Lightbox Effect

lunedì 25 luglio 2016

Riso croccante allo zafferano con dressing al cocco


Bisognerebbe proprio spiegare a certe persone che quando parliamo di insalate non ci riferiamo esattamente alle due foglie di lattuga e a qualche fetta di pomodoro più o meno conditi, per quanto confesso che io adoro anche l’insalata più semplice.
A chi si intristisce di fronte a due foglie di lattuga, vorrei dire che si può fare di meglio, e senza grandi sforzi! Mi fanno molto arrabbiare quelli che sono convinti che siccome siamo vegani mangiamo le cose più tristi e punitive, come se la buona cucina fosse riservata solo a chi mangia carne e pesce.
Non provo nemmeno più a spiegare che non è così perchè tanto ho capito che in generale le persone vedono solo quello che vogliono vedere. L’unica maniera per eventualmente  farli ricredere è fargli assaggiare qualcosa. E qui, si apre uno scenario infinito di cose deliziose che anche scegliere con quale cominciare diventa difficile. 
L’estate è meravigliosa, adoro i piatti estivi, colorati, freschi, leggeri e pieni di sapore e cosa più delle insalate porta in tavola tutto il gusto di questa stagione? 
Oggi vi propongo quest’insalata con riso croccante al sapore di cocco, perché senza cocco che estate sarebbe? E’ solo la prima di una lunga serie, non so se riuscirò a postarle tutte, la fame c’è ma la voglia di stare al pc molto meno, quindi vedremo. Intanto però un’ inizio c’è, e direttamente dalle pagine di Taste&More, ecco un’insalata deliziosa, da leccarsi i baffi!

Riso croccante allo zafferano con germogli e dressing al cocco

Preparazione 25 minuti
Cottura 20 minuti
Ingredienti per 2 persone

riso thai: 160 g
fagiolini: 160 g
germogli di soia: 60 g
germogli di ravanello: 50 g
olio evo: 6 cucchiai
prezzemolo tritato: 3 rametti
coriandolo fresco tritato: 3 rametti
zucchine piccole: 2
ravanelli: 2
zenzero fresco: 2 fettine
arachidi al naturale: 2 cucchiai
cipollotto: 1
lime: 1
zafferano: 1 bustina
peperoncino fresco: 1
olio di sesamo: 1 cucchiaio
aglio: 1 spicchio
qb: sale, pepe

Per il condimento 

yogurt di soia denso: 4 cucchiai
panna di cocco: 3 cucchiai
qb: sale, pepe

Preparazione

Sciacquate il riso finché l’acqua non sarà trasparente e lasciatelo in ammollo almeno mezz’ora, poi scolatelo.
Ponete in una casseruola un volume d’acqua pari a quello del riso,  portate ad ebollizione, unite lo zafferano, il riso, abbassate la fiamma e cuocete coperto finché non sarà del tutto assorbita. Togliete dal fuoco, fate riposare 5 minuti coperto e sgranate con una forchetta .

Lavate e mondate tutte le verdure.  Bollite i fagiolini finché saranno cotti ma ancora croccanti, scolateli e raffreddateli in acqua ghiacciata. In una padella scaldate due cucchiai d’olio evo ed uno di sesamo con lo zenzero, due fettine di peperoncino e l’aglio schiacciato. Aggiungete le zucchine e il cipollotto a fettine, aggiustate di sale e saltate due minuti, unite i fagiolini a pezzetti e i germogli di soia e saltate ancora un minuto.  In un’altra padella scaldate tre cucchiai d’olio evo, aggiungete il riso e saltatelo finché sarà dorato e leggermente croccante.

Mescolate lo yogurt con la panna di cocco, salate e pepate leggermente. In una boule versate il riso, le verdure, i germogli di ravanello, i ravanelli a fettine, aggiungete le erbe fresche, a piacere del peperoncino tritato e un cucchiaio di succo di lime. Versate su ogni porzione due cucchiai di yogurt al cocco e servite subito.

Con questa ricetta auguro  a tutti una splendida settimana. Un bacio e al prossimo post

lunedì 18 luglio 2016

Insalata Fattoush


Una delle insalate che preparo più spesso, soprattutto quando ho ospiti è questa, l’insalata fattoush, un piatto mediorientale profumato, fresco e molto saporito. Verdure, pane Pita fritto, e sommacco a volontà.
Semplice ma golosa, certo il pane fritto aiuta! Così come il sommacco…Un piatto che non delude mai, che vi farà viaggiare con il pensiero.
Normalmente la abbino a piatti mediorientali con per esempio, i  falafel con l’hummus di ceci, o se proprio ho voglia di impegnarmi tanto, con l’Imam bahiyldi. Se invece non avete voglia di fare niente come me in questi giorni, basterà anche solo l’insalata, magari abbinata ad un contorno di legumi e il pranzo o cena che sia sono pronti.
Garantisco un minimo sforzo per un piatto comunque speciale.
Il sommacco lo potete acquistare nelle drogherie molto fornite, oppure on line. La particolarità del piatto sta tutta lì, quindi non si può omettere!
Basta, per oggi ho dato il massimo che potevo, vi lascio all’insalata e io mi dedico ad un po’ di meritato (l’ho deciso io) riposo :)
E se anche voi siete orientati al relax, vi consiglio la lettura dell'ultimo bellissimo numero di Taste&More, tantissime meravigliose ricette, foto stupende e luoghi incantati dove rifugiarsi, anche solo con il pensiero.

