Lightbox Effect

venerdì 15 luglio 2011

Insalata di fagiolini ed erbette

vado.... ma torno!


Ok, ormai è sotto gli occhi di tutti. Non si può postare della verdura bollita e pensare di farla franca. Perciò devo rassegnarmi all'idea e annunciare pubblicamente che questo post sarà quello che per un pò vedrete su questo blog, mi prendo una piccola pausa.
Dopo la settimana della pizza surgelata, effettivamente c'è stato un picccolo segno di ripresa che ha fatto ben sperare, ma è durato poco. Il frigorifero è ancora vuoto e la mente si rifiuta di elaborare combinazioni di ingredienti troppo complesse e di mettere insieme dei testi decorosi per i post.
Non vorrete mica rischiare di trovarvi la ricetta di pane burro e zucchero, con tanto di spiegazione dettagliata sul come prepararlo e col rischio pure di sbagliare qualcosa.
In questi giorni non sono nemmeno riuscita a passare dai vostri blog. Mi dispiace davvero ma proprio la mia mente si rifiuta di concentrarsi. Non ci credete? Guardate la ricetta di oggi e vi convincerete che sto proprio alla frutta.....anzi alla verdura dovrei dire :-)
Perciò vi saluto per qualche giorno...mi mancherete ma è proprio necessario. A tutte le mie amiche di blog mando un grandissimo abbraccio, ma ci ritroviamo presto...
Ah, però la ricetta della verdura bollita ve la beccate eh. Non penserete mica che l'abbia cucinata e fotografata per niente! Non fosse altro che per segnalare queste erbette rosse di Chioggia.
Certo, niente di ricercato, introvabile o strano! Ve l'ho detto che al momento le mie capacità di elaborazione sono alquanto ridotte...Ma va bene così, io adoro la verdura bollita, fa bene ed è bella! E basta poco per renderla più sfiziosa. Saltata in padella con poco olio d'oliva, cosparsa di arachidi tritate e coriandolo fresco potrebbe essere un'idea e fa già sembrare il piatto tutta un'altra cosa. Provare per credere


Ingredienti
fagiolini: qb
erbette: qb
olio evo: due cucchiai
coriandolo fresco: qb
arachidi tritate: qb


Procedimento
Lavare e spuntare i fagiolini, tagliarli in due o tre pezzi e cuocerli in acqua bollente salata fino a quando sono teneri ( devono essere sodi, non spappolati). Lavare le erbette, pelarle, e lessarle in acqua bollente salata fino a quando sono tenere. Scolare i fagiolini e passarli sotto l'acqua fredda. Scolare le erbette e tagliarle a fette sottili. In una padella antiaderente far saltare le verdure nell'olio per pochi minuti.
Servirle con del coriandolo fresco tritato e se piace con delle arachidi tritate.


Bene, è proprio tutto, i saluti li ho fatti e non mi dilungo, potrebbe venirmi il magone e scendermi pure qualche lacrima.
Dopotutto in poco più di un anno è la prima volta che mi allontano per qualche giorno e fa un certo effetto. Vabbè, bando alle ciance, ora vado davvero.
Baci a tutti, vi penserò.