Lightbox Effect
Visualizzazione post con etichetta colazione vegan. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta colazione vegan. Mostra tutti i post

giovedì 21 giugno 2018

Crostata di ciliegie



Secondo me i dolci vegan più buoni sono le crostate o comunque i dolci a base di pasta frolla. La pasta frolla vegana è deliziosa, anche più buona di quella classica perché ha un sapore più leggero, almeno per i miei gusti. Per questo quando mi viene voglia di dolce, spesso preparo la crostata.
Pensate che siano noiose e scontate? Intanto fare una buona crostata non è così scontato, se la pasta frolla non ha gli ingredienti giusti o non è lavorata nel modo corretto non è buona per niente, e credete che nelle giornate no è capitato anche a. me di fare la pasta frolla sgnucca come si suol dire J
E poi, per rendere originale una crostata si può lavorare sul ripieno, sulla farcitura. Si può inventare di tutto, però alla fine, io penso: cosa c’è di più buono di una crostata con la confettura fatta in casa come per esempio questa o questa o con la frutta fresca? Per me niente, e sono decisamente questi i dolci che preferisco.  
In quello di oggi sono protagoniste le ciliegie, e non potrebbe essere che così, chi resiste ad una crostata con ciliegie fresche? siamo nel pieno della stagione, è questo il momento di farne delle scorpacciate. Il segreto per una crostata deliziosa, sta nel far sentire il più possibile il sapore della frutta e nel fare una pasta frolla vegana friabile, meglio se integrale o semintegrale, non troppo dolce e aromatizzata con limone bio e vaniglia.

In realtà ero partita con l’idea di fare un dolce più elaborato, con crema e frutta, ma poi mi sono chiesta se era quello che avrei voluto mangiare e dato che la risposta è stata no, ho optato per qualcosa che piacesse anche a me. E’ vero che le ricette che posto sono per voi, ma il dolce lo devo mangiare io dopo che l’ho preparato, e io non sono un’amante delle creme. Quindi devo aspettare di avere degli invitati per sperimentare qualcosa sul genere. Per ora accontentatevi di questa crostata vegana alle ciliegie, vi assicuro che è una vera delizia, e se vi è rimasta la voglia di qualcosa di cremoso, abbinateci una pallina di gelato alla vaniglia, a questo punto alla vostra crostata vegana non mancherà proprio niente e farà contenti tutti.



Crostata di ciliegie

Ingredienti
Per uno stampo rettangolare ( 10 persone circa)

Ciliegie: 800 g
Farina 1: 350 g
Olio semi di girasole estratto a freddo: 100 g
Burro ci cacao: 30 g
Zucchero di canna chiaro a velo: 90 g (+ 4 cucchiai)
Vaniglia: ½ bacca
Limone bio: 1
Lievito: 1 cucchiaino
Sale: un pizzico
Gelato alla vaniglia di soia: a piacere

Procedimento

1)    Sciogliete il burro di cacao a bagnomaria.
2)    Formate la fontana con la farina e il lievito setacciati, aggiungete lo zucchero, il sale, la buccia grattugiata del limone l’olio e il burro di cacao a temperatura ambiente. Impastate velocemente aggiungendo l’acqua fredda necessaria a formare un panetto liscio e lavorabile. Chiudetelo nella pellicola e mettetelo in frigorifero per almeno un’ora.
3)    Lavate le ciliegie e privatele del nocciolo. Mettetele in una padella antiaderente con 4 cucchiai di zucchero e la parte interna della bacca di vaniglia e cuocetele a fiamma dolce finchè saranno morbide. Scolatele dallo sciroppo e tenetele da parte.
4)    Dividete il panetto in due parti, una leggermente più piccola. Tirate la pasta frolla in una sfoglia di 3 mm di spessore e rivestite con la sfoglia uno stampo per crostate. Bucherellate il fondo. Distribuite le ciliegie fredde e ben scolate dallo sciroppo sulla sfoglia, pressatele leggermente. Formate con il resto dell’impasto le classiche strisce e formate la griglia pressando bene le estremità per farle aderire.
5)    Infornate a 180° per 45 minuti circa o finchè la pasta sarà dorata. Sfornate e fate raffreddare.
6)    Servite a piacere con una pallina di gelato alla vaniglia


Con questa ricetta vi auguro uno splendido weekend. Mi assenterò per qualche giorno motivo: piccola ma tanto desiderata vacanza. Tornerò presto, spero con un pò più di energia. Un bacio a tutti e al prossimo post

sabato 31 marzo 2018

Biscottini alla vaniglia senza zucchero




Domani è Pasqua e volevo lasciarvi la ricetta di questi biscottini vegan alla vaniglia leggeri, senza zucchero ma deliziosi, che a me piacciono tanto accompagnati a crema al limone, o all’arancia. Potrebbero essere un’idea per concludere il pranzo delle feste, o per una merenda, o per accompagnare un caffè o un tè del pomeriggio. In ogni caso andranno benissimo, anche da sgranocchiare sul divano.
Questi biscottini senza zucchero sono più buoni dopo un paio di giorni, ma questa è una mia fissazione, questo per dire che si conservano benissimo purchè ben chiusi in scatole di latta. La ricetta di oggi è finita, vi avevo detto che era molto semplice. 
Se volete sbirciare qualche altra idea per un dessert sfizioso, guardate qui, oppure tra le  altre pagine di questo blog :) 
Vi auguro una Pasqua serena e piena di cose belle, ci ritroviamo qui dopo le feste con altre ricette e speriamo con il sole a farci compagnia J

Biscottini alla vaniglia senza zucchero

Ingredienti
Preparazione: 30 minuti (più il riposo)

Farina 1: 100 g
Farina di riso: 100 g
Olio di semi di girasole estratto a freddo: 35 g
Olio evo leggero: 5 g
Burro di cacao: 15 g
Sciroppo d’acero: 50 g (se preferite più dolce arrivate a 60g)
Lievito naturale: 1 cucchiaino
Estratto di vaniglia: 2 cucchiaini
Limone bio: la scorza grattugiata di ½
-->
Sale integrale: 1 pizzico


Procedimento
Fate fondere il burro di cacao e riportatelo a temperatura ambiente.
Setacciate le farine con il lievito e il sale, ponetele in una terrina ampia, fate un foro al centro e versate l’olio, il burro, la vaniglia e la scorza del limone. Impastate tutto velocemente come per una frolla aggiungendo poca acqua fredda per rendere l’impasto lavorabile. Formate un panetto, copritelo con la pellicola e fatelo riposare per almeno un’ora in frigorifero.
Trascorso il tempo tirate la sfoglia con un mattarello ad uno spessore di circa ¾ mm. Con un coppapasta tagliate i biscotti nella forma desiderata.
Infornate a 175° per circa 18/20 minuti, o fino a che i bordi saranno leggermente dorati. Fateli raffreddare su una gratella e conservateli in scatole di latta ben chiuse.
PS: ho aggiunto pochissimo zucchero a velo ma solo per la foto :) voi se non dovete fotografare non mettetelo! :) 
Un bacio a tutti e al prossimo post 

--> -->