Lightbox Effect

sabato 31 marzo 2018

Biscottini alla vaniglia senza zucchero




Domani è Pasqua e volevo lasciarvi la ricetta di questi biscottini vegan alla vaniglia leggeri, senza zucchero ma deliziosi, che a me piacciono tanto accompagnati a crema al limone, o all’arancia. Potrebbero essere un’idea per concludere il pranzo delle feste, o per una merenda, o per accompagnare un caffè o un tè del pomeriggio. In ogni caso andranno benissimo, anche da sgranocchiare sul divano.
Questi biscottini senza zucchero sono più buoni dopo un paio di giorni, ma questa è una mia fissazione, questo per dire che si conservano benissimo purchè ben chiusi in scatole di latta. La ricetta di oggi è finita, vi avevo detto che era molto semplice. 
Se volete sbirciare qualche altra idea per un dessert sfizioso, guardate qui, oppure tra le  altre pagine di questo blog :) 
Vi auguro una Pasqua serena e piena di cose belle, ci ritroviamo qui dopo le feste con altre ricette e speriamo con il sole a farci compagnia J

Biscottini alla vaniglia senza zucchero

Ingredienti
Preparazione: 30 minuti (più il riposo)

Farina 1: 100 g
Farina di riso: 100 g
Olio di semi di girasole estratto a freddo: 35 g
Olio evo leggero: 5 g
Burro di cacao: 15 g
Sciroppo d’acero: 50 g (se preferite più dolce arrivate a 60g)
Lievito naturale: 1 cucchiaino
Estratto di vaniglia: 2 cucchiaini
Limone bio: la scorza grattugiata di ½
-->
Sale integrale: 1 pizzico


Procedimento
Fate fondere il burro di cacao e riportatelo a temperatura ambiente.
Setacciate le farine con il lievito e il sale, ponetele in una terrina ampia, fate un foro al centro e versate l’olio, il burro, la vaniglia e la scorza del limone. Impastate tutto velocemente come per una frolla aggiungendo poca acqua fredda per rendere l’impasto lavorabile. Formate un panetto, copritelo con la pellicola e fatelo riposare per almeno un’ora in frigorifero.
Trascorso il tempo tirate la sfoglia con un mattarello ad uno spessore di circa ¾ mm. Con un coppapasta tagliate i biscotti nella forma desiderata.
Infornate a 175° per circa 18/20 minuti, o fino a che i bordi saranno leggermente dorati. Fateli raffreddare su una gratella e conservateli in scatole di latta ben chiuse.
PS: ho aggiunto pochissimo zucchero a velo ma solo per la foto :) voi se non dovete fotografare non mettetelo! :) 
Un bacio a tutti e al prossimo post 

--> -->

giovedì 29 marzo 2018

Lasagne agli asparagi e zafferano



Sono in ritardissimo ma volevo lasciarvi la ricetta delle lasagne vegan, caso mai per Pasqua non abbiate ancora le idee chiare e siate alla ricerca di un piatto che possa fare felici tutti. Gli asparagi fanno primavera, e su questo siamo tutti d’accordo. Le lasagne fanno festa e anche su questo credo non ci siano dubbi. Quindi le lasagne agli asparagi sono perfette come piatto festoso primaverile. In effetti credo spopoleranno tra le ricette per Pasqua, ma che ci volete fare, qualche volta non abbiamo voglia di inventare niente di nuovo e vogliamo solo qualcosa di buono e che ci riporti ai pranzi in famiglia di quando eravamo bambini e tutto era così facile.  Almeno, adesso mi sembra così, magari allora non lo era, chissà, ma qualche volta cosa non darei per essere ancora piccola e avere qualcuno che pensa per me .Vabbè, in mancanza di questo mi consolo con le lasagne vegan agli asparagi, a cui per dare un tocco più allegro e un sapore un po’ diverso ho aggiunto lo zafferano. Che dite? Vi piace l’idea? E attendendo il sole vero e la primavera che dico io, vi lascio la ricetta ma vi faccio gli auguri nel prossimo post!

Lasagne agli asparagi e zafferano

Preparazione: 1 ora circa
Cottura: 25 minuti circa 

Pasta di semola: 300 g circa
Asparagi verdi: 900 g
Cipollotti: 3 piccoli (oppure un piccolo porro)
Bevanda di soia: 1 l Oppure d'avena (al naturale)
Farina di riso: 93 g
Olio evo: 90 g
Noce moscata: qb
Zafferano: 1 bustina
Olio evo: qb

Sale/pepe: qb


Procedimento
Lavate gli asparagi, eliminate la parte più dura finale, e pelate leggermente gli altri nella parte più bassa. Con le parti eliminate preparate un po’ di brodo. Sbollentate la pasta se necessario e stendetela su un canovaccio pulito.
Cuocete gli asparagi con l’apposito cestello o al vapore mantenendoli sodi, poi tenete da parte le punte e tagliateli a rondelle. Tenete da parte.  Affettate i cipollotti o il porro e farlo appassire in tre cucchiai d’olio evo. Aggiungete gli asparagi a rondelle e finite di cuocerli aggiungendo se necessario poco brodo agli asparagi. Alla fine aggiungete le punte tagliate a pezzi mantenendone qualcuna da parte per la decorazione. Quando gli asparagi sono cotti, passatene la metà al frullatore ad immersione per ottenere una crema non troppo omogenea.
Preparate la besciamella. Scaldate la bevanda vegetale sul fuoco con sale, pepe e noce moscata. Preparate il roux con la farina e l’olio (io le ho fatte light, quindi ne ho messo poco) Fuori dal fuoco versate il latte caldo poco alla volta mescolando con una frusta per eliminare i grumi. Portate a bollore e cuocete a fiamma dolce per 10 minuti. Alla fine aggiustate di sale e aggiungete lo zafferano. Mescolate bene e tenete da parte.
In una teglia, distribuite qualche cucchiaio di besciamella, poi disponete uno strato di pasta. Aggiungete la crema di asparagi, qualche cucchiaio di asparagi in pezzetti, la besciamella, e procedete così anche per lo strato successivo. Finite con uno strato di pasta, besciamella abbondante, decorate con le punte degli asparagi e passate in forno a 180° per 20 minuti. Fate gratinare cinque minuti e fate intiepidire prima di servire.
Un bacio a tutti e al prossimo post. Intanto cerco di capire perchè questo post è tutto disordinato, i caratteri sono tutti diversi e anche le spaziature! Ma ve l'ho detto che sto usando un nuovo computer no? :)