realizzare. 
Tutti i suggerimenti per decidere cosa mettere nel piatto ve li ho dati io. Quelli per preparare la tavola invece ve li dà Dalani, guardate qua che meraviglia! 
Non resta che aspettare la fine delle grandi piogge per poter iniziare a pianificare le nostre cene estive. 
E se dopo la Grecia vi venisse voglia di qualche altra meta, su Dalani trovate anche tutte le atmosfere di Marocco, Cambogia e Capri!  Evviva! ce ne sarà per tutta l’estate :) E dato che il sole oggi è tornato a splendere, mettiamoci subito all'opera, che sarà un lungo viaggio  ;)

Moussaka vegan

Preparazione: 40 minuti
Cottura: 60 minuti per le varie fasi (più il tempo per il ragù)

Ingredienti
Per 2 persone

patate: 1
melanzana  lunga: 1
ragù vegan:  qb (ricetta  qui )
olio per friggere: qb

Per la besciamella

latte di soia: 500 g
farina di riso: 40 g
olio evo: 40 g
noce moscata: qb
sale, pepe: qb

Procedimento 
Lavare la melanzana, asciugarla, tagliarla a fette di ½ cm di spessore, sistemarla a strati in uno scolapasta, cospargerla di sale grosso e tenere per un’ora. Quindi lavare le fette di melanzana, asciugarle bene e friggerle in olio caldo finché saranno leggermente dorate. Salare e tenere da parte
Lessare la patata finchè sarà tenera ma non troppo cotta. Pelarla, tagliarla  a fette non troppo spesse e  tenere da parte
Preparare un roux mescolando la farina con l’olio e fare tostare sul fuoco per qualche minuto. Aggiungere il latte di soia bollente poco alla volta stemperando con una frusta per eliminare eventuali grumi. Cuocere per dieci minuti dal bollore, salare ed aggiungere una grattugiata abbondante di noce moscata e del pepe.
In una teglia da forno, distribuire un cucchiaio di besciamella, adagiare le patate sovrapponendole leggermente, poi uno strato di melanzane, uno abbondante di ragù, e per ultimo la besciamella. Infornare a 180° per 30 minuti passando al grill gli ultimi cinque minuti finchè la besciamella non sarà dorata. Lasciare intiepidire e servire.
Alcune annotazioni: il piatto è molto buono anche il giorno dopo. Per il ragù, potete optare anche per quello di seitan se preferite. Trovate la ricetta qui 

Con questa ricetta auguro a tutti una settimana soleggiata :) Un bacio e al prossimo post

venerdì 3 giugno 2016

Ketchup homemade



Oggi sono proprio di corsa, quindi scusate ma sarò costretta a lasciarvi un post breve ma che spero possa tornarvi utile. Finalmente sono giunta all’ultima fase della trilogia dell’hamburger vegan homemade, cominciata qui, e continuata qui e un pò anche qui, perché hamburger non significa solo junk food! Un hamburger vegan può essere anche molto sano oltre che golosissimo. Perché se ci prepariamo il pane, i burgers di fagioli azuky, e la maionese siamo certi che quello che ne verrà fuori sarà assolutamente sotto controllo ;) 
Ma non vi sembra che manchi qualcosa? No, non le patatine fritte, quelle non credo richiedano un post. Manca qualcosa in cui semmai intingerle, o dove affondare il nostro delizioso hamburger vegan: la mitica salsa rosa. Per prepararla, la maionese ce l’abbiamo, ci manca solo il ketchup, ovviamente homemade sennò che panino è? 
E’ abbastanza semplice da fare, e poi possiamo approfittare dei pomodori freschi che durante l’estate abbondano, così possiamo fare scorte di ketchup per l’inverno . Per fare la salsa rosa basta mescolare un pò di maionese con il ketchup, nelle proprorzioni desiderate. 
Non resta che mettersi all’opera. Ricetta e procedimento per preparare il vostro ketcup homemade sono scritti proprio qui sotto :)

Ketchup homemade 

Preparazione: 15 minuti
Cottura: 30 minuti

Ingredienti
Per un barattolino piccolo

pomodori datterini: 150 g
passata di pomodoro: 150 g
cipolla bianca: 1/4
aceto bianco: 25 g circa
zucchero di canna: 3 cucchiaini circa
alloro: 1 foglia
chiodi di garofano: 1
noce moscata: una grattugiata
basilico: 1 foglia
peperoncino piccante: un pizzico
paprika dolce: una presa
sale: qb

Procedimento

Immergere i pomodorini per pochi secondi in acqua bollente dopo aver praticato un’incisione alla base, poi scolarli ed eliminare la buccia. Tagliarli a pezzi ed eliminare acqua e semi. Tritare la cipolla. Metterla a cuocere con i pomodori, la salsa le spezie e le erbe fresche. Cuocere per  cinque minuti, poi aggiungere l’aceto, lo zucchero e il sale e cuocere per circa 30 minuti. Passare tutto al minipimer e poi attraverso un setaccio. Se necessario far asciugare la salsa finchè raggiungerà la densità desiderata

Alcune annotazioni: la quantità di aceto va regolata in base all'acidità dei pomodori. Scegliendo dei pomodori molto dolci, come per esempio i datterini, è possibile ridurre la quantità di zucchero necessaria a rendere la salsa agrodolce
Con questa ricetta auguro a tutti uno splendido weekend. Un bacio a tutti e al prossimo post