Insalata Fattoush

Preparazione: 15 minuti
Cottura: 10 minuti

Ingredienti
Per 2 persone

pane pita integrale: 1
pomodori perini: 2
ravanelli: 4
lattuga: 1/2 cespo piccolo
cipollotto: 1
olio evo: 2 cucchiai
sommacco: 1 cucchiaio
foglie di prezzemolo: 1 manciata
foglioline di menta: 4
aceto: 1 cucchiaio
olio evo: 2 cucchiai
sale: qb
olio per friggere: qb

Procedimento

1) Lavate ed asciugate tutte le verdure e le erbe. Tagliate i ravanelli a fettine sottili, la lattuga a striscioline,  i pomodori prima a metà e poi a fettine e affettate il cipollotto. Tritate il prezzemolo finemente.
2) Con una forbice da cucina tagliate il pane pita a pezzetti regolari di circa 3 cm
3) In un pentolino piccolo e profondo scaldate l’olio  e friggete i pezzetti di pane un po’ alla volta finchè saranno dorati, scolateli, fateli asciugare su carta assorbente da cucina e cospargeteli abbondantemente di sommacco mescolando per distribuirlo uniformemente
4) Ponete tutte le verdure in un’insalatiera, conditele con olio, sale e aceto aggiungete il prezzemolo, la menta spezzettata. Unite il pane fritto e mescolate bene , aggiungete ancora un po’ di sommacco secondo i vostri gusti, lasciate riposare cinque minuti e servite.
Se desiderate un piatto più leggero, potete omettere di friggere il pane e optare per una tostatura al forno dopo averlo leggermente condito con un filo d’olio evo.

Con questa ricetta auguro a tutti una splendida settimana. Un bacio e al prossimo post 

mercoledì 6 luglio 2016

Gallette di patate, fagiolini e basilico (Gluten free)


Rieccomi dopo lunghissima assenza. Sono stata talmente impegnata a studiare che non ho avuto il tempo per nient’altro. Un mese di reclusione per preparare l’esame di maturità. Certo non ho l’età giusta per affrontare un esame di maturità, nel senso che sarebbe normale affrontarlo prima nella vita :)
In effetti ne avevo già uno alle spalle, e malgrado il mio percorso di studi  mi abbia poi portato a conseguire una laurea in architettura nel lontano (lasciamo stare!) ho voluto inseguire la mia passione. 
E un bel po’ di tempo fa ormai, mi sono iscritta alla scuola alberghiera senza riflettere molto sul fatto che prima o poi il giorno dell’esame di maturità sarebbe arrivato! Perché malgrado tutto, l’esame di maturità è sempre l’esame di maturità e l’ansia sale a livelli incontrollabili mano a mano che il momento si avvicina ;)
Così malgrado i buoni propositi e lo yoga, sono arrivata con un carico d’ansia all'esame che nemmeno potevo lontanamente immaginare, forte dell’esperienza precedente credevo io! Per non parlare delle nottate passate a studiare, delle domeniche e dei sabati chiusa in casa a ragionare di economia,  alimentazione, cucina letteratura e via dicendo...però che bello tornare a studiare Ungaretti!!!
Tanta fatica, tanto sacrificio, tanto impegno, ma sono davvero felice del mio diploma, ora posso indossare la divisa con un titolo, e ne sono orgogliosissima! ;) 
Vorrei ringraziare tutti coloro che mi hanno aiutata in questi anni, chi mi ha supportato e tante volte sopportato, la famiglia, i professori, gli amici. Ringrazio tutti nel modo che mi riesce meglio, con una ricetta semplice semplice, ma che sa d’estate. Perché adesso la vera estate è cominciata anche per me! :)

Gallette di patate e fagiolini al basilico (gluten free)

Per 20 gallette
Preparazione: 30 minuti
Cottura (20 minuti per le patate 15 per i fagiolini, 20 minuti per le gallette)

Ingredienti
patate: 600 g
fagiolini: 200 g
semi di lino tritati: 1 cucchiaio
farina di mais fioretto: 3 cucchiai
sale: 1,5 cucchiaini
lievito alimentare: 1 cucchiaio raso
erba cipollina tritata: 1 cucchiaio raso
basilico: 20 foglie
noce moscata: 1 pizzico
olio evo: 9 C
pepe: qb 

Procedimento
1) Lessate le patate mantenendole sode, scolatele fatele raffreddare e tagliatele a cubetti di due cm
2) Lavate i fagiolini, mondateli e cuoceteli in acqua bollente leggermente salata per  circa 15 minuti, poi scolateli  e tagliateli a pezzetti di 1 cm
3) Mescolate i semi di lino con tre cucchiai d’acqua e tenete da parte. 
4) Tritate basilico ed erba cipollina.
5) In una boule mescolate tutti gli ingredienti  con metà delle patate. Schiacciate parzialmente con una forchetta le patate rimaste ed aggiungete anche queste al composto. Mescolate tutto senza rendere troppo omogeneo. 
6) Scaldate una padella antiaderente con tre cucchiai d’olio evo. Con una forchetta prelevate un po’ del composto, ponetelo in padella schiacciandolo leggermente dando la forma di una galletta e fate cuocere a fuoco dolce tre minuti per lato finché saranno ben dorate da entrambi i lati. Cuocete 6/7 gallette per volta e ripetete l’operazione scaldando di volta in volta 3 cucchiai d’olio e procedendo con il resto del composto. Servite le gallette tiepide accompagnate da verdure fresche di stagione. 

Con questa ricetta auguro a tutti una bellissima settimana! Un bacio a tutti e al prossimo post :)