Lightbox Effect

lunedì 18 ottobre 2010

Gelatina piccante di Melograno

Per una campagna tutta rosa


Ancora gelatine? Ancora confetture? ancora marmellate?
Si si, ho capito il concetto. Effettivamente ultimamente mi sono fatta prendere un pò la mano e la mia cucina non sembra più la stessa.
Sul fornello, fanno bella mostra di sè quasi  quotidianamente pentoloni per la sterilizzazione dei barattoli di vetro con tanto di vapori (non ho ancora sperimentato quella in forno, senz'altro più comoda senza capirne il perchè!) e pentole piene di frutta, succhi e sciroppi vari in ebollizione....
E questa potrebbe sembrare la cattiva notizia del giorno in effetti. So che starete pensando se vi toccherà vederle tutte! ma  faccio seguire subito la notizia buona: no, non vi toccherà
Anche se riconosco la comodità di avere tutte le ricette in bell'ordine sul blog,  continuerò ancora per un pò a rassegnarmi all'uso dei foglietti più o meno volanti in giro per casa.....pur di non tediarvi con marmellate, mostarde, confetture e via dicendo.
Ma oggi, questa gelatina piccante di melograno cade a fagiuolo come si suol dire.
Innanzitutto mi serviva qualcosa di rosa......per la campagna Nastro rosa 2010 e ho pensato subito a quel suo colore meraviglioso. Poi, le sue tante proprietà mi hanno fatto decidere. Ricco di vitamine e di sostanze antiossidanti e antitumorali, mi è sembrato prfetto per questa importantissima campagna.
Perciò mangiamo i  melograni, sono buonissimi e fanno bene e magari, con quelli che restano, provate questa deliziosa gelatina piccante, e sugli abbinamenti vedetevela voi. Se vi sembra troppo azzardata, eliminate la paprika e preparate una semplice gelatina dolce. 

Ingredienti

melograni: 7/8
zucchero di canna: metà peso rispetto a quello della frutta
paprica piccante in polvere: 1 cucchiaino per ogni kg di prodotto
agar agar in polvere: 7 gr per ogni kg di prodotto

Procedimento

Sgranare i melograni, pesare i semi, metterli in un recipiente ed aggiungere metà peso di zucchero di canna. Mescolare, coprire e lasciare tutta la notte. Il giorno dopo, versare tutto in una pentola, aggiungere l'agar agar, stemperato bene in un pò di liquido e la papaprica (7 gr di agar agar e 1 cucchiaino colmo di paprica piccante per ogni kg di prodotto).
Mettere tutto sul fuoco e portare ad ebollizione sempre a fiamma bassa per circa un'ora e un quarto.
Passare al passaverdura tutto il composto e raccogliere il prodotto ottenuto in un recipiente, lasciare raffreddare e verificare la consistenza.
Se va bene riportare tutto a bollore ed invasare subito in barattoli di vetro sterilizzati, chiudere bene.
Se risulta troppo liquida far bollire ancora un pò, far raffreddare nuovamente, verificare la consistenza, poi procedere come già spiegato. 

Alcune annotazioni: con questa quantità di melograni, una volta aggiunto lo zucchero, ho ottenuto un kg di prodotto.
Una volta cotto e passato al passaverdure ho riempito un vasetto da 0.25 l