Lightbox Effect

lunedì 4 novembre 2013

Cavolfiore con capperi, olive e semi di finocchio


Chi cucina sa che alcuni piatti nascono in maniera casuale. Niente ricette antiche tramandate dalle nonne, nessuna ispirazione tratta dall'ultimo libro di cucina acquistato, nessuno chef più o meno stellato a suggerire qualche abbinamento inusuale. Solo la voglia di unire ingredienti fino ad allora mai sperimentati insieme.
Non ci sono regole ferree in cucina, a patto che gli ingredienti siano di buona qualità, che i sapori promettano di convivere felicemente tra di loro, e che ci sia abbastanza esperienza per capire quale cottura può esaltare un ingrediente.
Detto ciò, la voglia di trasformare un cavolfiore freschissimo in qualcosa di sfizioso mi ha convinta ad aprire finalmente il barattolo di capperi di salina recuperati alla Biennale del gusto di Venezia, giusto la scorsa settimana.
Sarà che il cavolfiore bollito mi piace si, ma non posso certo definirlo un contorno sfizioso, sarà che la besciamella non mi è mai piaciuta, e quindi la ricetta del cavolfiore al forno della nonna non mi poteva venire in aiuto, sarà che avevo voglia di qualcosa di diverso, insomma, è nato così questo piatto...in maniera casuale.
Inizialmente pensavo di fare un'insalata di rinforzo, avete presente? Certamente molte amiche e lettrici sapranno certamente di cosa sto parlando, ma la preferenza per un piatto vegetariano mi ha fatto protendere per qualcosa di mediterraneo si, ma decisamente rivisitato.
Aggiungo che moltissimi dei piatti che preparo non finiscono sul blog, un po' per mancanza di tempo, talvolta di voglia, talvolta perché penso che comunque non c'è bisogno di mettere proprio tutto tra queste pagine.
Ma i cavolfiori ai capperi ho deciso che dovevano esserci, non fosse altro per non dimenticarmi della ricetta, che farò sicuramente ancora, dato che l'inverno è lungo e i cavolfiori non mancano sulla mia tavola d'inverno. Buoni, mi sono piaciuti moltissimo, capperi di salina (spettacolari), semi di finocchio, e ciliegina sulla torta...le olive raccolte dal mio ulivo :-) No no, non vivo in Puglia, né in Liguria, né in Sicilia etc etc...vivo a Venezia, ho un ulivo in giardino, e quest'anno per la prima volta ho raccolto le olive e le ho preparate. Beh, sono state una sorpresa anche per me, prometto di spiegare come le ho fatte, così, anche chi come me ha un alberello di olive in giardino possa godere di olive fai da te, assolutamente naturali e buonissime!
Questa ricetta è vegan, ve ne suggerisco un'altra che trovate qui
Ora però passiamo al piatto di oggi

Cavolfiore con capperi, olive e semi di finocchio
 Ingredienti per 4 persone

cavolfiore bianco: uno medio, freschissimo
cipolla bianca: mezza piccola
aglio: uno spicchio
pomodori: 2 ramati piccoli
semi di finocchio: un cucchiaino
capperi sotto sale: un cucchiaio
olive al forno: due cucchiai
olio: qualche cucchiaio
sale: qb

Procedimento
Lavare e mondare il cavolfiore, tagliarlo in cimette e sbollentarlo per qualche minuto in acqua bollente salata, mantenendolo però sodo.
In una padella, soffriggere la cipolla tritata sottile, fino a renderla trasparente insieme allo spicchio d'aglio, poi unire i semi di finocchio. Saltare le cimette di cavolfiore nell'olio rosolandole leggermente. Nel frattempo tagliare i pomodori a pezzetti piccoli ed unirli ai cavolfiore. Far saltare il tutto per qualche minuto finchè i pomodori saranno morbidi e avranno rilasciato il loro sugo. Unire i capperi e le olive e saltare il tutto ancora qualche minuto. Aggiustare di sale, e servire tiepidi.
E' un piatto molto semplice, ma gustoso e sfizioso. Provatelo con dei crostini caldi, può essere un ottimo contorno ma anche un antipasto veloce.

Alcune annotazioni: ovviamente i capperi se non sono di Salina vanno bene comunque, purchè siano di buona qualità, così anche per le olive, se non sono quelle del vostro giardino va bene lo stesso, consiglio magari quelle al forno, magari leggermente condite, ma non in salamoia per intenderci.
Con questo è tutto, vi abbraccio e ci ritroviamo al prossimo post.